Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Europa centrale > Germania > Germania centrale > Assia > Fulda

Fulda

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Fulda
Cattedrale della diocesi di Fulda
Stemma
Fulda - Stemma
Stato
Stato federato
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Posizione
Mappa della Germania
Fulda
Fulda
Sito istituzionale

Fulda è una città della Hessen.

Da sapere[modifica]

L'origine del nome Fulda non è chiara. L'origine più probabile è una cosiddetta idronimia (denominazione di un corso d'acqua) dal sassone antico folda (terra, suolo) e la parola di base -aha, apparentata col termine latino aqua e che appare in molti nomi di fiumi tedeschi.

Cenni geografici[modifica]

La città si trova sul fiume Fulda vicino alle frontiere della Turingia e della Baviera, incuneata fra i monti Rhön a est e il Vogelsberg a ovest.

Fulda confina con i comuni di Petersberg, Künzell e Eichenzell.


Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Architetture religiose[modifica]

La chiesa di San Michele (Michaelskriche)
  • Chiesa di San Michele (Michaelskirche). Fulda conserva dal 1000 d.C. la chiesa romanica di San Michele, uno degli edifici ecclesiastici più antichi della Germania. Così come la basilica di Ratgar fungeva in passato da luogo di sepoltura. L'interno della chiesa di San Michele è decorato con affreschi.
  • Chiesa di Sant'Andrea (St. Andreas Kirche). La cripta recentemente restaurata è dell'epoca degli Ottoni. Rappresenta un'opera d'arte molto ben conservata e conserva una delle pitture murali più antiche a nord delle Alpi. Sant'Andrea, edificio risalente all'anno 1020, era in passato un monastero.
  • Duomo di San Salvatore a Fulda (Dom St. Salvator zu Fulda). Il Duomo di Fulda è il simbolo della città. All'interno del Duomo si trova tra l'altro la tomba di San Bonifacio, il primo apostolo dei tedeschi. I piani architettonici dell'edificio furono realizzati nell'anno 1700 da uno dei più importanti artisti barocchi tedeschi, Johann Dientzenhofer (1663-1726), su incarico dell'abate-principe Adalbert von Schleifras. L'edificio precedente, la basilica di Ratgar, in passato la più grande basilica a nord delle Alpi, fu abbattuta per far edificare il Duomo, la cui costruzione in stile barocco cominciò nel 1704. Il 15 agosto 1712 il Duomo fu consacrato. La struttura interna del Duomo è ispirato alla basilica di San Pietro a Roma.
  • Domdechanei (Dechanei). La Dechanei e l'annesso giardino si trovano nelle immediate vicinanze del Duomo di Fulda. Oggi vi si può osservare un lapidario. In una sezione dell'edificio ha sede il museo del Duomo.
  • Monastero di Frauenberg. Datato (1758-1765): essendo il luogo preferito di San Bonifacio, il monastero di Frauenberg ricevette il nome di Bischofsberg (montagna del vescovo). Molto presto la cappella in legno dell'abate Ratgar (802-817) fu sostituita da una chiesa in pietra. Fino al 1525 il monastero di Frauenberg costituiva una delle Propsteien di Fulda. Sulla montagnola di Frauenberg risiedono dal 31 marzo 1623 i monaci francescani. Nel 1757 il monastero e la chiesa furono presi da un incendio che si propagò fino all'edificio del principe; il monastero assunse dunque il suo aspetto barocco durante la sua ricostruzione tra il 1758 e il 1765.
  • Chiesa parrocchiale di San Blasio (Stadtpfarrkirche St. Blasius). Dopo che nel 1771 la vecchia chiesa fu rasa al suolo, per volontà del principe-vescovo Heinrich von Bibra, si procedette alla costruzione di una chiesa barocca. Il piano architettonico è del padre gesuita Andreas Anderjoch. La consacrazione si svolse il 17 agosto 1785.
  • Chiesa dello Spirito Santo (Heilig-Geist-Kirche). L'attuale chiesa barocca dello Spirito Santo, edificata per volontà del principe-abate Adolf von Dalberg, funse da chiesa ospedaliera al posto della precedente chiesa gotica a partire dal XIII secolo.
  • Severikirche. La chiesa fu costruita in stile gotico tra il 1438 e il 1445. Tra il 1620 e il 1623 l'edificio fu utilizzato come prima chiesa monastica dei francescani chiamati a Fulda. Fu per poco tempo chiesa dei benedettini dal 1626.
  • Abbazia benedettina di Santa Maria (Benediktinerinnenabtei zur Heiligen Maria). L'abbazia benedettina è un monastero benedettino situato nel centro di Fulda. La sua costruzione fu voluta nel 1626 dal principe-abate Johann Bernhard Schenck zu Schweinsberg (1623-1632). La chiesa monastica, edificata tra il 1629 e il 1631, presenta uno stile tardogotico e rinascimentale. Ancora oggi vi risiedono suore dell'ordine benedettino.
  • San Bonifacio a Horas. Riproduzione del 1885 della Elisabethkirche di Marburgo, con finestre a vetri di Charles Crodel del 1958 e del 1974.
  • Castello di Johannesberg (Propsteischloss Johannesberg). Menzionato per la prima volta nell'anno 811. Sotto l'abate Rabanus Maurus (822-842) la chiesa fu ingrandita e fu fondato un monastero benedettino, poi trasformato in una Propstei. Attorno al 1500 fu eretto un edificio dallo stile tardogotico, cui tra il 1686 e il 1691 fu conferito un aspetto barocco.

Castelli[modifica]

Il Castello di Fulda
  • Castello di Fulda (Stadtschloss). Il primo edificio antecedente al castello di Fulda era la fortezza dell'abate costruita all'inizio del XIV secolo. In seguito, all'inizio del XVI secolo, la fortezza fu trasformata in un castello, che dal 1575 fu ampliato per poi assumere la forma di un palazzo rinascimentale. La forma barocca gli fu conferita dall'architetto Johann Dientzenhofer all'inizio del XVIII secolo. All'inizio dell'Ottocento, quando al castello furono effettuate modifiche per renderlo una residenza principesca, si usò uno stile tardo neoclassico.
  • Castello Fasanerie (Adolphseck). Il castello, dapprima residenza dei principi-vescovi, poi residenza estiva dei principi di Assia, si trova nella vicina località di Eichenzell. Il castello fu costruito negli anni 1730-1757. Lo spazioso edificio barocco, voluto dal principe-vescovo di Fulda Amand von Buseck, rispecchia in modo evidente il suo potere e la sua passione per lo sfarzo. L'architetto a cui fu affidato l'incarico di progettare il castello fu il maestro di corte italiano Andreas Gallasini. Nel castello si trova una collezione di porcellane, con porcellane di Fulda, unica in Europa.


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.