Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi
Sass de Mura dal Passo Finestra
Localizzazione
Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi - Localizzazione
Tipo area
Stato
Regione
Territorio
Superficie
Anno fondazione
Sito istituzionale

Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi è un'area protetta situata nel Veneto.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Il parco ha una superficie di 15.030,22 ettari, interamente compresa nella provincia di Belluno, tra i fiumi Cismon ad ovest e Piave ad est, esteso a nord verso il bacino del Maè e a sud nel basso Agordino. Comprende i gruppi montuosi delle Alpi Feltrine (Vette di Feltre, Cimonega, Pizzocco, Brendol, Agnelezze), Monti del Sole, Schiara, Talvéna, Prampèr e Piz di Mezzodì. Il territorio del parco, si presenta estremamente ricco di risorse idriche tra i quali: Cordevole, Mis, Caorame, Stién (affluente del Caorame), Falcìna (affluente del Mis), Ardo, Vescovà, Prampèra (affluente del Maè). Alcuni di questi torrenti scorrono in forre profonde, e tutti sono soggetti a variazioni.

Flora e fauna[modifica]

La flora è composta da rododendri, cardi, stelle alpine e da altre piante montane. Vi sono boschi di latifoglie e di conifere, pascoli e immensi prati.

La varietà territoriale del Parco, permette a numerose specie animali di trovare il proprio habitat all'interno dell'area. Tra le specie più importanti e rappresentate vi sono:

  • Mammiferi: Marmotta delle Alpi, Ermellino, Martora, Ghiro, Scoiattolo, Capriolo, Camoscio, Cervo, Muflone, Stambecco, Cinghiale, Lupo, Lince.
  • Chirotteri: Vespertilio maggiore, Pipistrello nano, Orecchione austriaco, Orecchione bruno, Vespertilio di Daubenton.
  • Uccelli: Picchio nero, Picchio muraiolo, Astore, Gheppio, Aquila reale, Civetta nana, Civetta capogrosso, Allocco, Gufo reale, Francolino di monte (specie a rischio di estinzione), Gallo cedrone, Fagiano di monte, Pernice bianca, Coturnice, Upupa, Corvidi, Cincia, Re di quaglie, Codirosso spazzacamino, Fringuello alpino (anch'esso raro), Culbianco.
  • Rettili e Anfibi: Tritone alpino, Tritone crestato italiano, Tritone punteggiato meridionale, Salamandra pezzata, Salamandra nera o alpina, Ululone dal ventre giallo, Rospo comune, Rana montana, Rospo smeraldino, Raganella, Vipera dal corno, Biscia dal collare, Biacco.

Cenni storici[modifica]

Nel 1988 viene prevista l'istituzione del Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi che si concretizza nel 1990 con il provvedimento istitutivo del Ministero dell'Ambiente. Nel 1993 viene nominato l'ente Parco gestore. Inizialmente la superficie del parco era di 15.030,22 ettari, successivamente ampliati a 31.512 ettari.

Con Decreto del presidente della Repubblica del 2008, il parco è coinvolto da una nuova perimetrazione, per garantire una precisione che non darà più adito a dubbi sull'effettivo andamento del confine del Parco.

Come arrivare[modifica]


Permessi/Tariffe[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • 1 Cadini del Brenton. Ecb copyright.svg 2€. Un facile sentiero conduce ad una serie di 15 cavità scavate dalle acque del torrente Brentòn. È vietato fare il bagno nei Cadini e stendersi a prendere il sole lungo i loro bordi
  • 2 Lago del Mis. È uno specchio d'acqua artificiale sorto dalla presenza di una diga. Lago del Mis su Wikipedia lago del Mis (Q3825850) su Wikidata
  • 3 Bosco della Serenissima. Visitabile tramite un percorso ad anello.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.