Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Spagna > Andalusia > Provincia di Huelva

Provincia di Huelva

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Provincia di Huelva
Tramonto al parco nazionale di Doñana
Localizzazione
Provincia di Huelva - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Provincia di Huelva - Stemma
Provincia di Huelva - Bandiera
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Provincia di Huelva è un territorio dell'Andalusia.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

  • El Andévalo
  • El Condado
  • Costa Occidental
  • Cuenca Minera
  • Comarca metroplolitana de Huelva
  • Sierra de Huelva

Centri urbani[modifica]

  • Huelva — Capoluogo provinciale, Huelva è un porto industriale con raffinerie di petrolio e centrali termoelettriche situate sull'estuario dei fiumi Tinto e Odiel. La città è famosa per le feste che vi si svolgono ogni anno tra fine luglio e inizi agosto e celebrano la partenza di Cristoforo Colombo per le Americhe (Fiestas Colombinas).
  • Almonte
  • Ayamonte
  • Bollullos Par del Condado
  • El Rocío — Villaggio di 1.000 abitanti con un santuario mariano meta nella settimana di pentecoste di un pellegrinaggio (Romería de El Rocío) cui partecipa 1.000.000 di devoti.
  • Moguer
  • Niebla — Oggi modesto villaggio di 4.000 abitanti, Niebla fu un insediamento abitato in continuazione fin dal neolitico per raggiungere il suo apogeo in epoca almoravide e dell'epoca conserva imponenti mura di cinta e una cinquantina di bastioni.
  • Palos de la Frontera

Costa de la Luz

Sierras

Altre destinazioni[modifica]

  • 1 Marismas del Odiel
  • 2 Parco nazionale di Doñana (Parque Nacional de Doñana) — Con più di 300.000 visitatori all'anno, il parco nazionale di Doñana è la maggiore attrazione della provincia di Huelva, all'undicesimo posto nella classifica dei parchi nazionali di Spagna per numero di visitatori. Si estende su paludi costiere che ospitano una fauna variegata. È stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco nel 1994.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Monasterio de La Rábida. La Rábida Friary (Q2580841) su Wikidata


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.