Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Mali

Patrimoni mondiali dell'umanità in Mali

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Mali al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

Il Mali ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 5 aprile 1977.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Antico villaggio di Djenné 1988 Culturale (iii)(iv) Abitata fin dal 250 a.C., Djenné divenne un centro commerciale e un anello importante nel commercio di oro trans-sahariana. Nei secoli XV e XVI, è stato uno dei centri per la propagazione dell'Islam. Le sue case tradizionali, di cui quasi 2.000 sono sopravvissute, sono costruite su collinette (toguere) come protezione dalle inondazioni stagionali. Great Mosque of Djenné 1.jpg
2 Timbuctù 1988 Culturale (ii)(iv)(v) Casa della prestigiosa coranica università Sankore e altre madrase, Timbuktu era un capitale intellettuale e spirituale e un centro per la diffusione dell'Islam in tutta l'Africa nei secoli XV e XVI. Le sue tre grandi moschee, Djingareyber, Sankore e Sidi Yahia, ricordano l'età d'oro di Timbuktu. Anche se in continuo restaurato, questi monumenti sono oggi minacciati dalla desertificazione. Timbuktu Mosque Sankore.jpg
3 Falesia di Bandiagara (terra dei Dogon) 1989 Misto (v)(vii) Il sito di Bandiagara è un paesaggio eccezionale di scogliere e altipiani di sabbia con qualche bella architettura (case, granai, altari, santuari e Togu Na o ritrovi comunali). Diverse tradizioni sociali secolari vivono nella regione (maschere, feste, riti e cerimonie che coinvolgono il culto degli antenati). L'interesse geologico, archeologico ed etnologico, insieme con il paesaggio, rendono l'altopiano Bandiagara uno dei luoghi più suggestivi dell'Africa occidentale. Bandiagara escarpment1.jpg
4 Tomba di Askia 2004 Culturale (ii)(iii)(iv) La scenica struttura piramidale alta 17 m della Tomba di Askia è stata costruito da Askia Mohamed, l'imperatore di Songhai, nel 1495 nella sua capitale Gao. Essa testimonia la potenza e la ricchezza dell'impero che fiorì nei secoli XV e XVI attraverso il controllo del commercio trans-sahariano, in particolare di sale e oro. È anche un ottimo esempio delle monumentali tradizioni di costruzione col fango degli Stati dell'Africa saheliana occidentale. Il complesso, compresa la tomba piramidale, due edifici moschea tetto piatto, il cimitero moschea e la terra assieme a cielo aperto, è stato costruito quando Gao divenne la capitale dell'Impero Songhai e dopo che Askia Mohamed tornò dalla Mecca e ha reso l'Islam la religione ufficiale dell'Impero. Askia.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti