Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Tematiche turistiche > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Libano

Patrimoni mondiali dell'umanità in Libano

Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Libano al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

Il Libano ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 3 febbraio 1983.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Anjar 1984 Culturale (iii)(iv) La città di Anjar è stata fondata dal califfo Walid I, all'inizio del VIII secolo. Le rovine rivelano una forma molto regolare, che ricorda i palazzi-città dell'antichità, e sono una testimonianza unica di urbanistica sotto gli Omayyadi. Anjar vu du palais.jpg
2 Baalbek 1984 Culturale (i)(iv) Questa città fenicia, dove si venerava una triade di divinità, era conosciuta come Heliopolis durante il periodo ellenistico. E ha mantenuto la sua funzione religiosa in epoca romana, quando il santuario della Heliopolitan Giove attirato migliaia di pellegrini. Baalbek, con le sue strutture colossali, è uno dei migliori esempi di architettura romana imperiale al suo apogeo. Baalbek-Bacchus.jpg
3 Biblo 1984 Culturale (iii)(iv)(vi) Le rovine di molte civiltà successive si trovano a Biblo, una delle più antiche città fenicie. Abitata fin dal Neolitico, è stata strettamente legata alle leggende e la storia della regione del Mediterraneo per migliaia di anni. Biblo è anche direttamente associata con la storia e la diffusione dell'alfabeto fenicio. ByblosObeliskTemple.jpg
4 Tiro 1984 Culturale (iii)(vi) Secondo la leggenda, il colore porpora è stato inventato a Tiro. Questa grande città fenicia dominava i mari e fondato prospere colonie come Cadice e Cartagine, ma il suo ruolo storico è diminuito alla fine delle Crociate. Ci sono importanti resti archeologici, soprattutto di epoca romana. TyreAlMina.jpg
5 Ouadi Qadisha (la Valle sacra) e la Foresta dei cedri di Dio (Horsh Arz el-Rab) 1998 Culturale (iii)(iv) La valle di Qadisha è uno dei primi e più importanti insediamenti monastici cristiani nel mondo. I suoi monasteri, molti dei quali sono molto antichi, stare in posizioni panoramiche in un paesaggio aspro. Nelle vicinanze si trovano i resti della grande foresta di cedri del Libano, molto apprezzati nell'antichità per la costruzione di grandi edifici religiosi. Qadisha.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti