Scarica il file GPX di questo articolo
America del Sud > Stati andini > Perù > Sierra meridionale del Perù > Valle sacra degli Incas > Machu Picchu

Machu Picchu

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Machu Picchu
Vista di Machu Picchu da un breve tratto al di sopra del sito, salendo verso la Porta dell'Aurora.
Localizzazione
Machu Picchu - Localizzazione
Stato
Sito istituzionale

Machu Picchu (in quechua Machu Pikchu, che significa "vecchia montagna") è un sito archeologico inca situato in Perù, nella Valle sacra degli Incas.

Da sapere[modifica]

Machu Picchu fa parte dei Patrimoni dell'umanità stilati dall'UNESCO. Nel 2007 è stato eletto come una delle Sette meraviglie del mondo moderno ed è il secondo sito archeologico più grande del mondo dopo gli scavi di Pompei.

Cenni geografici[modifica]

Ubicazione delle rovine di Machu Picchu, nella gola dell'Urubamba. Si notano le anse descritte dal fiume intorno ai monti Machu Picchu e Huayna Picchu

Il sito si trova a circa 2.430 m s.l.m. in un panorama montano della Sierra meridionale del Perù. I monti Machu Picchu e Huayna Picchu appartengono alla Cordigliera Centrale delle Ande peruviane, sulla riva sinistra del cosiddetto Canyon del fiume Urubamba, conosciuto anticamente come gola di Picchu. Le rovine incaiche si trovano a metà strada fra le cime delle due montagne, a 450 metri di altitudine sul livello del fondovalle e a 2.438 su quello del mare. La superficie edificata misura approssimativamente 530 metri di lunghezza e 200 di larghezza, contando 172 edifici nell'area urbana.

Flora e fauna sono abbondanti e varie. Le tipiche piante che vivono nella riserva storica di Machu Picchu comprendono palme, felci e più di 90 specie di orchidee.

Maschio di rupicola peruviana

La fauna della riserva include l'orso dagli occhiali, la rupicola o "Tunqui", gatti selvatici e una varietà impressionante di farfalle e insetti unicamente presenti nella regione.

L'andamento del terreno, l'ambiente naturale e la posizione strategica di Machu Picchu conferiscono a questo monumento una fusione di bellezza, armonia e l'equilibrio tra il lavoro degli antichi peruviani e dei capricci della natura.

Quando andare[modifica]

Pachacútec raffigurato nella cronaca di Martín de Murúa (1615)
 Clima gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic
 
Massime (°C) 16,0 15,6 15,6 15,9 15,9 16,0 15,1 16,4 16,8 18,0 17,9 16,0
Minime (°C) 1,1 1,6 1,1 -1,5 -5,5 -10,1 -10,5 -8,9 -3,9 -2,8 -2,2 0,8
Precipitazioni (mm) 155 145 133 47 13 3 4 8 26 48 73 116

climate-data.org (Dati di Aguas Calientes a pochi km di distanza)

Il clima è caldo umido durante il giorno e fresco la notte. La temperatura oscilla fra i 12 e i 24 °C. La zona è generalmente piovosa, specialmente fra novembre e marzo. Le piogge abbondanti si alternano rapidamente a periodi di luce solare intensa.

Cenni storici[modifica]

Machu Picchu di Bingham nel 1912
Machu Picchu oggi

La storia di Machu Picchu è abbastanza notevole e non si sa ancora esattamente quale fosse il suo ruolo nella vita degli Inca. I ricercatori attuali tendono a credere che Machu Picchu fosse un villaggio di campagna per l'élite degli Inca. Ciò che è chiaro è che si trattava di un luogo straordinariamente ben nascosto e ben protetto. Situato lontano tra le montagne del Perù, i visitatori dovevano viaggiare su lunghe valli disseminate di punti di controllo e di torri di avvistamento. Sorprendentemente, i conquistatori spagnoli lo mancarono.

La gola di Picchu, situata a metà strada fra le Ande e la foresta amazzonica, fu colonizzata da popolazioni montane, non selvatiche, provenienti dalle aree di Vilcabamba e della Valle sacra degli Incas, nella regione di Cuzco, e in cerca di espansione alle loro frontiere agricole. Le prove archeologiche indicano che l'agricoltura è praticata nella regione almeno dal 760 a.C. A partire dal periodo dell'Orizzonte medio (dall'anno 900 d.C.), si registra un'esplosione demografica da parte di gruppi non documentati storicamente ma probabilmente legati all'etnia Tampu dell'Urubamba. Si ritiene che questi popoli possano aver fatto parte della federazione ayarmaca, rivale dei primi Inca della regione di Cuzco. In questo periodo si espande considerevolmente la superficie agricola "artificiale" (terrazze). Ciò nonostante, il sito specifico della città di Machu Picchu (la cresta rocciosa che unisce i monti Machu Picchu e Huayna Picchu) non reca traccia di essere stato edificato prima del XV secolo.

Si suppone che la città fosse stata costruita dall'imperatore inca Pachacútec intorno all'anno 1440 e sia rimasta abitata fino alla conquista spagnola del 1532. La posizione della città era un segreto militare ben custodito, in quanto i profondi dirupi che la circondano erano la sua migliore difesa naturale. Difatti, una volta abbandonata, la sua ubicazione rimase sconosciuta per ben quattro secoli, entrando nella leggenda. Scoperte archeologiche, unite a recenti studi su documenti coloniali, mostrano che non si trattava di una normale città, quanto piuttosto di una specie di residenza estiva per l'imperatore e la nobiltà Inca. Si è calcolato che non più di 750 persone alla volta potessero risiedere a Machu Picchu e probabilmente durante la stagione delle piogge o quando non c'erano nobili, il numero era ancora minore.

La città fu riscoperta il 24 luglio 1911 da Hiram Bingham, uno storico di Yale, che stava esplorando le vecchie strade inca della zona alla ricerca dell'ultima capitale Inca: Vilcabamba. Bingham compì parecchi altri viaggi ed eseguì scavi fino al 1915 e solo più tardi si rese conto dell'importanza della sua scoperta e si convinse che Machu Picchu era quella che lui chiamava Vilcabamba. Di ritorno dalle sue ricerche, scrisse parecchi articoli e libri su Machu Picchu: il più conosciuto fu La città perduta degli Inca. Paradossalmente Vilcabamba non era Machu Picchu: l'ultima capitale era a Espíritu Pampa: nascosta nella giungla, a poche centinaia di metri da dove era arrivato lui durante le sue ricerche.

Machu Picchu è stata dichiarata un santuario storico peruviano nel 1981 e un patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1983. Non essendo stato saccheggiato dagli spagnoli quando conquistarono gli Inca, è particolarmente importante come sito culturale ed è considerato un luogo sacro.

Machu Picchu è stato costruito in stile classico Inca, con lucidi muretti a secco. I suoi edifici principali sono il Intihuatana, il Tempio del Sole, e la Sala delle Tre Finestre. Questi si trovano in quello che è conosciuto dagli archeologi come il distretto sacro di Machu Picchu. Nel settembre 2007, il Perù e la Yale University hanno raggiunto un accordo per quanto riguarda la restituzione di reperti che Hiram Bingham aveva rubato da Machu Picchu agli inizi del XX secolo.

Come arrivare[modifica]

La più vicina città importante è Cuzco, attuale capoluogo della regione e antica capitale Inca, a 112 km. Mentre la città più vicina in assoluto è Aguas Calientes che dista solo 6 km.

I visitatori di Machu Picchu in genere o percorrono il Cammino Inca o arrivano in treno da Cuzco o Ollantaytambo, arrivando in giornata o pernottando ad Aguas Calientes. Il pernottamento permette di visitare il parco presto o a fine giornata, evitando l'assembramento di turisti, e nelle giornate di sole si ha anche modo di visitare l'area al di fuori degli orari di picco. In ogni caso, mai dimenticare la crema solare.

Gli unici modi per arrivare ad Aguas Calientes sono in treno o a piedi. A piedi, è possibile arrivare ad Aguas Calientes viaggiando attraverso Santa Maria e Santa Teresa con i mezzi pubblici o con un minibus da Cuzco con un'agenzia di viaggi come descritto nell'articolo di Aguas Calientes. Questo percorso alternativo comporta di camminare per 2,5/3 ore o di prendere il treno PeruRail a partire da "soli" 28 USD (maggio 2015). La traversata in cesti su carrucole non è più necessaria.

La stagione delle piogge in Perù è da novembre (spesso iniziano veramente solo a dicembre) fino alla fine di marzo, così allora è meglio includere un paio di giorni in più per affrontare in modo flessibile gli eventuali ritardi.

Da Aguas Calientes, ci sono due modi per raggiungere le rovine: in autobus o a piedi (gratuito ma tramite una ripida camminata), come descritto di seguito.

A seconda di quando si arriva, il sito può essere molto affollato o quasi deserto. I periodi più affollati sono nella stagione secca (giugno-agosto), mentre febbraio è il mese più tranquillo, essendo nel pieno della stagione delle piogge, quando il Cammino Inca è chiuso. La maggior parte dei visitatori arriva con pacchetti turistici e solitamente rimane nel parco in orario 10:00-14:00.

Per accedere al sito, è necessario avere sia un biglietto dell'autobus (19 USD per adulti stranieri di andata e ritorno, meno per altri, disponibili da una piccola biglietteria vicino alla zona di partenza del bus) e di biglietti per Machu Picchu - che sono disponibili in anticipo su machupicchu.gob.pe o da varie biglietterie descritte sul sito. I biglietti Machu Picchu non sono in vendita presso il cancello d'ingresso e sono limitati a 2.500 al giorno, con l'ingresso a Huayna Picchu ulteriormente limitato a soli 400 posti.

È obbligatorio portare il passaporto per entrare a Machu Picchu. Anche se il vostro biglietto è basato sulla vostra carta d'identità, l'ufficiale preposto chiederà comunque il passaporto.

In aereo[modifica]

Aguas Calientes è raggiungibile dai più abbienti in soli 30 minuti di elicottero.

In auto[modifica]

Non ci sono strade che arrivano al sito.

In treno[modifica]

Da Cuzco c'è un treno che porta ad Aguas Calientes in circa 3 ore. Per arrivare a Machu Picchu dalla principale Strada Inca il cammino è di circa tre giorni. Per questo è necessario prendere il treno fino al km 82 della linea ferroviaria Cuzco-Aguas Calientes, da dove inizia il percorso a piedi.

In autobus[modifica]

Alcuni visitatori prendono un autobus locale da Cuzco a Ollantaytambo, che attraversa la Valle sacra degli Incas, e di lì proseguono con un mezzo di trasporto fino al citato km 82. Sul posto prendono la strada ferrata coprendo i restanti 32 km fino ad Aguas Calientes.

Se arrivate in treno ad Aguas Calientes, uscite dalla stazione e proseguite più o meno dritto attraverso il labirinto di bancarelle di artigianato e su un ponte pedonale verso la zona di partenza del bus. Sono frequenti gli autobus che partono verso le rovine al prezzo di 12 USD a tratta e 24 USD andata e ritorno per gli stranieri adulti (maggio, 2015) a partire dalle 05:30. C'è spesso una coda, quindi chi vuole salire sul primo autobus, dovrebbe arrivare con almeno 90 minuti di anticipo. Il viaggio dura circa 1/2 ora di lenti tornanti e fino al parco. Gli autobus partono quando sono pieni, il che significa che in genere corrono abbastanza regolarmente. In alta stagione ci può essere una coda lunga per i bus, quindi il viaggio di ritorno va pianificato di conseguenza, al fine di non perdere le partenze dei treni. È raccomandabile prenotare il treno in anticipo, in quanto i posti in treno si esauriscono velocemente, soprattutto quelli al ritorno.

A piedi[modifica]

Da Aguas Calientes per arrivare alle rovine è possibile percorrere un itinerario di 8 km simile a quello in cui passano gli autobus, che richiederà circa 1,5/2 ore, e circa un'ora per tornare indietro. Questo percorso è principalmente fatto da scale che collegano i tornanti in cui passano gli autobus. Si tratta di una camminata faticosa e lunga ma è molto gratificante, consigliabile intorno alle 05:00 quando il cancello si apre a valle, per arrivare alla vetta prima dell'alba. La discesa è abbastanza facile, basta fare attenzione quando i passaggi sono bagnati. Fate attenzione ai conducenti degli autobus che raramente frenano per far passare i pedoni.

Il cammino Inca è un ottimo modo per arrivare perché si vedrà la città prima attraverso la Porta del Sole (invece di arrivare dal basso, come si fa da Aguas Calientes). Entrambe le escursioni di quattro e due giorni sono regolamentate dal governo. I viaggiatori dovrebbero essere abbastanza in forma per camminare per giorni e dormire in tenda. Ogni viaggiatore ha bisogno di viaggiare con un'agenzia di viaggi a causa delle regole e dei regolamenti di accesso al parco (per i dettagli, vedere l'articolo sul cammino Inca).

Ci sono anche altre opzioni disponibili per le escursioni a Machu Picchu. È importante sapere che l'escursione sul cammino Inca può essere effettuata da un numero limitato di persone ogni giorno, compresi i facchini. C'è un sostanzioso prezzo da pagare per questo trekking ed è necessario prenotarlo in anticipo per ottenere un posto per le date in cui avete intenzione di andare.

Altre due opzioni meno costose ma altrettanto buone sono il cammino Salcantay e il cammino Inca nella giungla. La maggior parte delle agenzie turistiche di Cuzco, se non tutte, offre questi trekking. Il Salcantay è un trekking di cinque giorni attraverso il passo del monte Salcantay. Il paesaggio è incredibile e se andate nella stagione delle piogge sarete ricompensati con decine di cascate. Anche se, di contropartita, sarete voi stessi bagnati per la maggior parte del tempo. L'altra opzione, il cammino Inca nella giungla, è un trekking di tre giorni che inizia con una guida su strada fino alla cima di una montagna per poi scendere giù in bicicletta fino in fondo. Una intera giornata di escursioni segue il giorno dopo ad Aguas Calientes.

Entrambe queste alternative possono essere prenotate un paio di giorni in anticipo quando si arriva a Cuzco e si possono trovare altre opzioni molto più economiche per stare lontano dalla folla prima di arrivare a Machu Picchu. I prezzi per l'intero percorso si attestano intorno a 180/200 USD (gennaio 2011). Arrivati a Cuzco confrontate i vari tour operator e scegliete quello con cui vi sentite più a vostro agio. Alcuni gruppi offrono qualcosa in più degli altri (e.g. sacco a pelo compreso, ecc.).

Il cammino Inca nella giungla è un tour commerciale di gruppo, ma c'è anche un altro percorso che usano e che è utilizzabile anche da viaggiatori indipendenti che desiderano andare da soli. Minivan e bus sono a buon mercato (15/30 sol) dal "Terminal Santiago" a Cuzco e vi porterà al terminal di Santa Maria o a quello di Santa Teresa. Santa Maria è più lontano da Aguas Calientes rispetto a quanto non lo sia quello di Santa Teresa, ma è una buona opzione per coloro che desiderano fare escursioni in un sentiero Inca alternativo utilizzato localmente. La passeggiata vi porterà attraverso montagne e piccoli villaggi, oltre che in aziende agricole locali e offre una splendida vista sulla valle. Si può arrivare a Santa Teresa lo stesso giorno e ci sono villaggi, come Huacayupana e Quellomayo, che offrono una visione alternativa della vita locale e alloggio per chi non riesce ad arrivare a Santa Teresa in giornata. La camminata che va da qui a Santa Teresa si svolge lungo il fiume da maggio a novembre e su strada durante la stagione delle piogge, anche se è consigliabile chiedere una consulenza prima di intraprendere questa strada da dicembre ad aprile a causa del maltempo. Da Santa Teresa a Hidroelectrica sono 25 minuti di un taxi o minibus e da qui si può raggiungere a piedi il trekking pianeggiante in 2/3 ore per Aguas Calientes che è una delle più belle zone del viaggio.

Il governo peruviano ha imposto un limite di 500 persone al giorno sul cammino Inca. I permessi sono venduti fuori con largo anticipo, in particolare per l'alta stagione. I viaggiatori devono avere un passaporto valido per poter acquistare un pass al momento della prenotazione. Molti tour operator locali offrono opzioni di trekking alternative che consentono di effettuare escursioni simili nella zona, la maggior parte per visitare altre rovine Inca, non così ben scavate e riportate alla luce, per finire col viaggio in treno che porta a Machu Picchu. Una di queste possibilità è il cammino Choquequirao, che inizia a Cacharo e termina a Los Loros o il cammino Cachiccata che inizia a Racca e termina in Cachiccata.

Permessi/Tariffe[modifica]

Il tariffario e l'acquisto dei biglietti online sono disponibili sul sito ufficiale del governo e presso le biglietterie indicate sullo stesso sito, che purtroppo è incredibilmente difficile da usare. Le prenotazioni effettuate sul sito servono solo a darvi il diritto di pagare successivamente i biglietti, quindi non garantiscono l'ingresso; la garanzia la si ha solo dopo aver portato a termine l'effettivo pagamento. Le prenotazioni effettuate online sono valide solo per 2-6 ore, a seconda di chi le richiede, e il pagamento deve avvenire presso una banca (utilizzando il codice sulla prenotazione) o tramite uno degli altri mezzi di pagamento, sebbene non sia chiaro quali siano questi mezzi. L'opzione più sicura è quella di acquistare i biglietti presso il Ministerio de Cultura di Cuzco o di Aguas Calientes. Qualunque cosa scegliate, assicuratevi che il confusionario sito web non vi lasci con una prenotazione non valida, ostacolando così la vostra visita.

Il biglietto d'ingresso è di 62 USD per Machu Picchu e 71 USD Wayna Picchu (dicembre 2014), con sconti per i bambini e studenti con carta ISIC valida. Per il calcolo del vostro budget, non dimenticate di includere i biglietti del treno e dell'autobus. Mangiare nel sito costa 40 USD (maggio, 2015) per un pranzo a buffet.

La maggior parte degli ostelli può vendere i permessi di ingresso e biglietti dell'autobus. Evitate di comprarli all'agenzia di viaggi presso la stazione ferroviaria Ollantaytambo, in quanto loro non vendono i biglietti veri e propri, bensì una ricevuta che è necessario consegnare ad una persona per ricevere i veri biglietti; rischiando quindi di finire a girare per tutta Aguas Calientes alla ricerca di questa persona. È possibile acquistare il biglietto presso la Aguas Calientes Ministerio de Cultura in orario 05:30-21:00.

Ricordati di portare il passaporto, in quanto è richiesto al momento dell'ingresso. Alcuni viaggiatori sono stati in grado di entrare con altre forme di identificazione, ma non è una cosa garantibile. C'è un rinomato chiosco che rilascia un timbro per dimostrare ai propri amici e conoscenti di aver visitato questo luogo, anche se è tecnicamente illegale contrassegnare il proprio passaporto.

Solo piccoli zaini sono ammessi nel parco (non più di 20 litri), ma c'è un deposito bagagli presso l'ingresso, per lo più utilizzato dai frequentatori del cammino Inca. Se il vostro zaino venisse controllato, qualsiasi cibo contenuto in esso può essere confiscato.

Solo 2.500 persone sono autorizzate a entrare Machu Picchu ogni giorno. Il sito del governo elenca il numero di biglietti che sono disponibili per ogni giorno. Inoltre i visitatori devono acquistare i biglietti per Huayna Picchu in anticipo e ora c'è un costo aggiuntivo per la sua escursione dedicata.

Come spostarsi[modifica]

Vista da nord, dalla cima dello Huayna Picchu. Lo zigzag a sinistra è la strada d'accesso alle rovine, che parte dalla stazione ferroviaria di Puente Ruinas, nel fondovalle. In alto si scorge l'ultimo tratto della Strada Inca che attraversa il fianco del Machu Picchu

La zona archeologica in sé è accessibile sia tramite i sentieri incaici che vi conducono, sia utilizzando la strada Hiram Bingham (che risale il pendio del Machu Picchu dalla stazione ferroviaria di Puente Ruinas, ubicata in fondo alla gola). Nessuno dei due modi esenta il visitatore dal pagamento dell'accesso alle rovine.

L'assenza di una strada diretta al Santuario di Machu Picchu è voluta e permette di controllare il flusso dei visitatori; flusso che, dato il carattere di parco nazionale della zona, è particolarmente sensibile al sovraffollamento.

All'interno del parco non ci sono veicoli di qualsiasi tipo, quindi è opportuno portare scarpe comode, soprattutto se avete intenzione di fare una qualunque delle escursioni, come Huayna Picchu, tenendo a mente che l'uso dei bastoni da trekking non è ammesso. Le rovine principali sono abbastanza compatte e facilmente percorribili.

Cosa vedere[modifica]

Principali settori di Machu Picchu in accordo alla nomenclatura utilizzata dagli archeologi del I INC-Cusco

Tutti i punti panoramici che offrono una vista dall'alto sono spettacolari, ma prima di intraprendere la camminata assicuratevi che non ci siano nuvole. La mattina presto è sempre torbida, pertanto si consiglia di attendere mezzogiorno.

Prendete il vostro tempo per camminare attorno al sito, ci sono molti posti da vedere e da esplorare. Anche se non è necessario fare un tour guidato, questo fornisce una visione più profonda della città antica, dei suoi usi e delle sue informazioni geografiche. Una visita guidata di 2 ore costa circa 120 Sol (2015). Per risparmiare qualcosa potete unirvi ad altri turisti che come voi vorrebbero prendere una guida.

Tenete a mente che si sa relativamente poco circa la storia e gli usi delle rovine, e alcune delle storie raccontate dalle guide si basano su quelle che sono poco più di storie fantasiose.

L'area edificata di Machu Picchu è di 530 metri di lunghezza per 200 di larghezza ed include almeno 172 livelli: Il complesso è chiaramente diviso in due grandi zone, la zona agricola, formata dall'insieme delle terrazze per la coltivazione, ubicata a sud, e la zona urbana, che è quella dove vivevano gli abitanti e dove si svilupparono le principali attività civili e religiose.

Entrambe le parti son separate da un muro, un fosso e una scalinata, elementi che corrono paralleli alla costa est della montagna

La zona agricola[modifica]

Terrazzamenti del lato est

I terrazzamenti di Machu Picchu appaiono come grandi scale costruite sul lato della collina. Sono strutture formate da un muro di pietra con un riempimento di diversi strati di materiale (pietre grandi, pietre piccole, ghiaia, argilla e terra da coltivazione) che facilitano il drenaggio, evitando che l'acqua si fermi in esse (è necessario considerare la grande piovosità della zona) e sgretoli la struttura. Questo tipo di struttura ha permesso la coltivazione sopra di esso fino al primo decennio del XX secolo. Altri terrazzamenti meno importanti si incontrano nella parte bassa di Machu Picchu intorno a tutta la città. La loro funzione non era agricola bensì servivano come muri di contenimento.

Sul lato est del cammino Inca, che arriva a Machu Picchu da sud, si possono vedere 5 grandi costruzioni. Esse furono utilizzate come granaio o magazzino. Ad ovest del cammino si incontrano due grandi insiemi di terrazzamenti: uno concentrico a forma semicircolare e l'altro rettilineo.

La zona urbana[modifica]

Il Templo del Sol o Torreón
Rocca posta sotto il Tempio del Sole, ingresso al cosiddetto Mausoleo reale.Alcuni autori lo considerano la "tomba" di Pachacutec
Il Templo Principal
La "pirámide" de Intihuatana (Conjunto 5). Al primo piano la Plaza Sagrada (C4) ed il Templo Principal
L'Intihuatana
Stanza degli ornamenti, nel recinto attaccato al tempio principale
Vista del complesso 9 o de las Tres Portadas sobre tre livelli di terrazzamenti, visti dalla piazza principale
Vista del Conjunto de los Morteros o Acllahuasi (Grupo 18) come lo si vede dall'intihuatana
Il sito archeologico di Vitcos

Un muro lungo 400 metri divide la città dalla zona agricola. Parallelo al muro corre un fosso usato come drenaggio principale della città. Nella parte alta del muro si trova la porta di Machu Picchu che aveva un sistema di chiusura interna.

La zona urbana è stata divisa in 2 settori: hanan (alta) e hurin (bassa), in accordo alla divisione tradizionale della società e della gerarchia andina. Il centro di questa divisione fisica è la plaza alargada, costruita su terrazze a differenti livelli che si accordano al naturale declivio della montagna.

Il secondo asse per importanza della città forma una croce con il primo, attraversando praticamente tutta la larghezza delle rovine da est a ovest. Consiste di 2 elementi: una lunga e larga scalinata che fa le veci di strada principale ed un insieme di corsi d'acqua che corrono paralleli ad esso. Nell'intersezione di entrambi è ubicata la residenza dell'Inca, il tempio osservatorio del Sol o Torreon ove si trova la prima e la più importante delle fonti d'acqua.

Settore Hanan[modifica]

  • Complesso 1. Il complesso 1 include strutture correlate alle necessità di chi arrivava alla città dalla porta (area vestibolare), stabili per i camelidi (lama), laboratori, cucine ed abitazioni. Tutto il lato est del cammino è una successione di strade parallele che scendono lungo la costa della montagna. La costruzione più importante il vestibolo, aveva due piani e vari accessi. Nella parte sinistra della zona di accesso si trovano le abitazioni di rango inferiore che sono in relazione al lavoro nella cava, situata vicino a questo settore. Tutte le costruzioni erano di fattura comune e, nel passato, intonacate e pitturate.
    • Porta del Sole (Inti Punku). Se siete giunti ​​tramite il cammino Inca, questa sarà il vostro primo impatto con le rovine. Altri viaggiatori potrebbero tornare indietro dalle rovine lungo il sentiero e su per la collina. Da qui si può guardare dall'alto in basso ogni valle, offrendo una vista eccellente ma se è nuvoloso non la si può apprezzare, e in questi casi o lasciate perdere o aspettate per una rischiarita. Si tratta di una camminata piuttosto faticosa (circa 1/1,5 ore in ogni direzione), ma ne vale la pena.
    • Tempio del Sole. Si accede per una porta a doppio battente, che era permanentemente chiusa (rimangono i resti del meccanismo di chiusura). La costruzione principale è conosciuta come El Torreon, ovvero torrione dai blocchi lavorati finemente. Fu usato per cerimonie riguardanti il solstizio di giugno. Una delle sue finestre mostra ancora resti di incrostazioni ornamentali che furono rimosse in momento non specificato della storia di Machu Picchu. In più vi sono i residui di un grande incendio. Il Torreon è costruito sopra la grande roccia sotto la quale c'è una piccola grotta che è stata riempita completamente con pietre fini. Si crede fosse un mausoleo e che nelle sue grandi nicchie riposassero alcune mummie. Luis Lumbrera ritiene possa essere il mausoleo di Pachacútec e che la sua mummia vi riposasse fino a poco dopo l'irruzione degli spagnoli.
  • Residenza reale. Tra le costruzioni adibite ad abitazione questa è la più fine, grande e meglio disposta. La sua porta di accesso è il primo ingresso della città. Include 2 abitazioni con grandi architravi monolitici e muri di pietra ben tagliati. Una di queste abitazioni ha l'accesso ad un bagno di servizio con scolo igienico. Il complesso comprende un caravanserraglio per lama ed una terrazza privata con vista al lato est della città, dal quale si vede il tempio del sole.
  • Piazza sacra. Si chiama così un complesso di costruzioni disposte intorno ad un patio quadrato. Tutte le evidenze indicano che il luogo era destinato a rituali differenti. Essa include due tra i maggiori edifici di Machu Picchu, formati da rocce tagliate con molta proprietà: il Templo de la tres ventanas i cui muri composti da grandi blocchi poligonali furono assemblati come un puzzle, ed il Templo Principal, con blocchi molto regolari, che si crede fosse il principale punto cerimoniale della città. Addossato ad esso troviamo la cosiddetta Casa del sacerdote o Cámara de los ornamentos. Alcuni indizi fanno pensare che la costruzione di questo complesso non fu mai terminata.
  • Intihuatana. Trattasi di una collina, le cui coste sono state terrazzate, prendendo così la forma di una piccola piramide di base poligonale. Include due grandi scalinate di accesso sia dal lato nord che dal lato sud. Quest'ultima è molto interessante essendo stata intagliata, per un lungo tratto, su un'unica pietra. Più in alto, circondata da costruzioni, si incontra la pietra Intihuatana, uno degli oggetti più studiati di Machu Picchu, che è stato messo in relazione con una serie di luoghi considerati sacri, dal quale si stabilirono allineamenti con avvenimenti astronomici e con le montagne circostanti. La sua pietra è scolpita in modo che in certi giorni, all'alba, il sole fa una certa ombra, fungendo da meridiana solare. Non per niente in lingua quechua Inti significa sole mentre huatana, afferrare. Mentre la maggior parte dei mattinieri si gode l'alba dalla torre di guardia, l'intihuatana offre i migliori scorci e potreste averlo solo per voi.

Settore Hurin[modifica]

Pietra intagliata perfettamente che col passare dei secoli si è solo leggermente spezzettata.

  • Roca Sagrada. Si chiama così una pietra di superficie chiara posta su un ampio piedistallo. Essa segna l'estremo nord della città ed il punto di partenza del sentiero a Huayna Picchu.
  • Gruppo dei tre portali. È un ampio complesso architettonico dominato dai 3 grandi portali disposti simmetricamente ed in contatto tra di loro. I portali, di identica fattura, sono orientati verso la piazza principale di Machu Picchu. Include sili e laboratori.
  • Gruppo de los morteros (Acllahuasi). È il più grande complesso della città nonostante abbia una sola porta di accesso, che può suggerire che si tratti dell'Acllahuasi di Machu Picchu (o casa delle donne scelte) dedicate al servizio religioso ed all'artigianato fine. Include una famosa abitazione di pietra ben lavorata, nel cui interno si trovano due affioramenti di roccia tagliati a forma di mole circolari, probabilmente usata per macinare il grano. Alcuni autori pensano che venisse riempito con acqua ed in esso si riflettessero gli astri. Il complesso era verosimilmente usato per rituali, vi si trovano infatti altari, incluso un portale costruito attorno ad una roccia. Vi sono evidenze che si trattasse della residenza dell'élite.
  • Gruppo del condor. È un ampio gruppo di costruzioni, di aspetto non sempre regolare, che segue il contorno delle rocce. Include alcune grotte ad uso rituale ed una gran pietra tagliata al centro di un ampio patio nella quale molti credono vedere la rappresentazione di un condor: a sud del "condor" si incontrano abitazioni dell'élite che avevano l'unico accesso privato ad una delle fonti di Machu Picchu. Tra le abitazioni ed il patio del condor si sono identificati dei chiari resti di una costruzione dedicata all'allevamento dei cuy (porcellini d'India).


Cosa fare[modifica]

Machu Picchu visto da Huayna Picchu

Per chi ha ancora un po' d'energia, ci sono alcune grandi escursioni che necessitano un po' di lavoro di gambe. L'importante è essere sicuri di essersi presi il giusto tempo per acclimatarsi all'elevazione di Cuzco o Aguas Calientes per un paio di giorni prima di chiedere troppo a se stessi, soprattutto su Huayna Picchu.

  • Huayna Picchu (Wayna Picchu). Ecb copyright.svg 87 Sol da aggiungere al prezzo del biglietto. Dominando il lato nord di Machu Picchu è questa ripida montagna che spesso fa da sfondo a molte foto delle rovine. Sembra un po' scoraggiante vista dal basso, ma sebbene sia ripida, non è una salita particolarmente difficile, e le persone più ragionevolmente in forma dovrebbero essere in grado di fare la salita in circa 45 minuti. Scalini di pietra sono disposti lungo la maggior parte del percorso, e nei tratti più ripidi cavi di acciaio forniscono un solido corrimano. Detto questo, aspettatevi di restare a corto di fiato e fate attenzione nelle porzioni più ripide, soprattutto quando è bagnato, in quanto può diventare pericolosamente scivoloso. C'è una piccola grotta vicino alla parte superiore che doveva essere un passaggio attraverso l'interno, è abbastanza bassa e stretta, quasi claustrofobica. Fare attenzione al culmine, può essere un po' precaria, e chi soffre di vertigini potrebbe volersi aggrappare alla parte inferiore. L'intera passeggiata si svolge attraverso un bel paesaggio e la vista dalla cima è mozzafiato, inclusi gli uccelli che sovrastano tutto il sito. Ci sono anche alcune rovine vicino alla cima.Visitando queste rovine, vedrete un secondo percorso per iniziare la discesa giù per la montagna attraverso una grotta, un tempo pensato per essere il Tempio della Luna, lungo alcuni gradini molto ripidi e profondi; questi passaggi sono un po' pericolosi, se bagnati, ma l'escursione può valere la pena. Questa escursione è una delle migliori per allontanarsi dalla folla di Machu Picchu e Huayna Picchu. I biglietti per Huayna Picchu devono essere prenotati in anticipo e sono limitati a 400 visitatori al giorno - chiedere il tour operator col quale si sta andando a Machu Picchu per riservarvelo (almeno un mese prima!). I biglietti possono essere acquistati per uno dei seguenti due gruppi: 7:00-8:00 e 10:00-11:00. 200 persone sono ammesse per ogni gruppo. L'ingresso di ogni escursione è controllato da una seconda biglietteria, e i visitatori sono sfalsati tra loro indipendentemente dall'ora di entrata. In altre parole, se avete un biglietto per il gruppo delle 7:00-8:00, anche se si arriva alle 6.30, se ci sono altre persone in fila davanti a voi, non si avrà modo di salire fino a che tutti quelli davanti a voi non sono stati ammessi. Per trovare questa seconda porta, entrare nel sito tramite la porta regolare e seguire le indicazioni.
  • Se avete un po' di tempo a portata di mano o avete un impellente bisogno di un po' di solitudine, da Huayna Picchu si può anche raggiungere a piedi il Tempio della Luna (Templo de la Luna) e la Grotta grande (Gran caverna). Si tratta di una lunga passeggiata e un avventuroso trekking che coinvolge diverse scale. Si noti che a partire da dicembre 2014, i percorsi verso questi siti sono stati banditi ai visitatori. Alcuni potrebbero non trovare particolarmente gratificanti i siti incontrati, ma si potrà avvistare un'inaspettata fauna selvatica come esemplari di orsi dagli occhiali selvatici. Questa escursione è anche molto interessante perché seppur in parte ci si lascia alle spalle il terreno di montagna per immettersi in un bosco più convenzionale. Le grotte sono raggiungibili sia con escursioni a piedi lungo il sentiero dal picco di Huayna Picchu (che comprende alcune sfiancanti discese quasi verticali che al tempo stesso risulteranno divertenti) o con la scissione dal sentiero principale Huayna Picchu (cercate il cartello che dice "Gran caverna"). Ricordate che è molto più facile scendere da Huayna Picchu che salire da questi templi. Ricordati di portare molta acqua e spuntini per questa lunga escursione. L'escursione dalla cima alle grotte e ritorno al punto di controllo dura circa due ore in più. Per fare correttamente Huayna Picchu, il Tempio della Luna e la Grotta grande dovreste preventivare un giro di 4/5 ore.
Il sito di Machu Picchu visto dal monte Machu Picchu
Ponte Inca
  • Monte Machu Picchu (Cerro Machu Picchu). Questa è la montagna su cui si trova Machu Picchu e si può raggiungere a piedi la vetta. Come su Huayna Picchu si avrà una vista spettacolare, ma non vi è alcun costo aggiuntivo per l'escursione sul monte Machu Picchu. Il percorso per la vetta del monte Machu Picchu può essere trovato lungo il percorso verso la porta del Sole. Il monte Machu Picchu è tra i siti meno visitati della zona, il che vi darà l'opportunità di allontanarvi dalla folla dei turisti. Per il viaggio di andata e ritorno è necessario pianificare 2,5/3 ore.
  • Ponte Inca. Storicamente ci sono stati due percorsi a Machu Picchu. Il cammino Inca è uno dei due percorsi, l'altro invece passa attraverso il ponte Inca. Questo ponte (un ponte levatoio realizzato con tronchi) è costruito attraverso una scogliera a picco, che permetteva un accesso controllato alla città. La passeggiata al ponte Inca è breve e può essere trovato a sud-ovest di Machu Picchu.


Acquisti[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Ufficialmente, non è consentito portare qualsiasi tipo di cibo o di bottiglie d'acqua nel parco e normalmente viene controllata la loro presenza al deposito bagagli all'ingresso. In pratica, però, le borse sono raramente ispezionate e la maggior parte delle persone non ha nessun problema a portare con sé una piccola bottiglia di acqua e qualche snack, di cui avrete sicuramente bisogno, soprattutto per chi ha intenzione di allontanarsi dal set centrale delle rovine. Acquistate ciò di cui avrete bisogno in anticipo, in quanto sono molto più costosi all'interno del sito. In ogni caso non pensate neppure di lasciare uno straccio di spazzatura all'interno del prezioso patrimonio UNESCO. Se state pianificando di camminare nel parco dalle 06:00 alle 17:00, avrete bisogno di almeno 1,5 litri di acqua.

Lo stand vicino all'ingresso del sito è davvero troppo costoso a causa della carenza di alternative. Per un pasto chiedono 40 USD e una piccola bottiglia di acqua costa 0,8 sol (mentre al supermercato costa 0,1 sol). Una volta nel sito, non sono in vendita né cibo né bevande, anche se è possibile uscire per poi rientrare.

  • Tinkuy Buffet Restaurant (Al Belmond Sanctuary Lodge), +51 84 211038. Ecb copyright.svg 40 USD. Simple icon time.svg 11:00–15:30. Un informale pranzo a buffet. Il cibo è decente e il ristorante molto affollato nelle ore di punta. Un biglietto del treno + buffet scontato è disponibile su alcuni treni provenienti dal Perù Rail. Dopo pranzo, dare un'occhiata alle fotografie in formato poster del ristorante dal 1911, anno della "scoperta" di Hiram Bingham di Machu Picchu.
  • Tampu Restaurant Bar (Al Belmond Sanctuary Lodge), +51 84 211038. Simple icon time.svg 5:30-21:00, 12:00-15:00, 18:30-21:30. Aperto solo per gli ospiti dell'hotel con prezzi "coerentemente" molto elevati.


Dove alloggiare[modifica]

Dato che questo è un parco protetto, è quasi impossibile costruire ulteriormente nella zona. Pertanto, vi è attualmente un solo hotel molto costoso nel sito stesso.

  • Belmond Picchu Sanctuary Lodge, KM 7.5, Carretera Hiram Bingham (Situato appena fuori dalla biglietteria), +51 84 211038, @ perures.fits@belmond.com. Ecb copyright.svg Oltre 1.000 USD a notte con pensione completa tasse escluse (ottobre 2015). Questo superbo albergo è troppo caro ed è l'unica opzione per dormire al parco. Ci sono due ristoranti altrettanto costosi in loco e 2 suite che hanno una vista parziale delle rovine. A meno che non si abbiano più soldi che buon senso, non è consigliabile dormire qui. Escludendo i più facoltosi, la pressoché totalità di coloro che vorranno passare la notte nei pressi di Machu Picchu dovrà prenotare un hotel ad Aguas Calientes.


Sicurezza[modifica]

L'ingresso al sito è costoso e particolarmente controllato, quindi è difficile che al suo interno ci si possa imbattere in borseggiatori, tuttavia è sempre buona norma non abbassare la guardia.

Essendo un sito ricco di sentieri escursionistici il rischio più reale è quello di cadere più o meno rovinosamente. I rischi sono maggiori nella stagione delle piogge quando il suolo diventa ancor più scivoloso del normale.

Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Aguas Calientes — Meta obbligata per tutti coloro che vogliono dormire a prezzi ragionevoli nei dintorni di Machu Picchu.
  • Cuzco — È il centro più grande nei pressi del sito.


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene informazioni su come arrivare, sulle principali attrazioni o attività da svolgere e sui biglietti e orari d'accesso.