Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Spagna > Costa verde spagnola > Galizia (Spagna) > Provincia della Coruña > Santiago di Compostela

Santiago di Compostela

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Santiago di Compostela
Santiago de Compostela
Veduta del centro
Stemma e Bandiera
Santiago di Compostela - Stemma
Santiago di Compostela - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa della Spagna
Santiago di Compostela
Santiago di Compostela
Sito del turismo
Sito istituzionale

Santiago di Compostela (in spagnolo e in galiziano, Santiago de Compostela, in arabo Shant Ya‘qūb, nota in italiano anche come San Giacomo di Compostella) è una città della Galizia in Spagna.

Da sapere[modifica]

Santiago di Compostela è il capoluogo della comunità autonoma della Galizia. Situata nella provincia della Coruña, è stata nel 2000 capitale europea della cultura. La sua notorietà è dovuta al fatto che da oltre un millennio è, secondo la tradizione cristiana, sede delle spoglie mortali di Giacomo il Maggiore, apostolo di Gesù. Le spoglie mortali dell'apostolo sono conservate da secoli nella maestosa cattedrale costruita a tale scopo, e tappa finale del "cammino di Santiago di Compostela", percorso da pellegrini provenienti da tutto il mondo. Insieme al famoso cammino del pellegrinaggio, Santiago è entrata a far parte dei patrimoni dell'umanità nel 1985. La città è anche sede di una università fondata 500 anni fa.

Quando andare[modifica]

Climaticamente è una fra le città europee maggiormente piovose; ciò è dovuto al vento proveniente dall'Atlantico che contrasta con le montagne circostanti.

Cenni storici[modifica]

Santiago di Compostela fu distrutta nel 997 dall'esercito musulmano di Almanzor e poi ricostruita da Bermudo II. Ma fu il vescovo Diego Xelmírez ad iniziare la trasformazione della città in luogo di culto e pellegrinaggio, facendo terminare la costruzione della Cattedrale iniziata nel 1075 arricchendola con varie reliquie, divenendo sin dal Medioevo uno dei più importanti centri culturali e mete di pellegrinaggio di tutta la cristianità.

Intorno al 1170 sorse l'Ordine di Santiago, con lo scopo di proteggere i pellegrini che da tutta Europa si recavano nel celebre santuario. Nel '300 l'Ordine si divise in un ramo spagnolo e in uno portoghese, ciascuno con un proprio gran maestro.

L'Ordine crebbe negli anni per importanza e prestigio, finché papa Adriano VI unì l'Ordine alla Corona di Spagna, dichiarando il re gran maestro, e affidando a un consiglio scelto dai cavalieri la giurisdizione su varie Commende della Spagna.

Il 23 ottobre 1987 il Consiglio d'Europa ha riconosciuto l'importanza dei percorsi religiosi e culturali che attraversano l'Europa per giungere a Santiago di Compostela dichiarando i percorsi "itinerario di devozione europeo" e finanziando adeguatamente tutte le iniziative per segnalare in modo conveniente "el camino de Santiago".

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

  • 1 Aeroporto de Santiago de Compostela (IATA: SCQ). La città è dotata di un aeroporto che può essere raggiunto da quello di Orio al Serio grazie alla Ryanair. Aeroporto di Santiago di Compostela su Wikipedia Aeroporto di Santiago de Compostela (Q1432777) su Wikidata

In treno[modifica]

  • 2 Stazione di Santiago di Compostela. Stazione di Santiago di Compostela su Wikipedia stazione di Santiago di Compostela (Q8841900) su Wikidata

In autobus[modifica]

  • 3 Stazione degli autobus interurbani (Estación de Autobuses de Santiago Compostela), Praza de Camilo Díaz Baliño, 2, +34 981 54 24 16.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Architetture religiose[modifica]

Il botafumeiro (incensiere)
La cattedrale di Santiago
  • 1 Cattedrale di Santiago di Compostela (Catedral basílica metropolitana de Santiago de Compostela). La basilica cattedrale metropolitana di San Giacomo di Compostela, o più semplicemente cattedrale di San Giacomo di Compostela, è la chiesa madre dell'arcidiocesi di Santiago di Compostela, basilica minore e uno dei massimi santuari cattolici del mondo; al suo interno, nella cripta, i fedeli venerano le reliquie dell'apostolo Santiago o Maior/el Mayor (san Giacomo il Maggiore), patrono di Spagna. La cattedrale di Santiago è la meta del Cammino di Santiago di Compostela, storico pellegrinaggio di origine medievale. Nella messa del venerdì si può assistere allo spettacolare ondeggio dell'incensiere, infatti in questo giorno il rito è pagato dal comune. Negli altri giorni, è possibile concordare un'adeguata donazione (oltre 400€) o sperare che altri lo abbiano fatto. A inizio messa viene annunciato se il botafumeiro verrà o meno acceso a fine rito.
  • 2 Monastero di San Martino Pinario (Monasterio de San Martín Pinario), Praza da Inmaculada, 5. Monastero barocco con annesso un museo d'arte sacra. Monasterio de San Martín Pinario (Q3398340) su Wikidata
  • 3 Colegiata de Santa Maria del Sar (Colexiata de Santa María a Real do Sar), Rúa de Sar, +34 981 56 28 91. Church of Santa María la Real del Sar (Q5117170) su Wikidata
  • 4 Monasterio de San Pelayo de Antealtares (Convento de San Paio de Antealtares), Rúa de San Paio de Antealtares, 23. Monasterio de San Pelayo de Antealtares (Q3327474) su Wikidata
  • 5 Convento de San Francisco (Convento de San Francisco do Val de Deus). Monastery of San Francisco do Val de Deus (Q3399144) su Wikidata
  • 6 Chiesa di San Fruttuoso (Igrexa de San Froitoso). (Q12390602) su Wikidata
  • 7 Capela de Ánimas. Capela de Ánimas (Q387097) su Wikidata


Architetture civili[modifica]

  • 8 Palazzo Rajoy (Palacio de Rajoy / Pazo de Raxoi), Praza do Obradoiro. Palazzo neoclassico progettato dall'architetto francese Carlos Lemaur e completato nel 1776, oggi sede del consiglio comunale. Palacio de Rajoy (Q2513127) su Wikidata
  • 9 Palazzo Fonseca (Pazo de Fonseca). Pazo de Fonseca (Q5810251) su Wikidata
  • 10 Casa del Cabildo (Casa do Cabido), piazza Platerías. Simple icon time.svg Mar-Sab 10:00–15:45, 20:00–23:30, Dom 10:00-16:00. Un palazzetto del 1758, considerato uno dei migliori esempi di barocco galiziano. Apparteneva al vescovo che la usava come sala di consiglio ma nel 1855 passò in mano privati dopo le espropriazioni dei beni ecclesiastici decretate dal governo.
Nel 2011 è stato rilevato da un consorzio che ha provveduto a restaurarlo adattandolo a spazio per mostre temporanee. Casa del Cabildo (Q2511415) su Wikidata
  • 11 Colegio de San Jerónimo (Colexio de San Xerome). Colexio de San Xerome (Q2513170) su Wikidata
  • 12 Palacio de Gelmírez (Pazo de Xelmírez), Praza do Obradoiro. Palacio de Gelmírez (Museum) (Q16449586) su Wikidata
  • 13 As dúas Marías. As Duas Marias (Q4155629) su Wikidata


Musei[modifica]

Parchi e giardini[modifica]

  • Parque de San Domingos de Bonaval (Parque de Santo Domingo de Bonaval), Cuesta San Domingos, 3. Simple icon time.svg Lun-Dom 08:00–23:00. (Q9055900) su Wikidata

Siti archeologici[modifica]


Eventi e feste[modifica]

  • Notte di San Giovanni (Festa de San Xoán). Simple icon time.svg 23 Giugno. Come nel resto della Galizia, la vigilia di San Giovanni vengono accesi faló in vari punti del centro e i partecipanti vi saltano sopra per allontanare malocchio e spiriti malvagi. Vengono offerte sardine arrostite all'aperto e accompagnate da vino rosso e, naturalmente, c'e tanta musica e allegria.
  • Feste dall'Apostolo Santiago (Festas do Apóstolo Santiago). Simple icon time.svg Luglio. Festival annuale che dura tutta la seconda metà di luglio. Il clou è costituito dai fuochi d'artificio e dallo spettacolo pirotecnico della notte del 24 luglio durante la quale viene bruciato un modello della cattedrale. Il programma è molto vario; ogni sera vengono allestiti spettacoli di danze folcloristiche o rappresentazioni teatrali o concerti di tutti i tipi. Bande musicali percorrono le vie del centro. La fine del festival è la serata del 31 luglio che si conclude con fuochi d'artificio. Santiago Apóstol Festival (Q12388488) su Wikidata
  • Anno santo giacobeo (Ano Santo Xacobeo). Simple icon time.svg Luglio. Si celebra l'anno in cui il 25 luglio cade di domenica. Questa coincidenza si verifica con una cadenza regolare di 6, 5, 6 e 11 anni e comporta un afflusso di pellegrini eccezionale. Il primo Anno giubilare giacobeo fu istituito da papa Callisto II nel 1122 per il 1126. L'ultimo anno giacobeo è stato il 2010, mentre i prossimi saranno il 2021 ed il 2027. Anno giacobeo su Wikipedia Anno Giacobeo (Q1595338) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

Locali notturni[modifica]

  • 3 Sala Capitol, Rúa de Concepción Arenal, 5, +34 981 57 43 99.
  • 4 Blaster, Rúa da República Arxentina, 6. Simple icon time.svg Gio-Dom 00:00–06:30. Discoteca.
  • 5 Discoteca Ruta, Rúa de Curros Enríquez, 3, +34 654 20 10 41. Simple icon time.svg Gio-Dom 03:00–05:30.
  • Discoteca Maycar, Rúa do Doutor Teixeiro, 2.
  • Facultad, Rúa de Alfredo Brañas, 6. Discoteca
  • Gabanna Discoteca, Rúa da República Arxentina, 24.
  • Dado Dadá Jazz Club, Rúa de Alfredo Brañas, 19.
  • 6 Pub Garoa, Avenida de Figueroa, 3, +34 981 55 73 11. Simple icon time.svg Lun-Dom 16:00–04:00.
  • Casa das Crechas, Vía Sacra, 3. Pub.
  • Pub Modus Vivendi, Praza de Feixo, 1.
  • 7 A Novena Porta, Rúa do Cardeal Payá, 3, +34 616 71 03 65. Simple icon time.svg Lun-Gio 08:00–02:30, Ven-Dom 16:00–02:30. Pub sportivo.
  • Fuco Lois, Rúa de Xelmírez, 25. Pub.
  • Makumba, Rúa de Fray Rosendo Salvado, 16.


Dove mangiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Casa Manolo, Plaza de Cervantes, +34 981 58 29 50. Simple icon time.svg Lun-Dom 13:00–16:00 e 19:30–23:30. Cucina galiziana.
  • 2 Casa Paredes, Carretas, 1 (Dietro la grande piazza che sta sul retro della cattedrale.), +34 981 557 102. Ecb copyright.svg Offre (in aggiunta al normale menù) due menù fissi con primi, secondi, dolci a scelta più vino o acqua e caffè a 9€ e 12€ (agosto 2015). Simple icon time.svg Mar-Dom 06:30–00:00. Hanno un'ottima carne, mentre il pesce non è eccellente. I dolci sono confezionati (e.g. budini in barattolo). I suoi punti di forza sono prezzo e posizione centrale.

Prezzi medi[modifica]

  • 3 El Papatorio, Rúa do Franco, 20, +34 981 06 83 01. Simple icon time.svg Lun-Dom 12:00–01:00.


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Hospedería Vía Lucis, José María Suárez Núñez, 6 (A 10 minuti a piedi da centro storico, all'interno di un enorme campus universitario), +34 981 599 637, +34 981 568 521, @ . Ecb copyright.svg Circa 20€ per un posto letto in stanze da 2/3 persone con bagno incluso e colazione esclusa. La colazione costa 4€ ma non è abbondante (agosto 2015). Ha la particolarità di essere sorto su un ex convento, conservandone integralmente la struttura. Ha un'area interna in cui parcheggiare gratuitamente il cui cancello di notte viene chiuso. Vengono fornite le chiavi per rientrare dopo le 22, perché non c'è il servizio di ricezione notturno.

Prezzi medi[modifica]

  • 2 Nest Style Santiago (Hotel Maycar), Rúa do Doutor Teixeiro, 15 (A 300 metri dalla cattedrale), +34 981 563 444, fax: +34 981 589 653, @ . Check-in: 12:00, check-out: 00:00. Hotel centrale con tutti i comfort.
  • 3 Hotel Gelmirez, Rúa do Hórreo, 92 (A 10 minuti a piedi dalla cattedrale e a 3 minuti di cammino dalla fermata dell'autobus per l'aeroporto, presso la stazione ferroviaria), +34 981 56 11 00. Hotel moderno.

Prezzi elevati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]



Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.