Scarica il file GPX di questo articolo

Oblast' di Sachalin > Isole Curili

Isole Curili

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Isole Curili
Isola principale
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie

Isole Curili è una regione della Russia.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Le isole Curili (in russo: Кури́льские острова́,; in giapponese: 千島列島, Chishima rettō), costituiscono un arcipelago di 60 isole che si trova tra l'estremità nordorientale dell'isola giapponese di Hokkaidō e la penisola russa della Kamčatka. Le isole Curili separano il mare di Ochotsk dal Pacifico settentrionale. Fanno parte dell'oblast di Sakhalin. Queste isole sono note per essere soggette a frequenti e forti terremoti. Le isole sono delimitate da una stretta e profonda fossa (9.000-10.000 metri di profondità) che da esse prende il nome, la "Fossa delle Curili".

Cenni storici[modifica]

Le isole Curili furono abitate dagli ainu da tempo immemorabile, finché essi non vennero cacciati dalla parte settentrionale dell'arcipelago dai russi, giunti nel XIX secolo[1]. Nel 1857 il Giappone ricevette dalla Russia l'arcipelago in cambio dell'isola di Sachalin. L'Unione Sovietica tornò a reclamare le Curili con la fine della Seconda guerra mondiale in occasione del trattato di San Francisco.

Attualmente il Giappone rivendica le quattro isole meridionali che il governo di Tokyo chiama "i territori settentrionali". Anche se qualche progresso diplomatico si è verificato con la presidenza di Vladimir Vladimirovič Putin, difficilmente si potrà restituire al Giappone le quattro isole meridionali dell'arcipelago, in quanto sedi delle basi navali, aeree e dei sottomarini nucleari russi. Giova a questo proposito rammentare che – nel settembre 1983 – proprio in quest'area, l'aviazione sovietica non esitò ad abbattere un volo di linea coreano Volo KAL 007 finito fuori rotta scambiandolo per un aereo spia americano.

Territori e mete turistiche[modifica]

Mappa delle Isole

L'arcipelago è composto da 60 isole, di cui le principali sono:

Isole settentrionali[modifica]

  • Atlasov (Атласов, Araido / 阿頼度島)
  • Šumšu (Шумшу, Shumushu / 占守島)
  • Paramušir (Парамушир, Paramushiru, Horomushiro / 幌筵島)
  • Anciferov (Анциферова, Shirinki / 志林規島)
  • Makanruši (Маканруши, Makanru / 磨勘留島)
  • Onekotan (Онекотан, Onnekotan / 温禰古丹島)
  • Charimkotan (Харимкотан, Harimukotan, Harumukotan / 春牟古丹島)
  • Čirinkotan (Чиринкотан, 知林古丹島)
  • Ėkarma (Экарма, Ekaruma / 越渇磨島)
  • Šiaškotan (Шиашкотан, Shasukotan / 捨子古丹島)
  • Rajkoke (Райкоке, 雷公計島)
  • Matua (Матуа, Matsuwa, Matsua / 松輪島)
  • Rasšua o Rasshya (Расшуа, Rasutsuwa, Rashowa, Rasuwa / 羅処和島)
  • Ušišir (Ушишир, Ushishiru / 宇志知島)
  • Ketoj (Кетой, Ketoi / 計吐夷島)
  • Simušir (Симушир, Shimushiru, Shinshiru / 新知島)
  • Broutona (Броутона, Buroton, Makanruru / 武魯頓島)
  • Čërnye Brat'ja (Чёрные Братья, 知理保以島):
  • Čirpoj (Чирпой, Chirihoi, Chieruboi / 知理保以島)
  • Brat Čirpoev (Брат-Чирпоев, Chirihoinan / 知理保以南島)
  • Urup (Уруп, Uruppu / 得撫島)

Isole meridionali[modifica]

  • Iturup (Итуруп, Etorofu / 択捉島)
  • Kunašir (Кунашир, Kunashiri / 国後島)
  • Šikotan (Шикотан, 色丹島)
  • Chabomai (Хабомаи, Habomai Shotō / 歯舞諸島)
  • Polonskogo (Полонского, Taraku / 多楽島)
  • Zelënyj (Зелёный, Shibotsu / 志発島)
  • Jurij (Юрий, Juri / 勇留島)
  • Anučina (Анучина, Akijuri / 秋勇留島)
  • Dëmina (Дёмина, Harukaru / 春苅島)
  • Tanfil’eva (Танфильева, Suishō / 水晶島)
  • isolette Oskolki (Осколки, Kaiba / 海馬島)
  • Signal'nyj (Сигнальный, Kaigara / 貝殻島)

Centri urbani[modifica]

Vista dell'isola di Atlasov

Tra le 60 isole si distinguono tre città principali, una a Nord, uno a Sud e una al centro:

  • Kuril'sk (Курильск) — Situata grosso modo nella parte meridionale dell'arcipelago, sull'isola di Iturup, era un'antica città giapponese chiamata Shana. Dalla seconda metà del novecento è una città russa.
  • Južno-Kuril'sk (Южно-Курильск) — Il nome significa Sud-Kurisl'sk. Si trova sull'isola di Kunašir ed è una delle isole contese con il Giappone, da cui è culturalmente molto influenzata.
  • Severo-Kuril'sk (Северо-Курильск) — Il nome significa Nord-Kuril'sk, è sita sull'isola di Paramušir. La città è una delle più settentrionali dell'arcipelago e anch'essa è un'antica città giapponese. Come molte altre ha sofferto della dissoluzione dell'URSS e delle contese con il Giappone.


Come arrivare[modifica]

Avviso di viaggio! ATTENZIONE: L'arcipelago è una zona di confine della Russia, perciò per visitarla è necessario uno speciale visto

Arrivare qui è abbastanza difficile, perciò è un'ottima precauzione progettare tutto in anticipo. Chiedete il vostro visto assicurandovi di lasciarvi dei giorni extra perché le condizioni dei mezzi di trasporto, il meteo e le attività sismiche tendono a essere imprevedibili. Tenete anche conto che molti dei permessi necessari possono essere richiesti solo nell'Oblast' di Sachalin. Per la complessità delle procedure di richiesta del permesso, che include la visita ad almeno tre diversi uffici e una lettera d'invito da un residente o da un'agenzia turistica, sarebbe l'ideale avere dei contatti sul posto. Esistono anche pochi mezzi di collegamento tra le isole e le regioni confinanti e si tratta per lo più di elicotteri e traghetti con orari e giorni di lavoro molto irregolari.

Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Cosa fare[modifica]


A tavola[modifica]

Essendo un arcipelago, non potete perdervi il pesce che viene qui pescato. Soprattutto al Nord, i ristoranti cucinano il pesce, ritenuto il migliore del mondo.

Sicurezza[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.