Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

I borghi più belli d'Italia è un club nato nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell'Associazione dei Comuni Italiani (ANCI), che mira a salvaguardare, conservare e rivitalizzare piccoli nuclei, comuni ma a volte anche singole frazioni, che, trovandosi al di fuori dei principali circuiti turistici, rischiano, nonostante il grande valore, di essere dimenticati con conseguente degrado, spopolamento e abbandono.

Al 1° novembre 2021 i centri inseriti nel club sono 325.

Criteri di ammissione[modifica]

I criteri di ammissione al club rispondono ai seguenti requisiti: integrità del tessuto urbano, armonia architettonica, vivibilità del borgo, qualità artistico-storica del patrimonio edilizio pubblico e privato, servizi al cittadino.

Considerando il carattere di questa iniziativa e il fatto che il club è un'entità privata, unito al fatto che le iniziative hanno riscosso un discreto successo, è facile intravedere i sottostanti interessi economico-promozionali che spingono i borghi a cercare di entrare in questo circuito.

Iniziative[modifica]

L'associazione organizza, all'interno dei borghi, iniziative, come festival, mostre, fiere, conferenze e concerti che mettano in risalto il patrimonio artistico e architettonico, quello culturale tradizionale, storico, eno-gastronomico, dialettale, coinvolgendo nelle manifestazioni gli abitanti e le istanze locali, i comuni, le scuole, le associazioni culturali, i poeti e i musicisti locali.

Suddivisione regionale[modifica]

Qui di seguito le mappe e le liste di dettaglio ripartite per territorio:

Articoli correlati[modifica]

Altri progetti

TematicaBozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe) che dà un'indicazione sommaria sulla tematica trattata. Il piè pagina è correttamente compilato.