Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Iquitos
Iquitos - Panorama del quartiere di Belén
Stemma e Bandiera
Iquitos - Stemma
Iquitos - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
Posizione
Mappa del Peru
Iquitos
Iquitos
Sito istituzionale

Iquitos è una città del Perù nella regione dell'Amazzonia peruviana.

Da sapere[modifica]

Iquitos, capoluogo della regione di Loreto, è un grande porto fluviale sul Rio delle Amazzoni. La sua maggiore attrazione turistica è costituita dalle crociere fluviali, in particolar modo da quelle dirette alla riserva di Pacaya-Samiria. Con il battello è possibile raggiungere anche Manaus e Pucalpa.

Quando andare[modifica]

Iquitos ha un clima equatoriale con piogge equamente distribuite sull'arco dell'anno. Manca una stagione asciutta ben definita ma le piogge sono più abbondanti da novembre a fine aprile. A maggio il rio delle Amazzoni e gli altri fiumi circostanti raggiungono i loro livelli più alti e si profila il rischio di inondazioni.

Luglio e agosto sono i mesi più secchi sebbene non manchino acquazzoni. I fiumi raggiungono un livello minimo ad ottobre.

Durante l'anno le temperature oscillano da 21° C a 33° C. Luglio e agosto sono mesi in cui sono state segnalate le temperature più alte mentre le temperature più basse si verificano da gennaio ad aprile

Cenni storici[modifica]

Iquitos:Palazzo in stile neo-rinascimentale

Iquitos fu fondata nel 1757 e rimase un piccolo avamposto nella foresta dell'Amazzonia fino alla fine del XIX secolo, quando l'effimero boom colonialista del caucciù la trasformò, nel volgere di pochi anni, in una popolosa città, ricca anche di casinò e locali con attrattive di ogni genere.I latifondisti, sulle cui proprietà allignava l'albero della gomma, si trovarono nelle mani fortune enormi che spesero, anche, nel costruire ricche magioni che ancora oggi costituiscono una delle maggiori attrattive della città. Con l'invenzione della gomma sintetica le fortune di Iquitos declinarono per poi salire di nuovo negli anni '30 del XX secolo, quando furono scoperti giacimenti di petrolio nella zona.

Il turismo si è andato sviluppando non solo grazie al fascino della foresta amazzonica ma anche a quello esercitato da Ayahuasca, una pianta allucinogena il cui uso è legale in Perù. I curanderos locali preparano un infuso con le foglie della pianta che propinano a turisti in cerca di esperienze sciamaniche. Naturalmente la maggior parte di questi curanderos è improvvisata e senza nozioni di base per cui è meglio andarci cauti.

Iquitos oggi ospita una discreta comunità gay che si stabilì in questa città di frontiera alla fine del XX secolo, per sfuggire ai modi repressivi della polizia peruviana.

Quartieri[modifica]

  • Belèn — Il quartiere più turistico di Iquitos conta parecchie case galleggianti e un pittoresco mercato. Belén è accessibile via terra solo durante la stagione asciutta. In altri mesi è necessaria la barca. Nella zona del quartiere che solitamente non viene inondata dall'acqua sta il grande mercato di Belén rifornito continuamente dai prodotti della zona circostante. Vi si trovano anche numerose piante dell'Amazzonia cui si attribuiscono virtù curative come copaiba e chuchuwasai.
  • Punchana — Il quartiere del porto, situato a nord di Belén. Vi si trova il mercato Bellavista-Nanay.
  • San Juan Bautista — Il quartiere più popoloso, situato a sud-ovest, tra Belèn e l'aeroporto.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto di Iquitos


In nave[modifica]

  • Da Pucalpa parte un battello che percorre il rio Ucayali impiegando 6 giorni per raggiungere Iquitos. Il viaggio è monotono e disagevole. Gli sciami di insetti costituiscono un assillo in più da non sottovalutare.

È possibile raggiungere Iquitos da Manaus, Leticia (Colombia) e da molte altre località del bacino amazzonico grazie a navi cargo che accettano passeggeri a bordo.

Come spostarsi[modifica]

All'interno di Iquitos ci si sposta prevalentemente in mototaxi. I prezzi dei mototaxi vanno contrattati di volta in volta, in quanto spesso soggetti ad "immotivati" aumenti nei confronti dei turisti. Inoltre è possibile visitare gli immediati dintorni di Iquitos in barca partendo dal molo di Bellavista Nanay.

Cosa vedere[modifica]

Architetture civili[modifica]

  • 1 Casa Cohen. Casa Cohen (Q20127764) su Wikidata
  • 2 Casa de Fierro. Opera di Gustavo Eiffel esposta alla Esposizione Universale di Parigi del 1989 dove fu acquistata da un milionario di Iquitos, Anselmo de Aguila che la fece smontare e trasportare fino alla sua città natale dove fu rimontata. Casa de Fierro (Q2509734) su Wikidata
  • 3 Casa Morey. Casa Morey (Q23015654) su Wikidata
  • 4 Casa Pinasco. (Q28225731) su Wikidata
  • 5 Ex Hotel Palace. un edificio in stile Art Nouveau arricchito con marmi di Carrara. Ex Hotel Palace (Q16565573) su Wikidata

Architetture religiose[modifica]

  • 6 Catedral de Iquitos. Cathedral of Iquitos (Q5909043) su Wikidata
  • 7 Iglesia de la Inmaculada Concepción. (Q27889326) su Wikidata

Musei[modifica]

  • Museo Amazònico. ospita opere delle comunità indigene dell'Amazzonia. Museo Amazónico (Q27886448) su Wikidata
  • 8 Ayapua. Una nave museo. Ayapua (Q26205056) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Il coloratissimo mercato di Belèn, una delle maggiori attrattive di Iquitos

Iquitos è un centro di produzione del rum.

  • 1 Mercado Belén.
  • 2 Centro Artesanal Anaconda. Artigianato locale e souvenir da portarsi a casa o in regalo.


Come divertirsi[modifica]

Di sicuro, anche il viaggiatore più solitario non potrà che farsi travolgere dalla movida di Iquitos. I giorni più propizi sono senza dubbio venerdì, sabato, domenica e i night club sono in grado di soddisfare anche gusti particolari. La gente di Iquitos è, senza eccezioni, più che socievole e farsi amici e amiche è cosa ben semplice anche per le persone più timide: basterà sedersi nella Piazza Centrale o sul "lungofiume" per vedere arrivare dopo un po' qualcuno in vena di chiacchiere.


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

A Iquitos esistono numerosi alberghi ma la maggior parte dei visitatori stranieri preferisce alloggiare in uno dei complessi immersi nella giungla amazzonica.

Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Laguna Quistococha
Lago Moronacocha visto da Iquitos
  • 2 Laguna Quistococha - 13 km a sud del centro, Laguna Quistococha conta una spiaggia artificiale molto affollata nelle giornate di sole e l'omonimo complesso turistico. È caratterizzata da acque color scuro.
  • 3 Lago Moronacocha - Un altro posto alle porte della città dove vanno gli abitanti di Iquitos nei week end per rilassarsi o per praticare sport acquatici.
  • 4 Santo Tomás - Pittoresco villaggio di pescatori sulla laguna omonima dove è possibile affittare barche a pedali e praticare altri sport. Durante la stagione asciutta si raggiunge anche via terra in una ventina di minuti da Iquitos.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Iquitos
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Iquitos
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.