Scarica il file GPX di questo articolo

Africa > Africa sahariana > Niger > Niger settentrionale

Niger settentrionale

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Niger settentrionale
1997 277-16A Agadez hotel.jpg
Stato
Avviso di viaggio! ATTENZIONE: benché meno volatile del vicino Mali, il Niger settentrionale è attualmente pericoloso per i viaggi a causa del lungo conflitto con i nomadi Tuareg. Dopo la guerra civile libica nel 2011 una notevole quantità di armi sono state portate nella zona e la situazione potrebbe peggiorare rapidamente. Sono capitati anche rapimenti di occidentali. È necessario un permesso del governo per viaggiare Niger settentrionale ed è improbabile che possa essere concesso per turismo. Le persone che cercano di entrare in modo indipendente senza permesso vengono arrestate ed espulse dalla regione. (Aggiornato a marzo 2013)

Niger settentrionale è una regione del Niger prevalentemente estesa nell'area sahariana.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Agadez — Mitica città carovaniera per oltre cinque secoli è stata il centro commerciale delle rotte tra Gao in Mali e Tripoli in Libia, ospita un magnifico palazzo del Sultano di cui è visitabile solo il cortile esterno e la "Grande Mosqueé", costruita in tipico stile sudanese, è il cuore pulsante della città nel mezzo del labirintico "Vieux Quartier".
  • Arlit — La seconda più grande città della regione (dopo Agadez) e località mineraria, nata a seguito della scoperta di importanti giacimenti di uranio coltivati in due miniere a cielo aperto.
  • Bilma — Si trova sotto le scogliere di Kaouar, in un'oasi; e punto d'accesso alle remote insenature del deserto Ténéré.
  • Chirfa — Punto d'accesso per l'altopiano di Djado.

Altre destinazioni[modifica]

  • Riserva naturale di Aïr e Ténéré — Splendidi paesaggi desertici che sono stati a lungo solcati dai viaggiatori in Niger, anche se purtroppo attualmente la zona non è sicura per gli spostamenti.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]

Intricati ornamenti e le danze sono importanti nella guérewol

Se si visita a metà settembre, subito dopo la stagione delle piogge, si deve essere sicuri di partecipare al Cure Salee, tradotto come la "Cura del Sale" a causa delle vicine saline e noto anche come Festival dei Nomadi. Si tratta di un raduno annuale dei nomadi Tuareg e dei popoli wodaabe che abitano il Niger settentrionale e del Mali che si svolgono presso il villaggio di In-Gall, 115 chilometri a ovest di Agadez. Il festival fa parte del mercato, parte aggregazione sociale. Per il popolo wodaabe il Cure Salee è il più importante guérewol, o rituale di corteggiamento, di tutto l'anno. Il guérewol è un rituale, molto affascinante per il viaggiatore occidentale, in cui gli uomini si esibiscono in danze che possono andare avanti per giorni indossando elaborato trucco per le donne atto a corteggiare un potenziale marito.

A tavola[modifica]


Sicurezza[modifica]

Prima di intraprendere il viaggio consultare:

A causa delle truppe del Mali, non è opportuno visitare questa regione.

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.