Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Cartago
La Basilica di Nuestra Señora de los Angeles
Stemma e Bandiera
Cartago (Costa Rica) - Stemma
Cartago (Costa Rica) - Bandiera
Stato
Regione
Altitudine
Superficie
Abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa della Costa Rica
Reddot.svg
Cartago
Sito istituzionale

Cartago è una città della Costa Rica di cui è anche l'ex capitale.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

L'area che fa capo a Cartago è conosciuta per la sua grande varietà di flora e fauna, e soprattutto per le dense foreste pluviali che ricoprono i fianchi delle montagne circostanti. Il paesaggio è dominato dalla mole dei vulcani Irazú e Turrialba, che distano - in linea d'aria - rispettivamente 12 e 19 chilometri.

Quando andare[modifica]

Grazie soprattutto all'elevata altitudine, Cartago è reputata una delle città più fresche della nazione, godendo di un clima tropicale umido con temperature medie oscillanti tra i 12 e i 20 gradi. Precisamente, queste sono particolarmente miti durante il giorno, mentre tendono ad abbassarsi piuttosto drasticamente la notte.

Cenni storici[modifica]

La città assunse il ruolo di capitale coloniale nell'anno 1561, quando i conquistadores spagnoli si spostarono dalla costa atlantica verso l'entroterra, che presentava innumerevoli vantaggi: innanzitutto era caratterizzato da un clima decisamente più mite di quello costiero; in secondo luogo - grazie all'effetto dei vulcani - ospitava terre di gran lunga più fertili, e inoltre perché era al riparo dalle frequenti scorrerie dei corsari finanziati dagli inglesi e supportati dai Miskitos, una popolazione indigena fusa con schiavi sfuggiti al controllo degli spagnoli. La città, se pur lentamente, prosperò; del resto proprio l'area degli altipiani centrali, in cui essa sorge - analogamente a San José - era destinata a diventare la regione trainante del Paese. Per quasi due secoli, comunque, la città non visse momenti di autentica pace, tant'è che le venne assegnato il nomignolo di Città Mobile, a causa dei continui "traslochi" che i coloni erano costretti a effettuare alla ricerca di nuovi terreni per il pascolo o per i minacciosi movimenti dei vicini vulcani. In ogni caso alla fine del Settecento venne stabilito il luogo definitivo di fondazione della città, che fu soggetta a due violenti terremoti, nel 1823 e nel 1910. Proprio nel 1823 la capitale della Costa Rica venne spostata da Cartago a San José, visto che gli abitanti della prima avevano premuto fino all'ultimo per un'annessione all'Impero Messicano di Agustín de Iturbide, mentre i josefini (abitanti di San José) si erano fatti portavoce di quanti volevano una Costa Rica indipendente, istanza che risultò premiata dalle vicissitudini politiche di quel decennio.

Come orientarsi[modifica]


Come arrivare[modifica]

In autobus[modifica]

L'autobus 300 parte frequentemente da San Jose da una stazione in Avenida 10, tra Calles 5 e 7. La tariffa è di C625 e il viaggio dura circa 45 minuti. Il biglietto si compra dall'autista dell'autobus.

Come spostarsi[modifica]

Con mezzi pubblici[modifica]

Ci sono molti autobus tra San José e Cartago. Per c300 potrai prendere un autobus in centro o in quasi tutti i punti della Av 2. Passano ogni 15 minuti. Gli autobus "indiretti" da San Isidro de El General a San Jose si fermano alla periferia di Cartago accanto a una fermata di autobus locali.


Cosa vedere[modifica]

Basilica di Cartago
Ruinas di Cartago
  • Valle di Orosi. Bellissimo paesaggio. Orosi è una piccola città a circa 12 km a est di Cartago dove si può vedere una delle prime chiese costruite in Costa Rica. È circondata da belle montagne e piantagioni di caffè. Nella zona si possono trovare facilmente ostelli, hotel e ristoranti.
  • Cachi Dam (Vicino a Orosi circa 7 km ad est). Una diga costruita negli anni 1970. Il lago artificiale è circondato da belle montagne. Cachi è anche una piccola città dove si trova la "casa del leñador" o la casa del boscaiolo. È un luogo dove si può comprare artigianato in legno fatto con le radici del caffè. Alcuni ristoranti molto buoni si trovano intorno al lago, la specialità è la "Trota". Gli allevatori di trote sono molti in questa zona della Costa Rica, per questo il pesce qui è sempre fresco. La zona ha sperimentato un aumento significativo di persone che cercano proprietà, specialmente stranieri.
  • Giardini botanici di Lankaster (A Paraiso, 4 km a est di Cartago). Ecb copyright.svg Ingresso per gli stranieri 10 USD. Sede della più grande collezione di orchidee ed epifite dell'America centrale, Lankaster è un must per gli amanti delle piante. C'è anche un piccolo e semplice "giardino giapponese".
  • Basilica. Sede de "La Virgen de los Angeles" La leggenda narra che il 2 agosto 1635 Juana Pereira, una giovane ragazza, andò nella foresta vicino a casa sua per giocare al fiume. Lì trovò un pezzo di roccia a forma di Vergine Maria con un bambino piccolo. Pensò che fosse una bambola e ci giocò. Più tardi lo portò a casa e lo mise nella sua stanza. Il giorno dopo tornò nello stesso posto e trovò di nuovo una rappresentazione molto simile. Quella sera tornò con quella e andò a metterla con la prima che aveva trovato. Tuttavia, la prima non era più nella sua stanza. Il terzo giorno tornò a giocare al fiume e, di nuovo, trovò la Vergine. Questa volta corse di nuovo nella sua stanza e di nuovo trovò che quelle che aveva portato a casa non c'erano. Lo riferì allora al sacerdote di Cartago. Lui andò con lei il giorno seguente e portò la statua che avevano trovato in città. Lì la chiuse in un forziere. Il giorno dopo tornarono al fiume e vi trovarono un'altra (o la stessa?) statua. Quando tornò a controllare il forziere chiuso, lo scoprì vuoto. Questo fu preso come un segno che una chiesa doveva essere costruita nel luogo in cui la statua continuava a tornare. Molti costaricani credono che sia questa vergine a proteggere la Costa Rica dai disastri naturali. Ogni 1 agosto più di un milione di costaricani effettuano un pellegrinaggio a Cartago da tutto il paese per commemorare la data.
  • Las Ruinas. La leggenda dice che un giorno due fratelli andarono nella città di Cartago, uno era celibe e l'altro un prete. Lì iniziò un'aspra rivalità poiché entrambi si innamorarono della stessa donna. La donna scelse e sposò il fratello celibe, che era il più amichevole ed era amato da tutti. Il prete si inasprì ancora di più e fece di tutto per distruggere il fratello. Nel 1577 durante la celebrazione della messa di capodanno vide suo fratello in chiesa. Quel giorno lo uccise con un coltello. Come penitenza per l'atto costruì una chiesa per la città di Cartago. L'anno in cui fu completata, un terremoto la distrusse. La chiesa è stata ricostruita, ma ogni volta è stata abbattuta dal terremoto. La città ha abbandonato la chiesa come maledetta dopo la distruzione finale nel 1910 e l'ha lasciata come le rovine che si possono vedere ora quando si visita la piazza del paese.


Eventi e feste[modifica]

  • Processione del Venerdì Santo. Un enorme spettacolo che inizia con i romani che marciano nella città la mattina presto e arrivano nel centro della città intorno alle 9:00. Arrivano alla chiesa e poi portano via Cristo verso le 10:00 del mattino facendo un lungo percorso fino alla Basilica.
  • Romero. A partire dalla fine di luglio circa 1,5 milioni di persone vanno a piedi alla Basilica di Cartago per onorare la Vergine Nera. Le strade si riempiono, il traffico viene reindirizzato, i venditori sono fuori in forze. L'ultimo giorno della camminata è il 2 agosto (vedi sopra per la leggenda).
  • Ritorno della Vergine. Dopo il Romero la Vergine viaggia per la Costa Rica per un mese. Poi ritorna a Cartago. Un'altra processione dalla chiesa nel centro della città alla Basilica. Prima che la processione inizi il percorso della processione è decorato. Dipinti di sabbia, fiori, sculture di carta, una bella e unica espressione di adorazione per la Vergine.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi medi[modifica]

  • Casa Aura B&B, Calle 1, avenida 6 y 8 (25 metri a nord di ICE), +506 25918161, fax: +506 25510852, @ . Ecb copyright.svg Doppia con bagno privato: $60. Check-out: 12:00. In posizione centrale, TV via cavo, wi-fi gratuito, colazione inclusa.
  • Pensión la Provincia, Avenida 10, tra Calle 3 e Calle 5. Ecb copyright.svg Letto matrimoniale con bagno privato: 14.000 CRC (circa $24 USD). TV via cavo, wi-fi gratuito.


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

  • Parco nazionale di Tapanti
  • Irazú — Situato a circa 30 km dal centro di Cartago è uno dei vulcani più famosi della Costa Rica. Questo vulcano ha eruttato nel 1963 quando John F. Kennedy era in visita in Costa Rica, ora è spento. Solo la domenica mattina, un autobus da San José prende i passeggeri in un punto non segnato vicino al terminal degli autobus a Cartago dopo le 8:30 (4.000 colones andata e ritorno) e ritorna alle 12:30 dal parco nazionale. Ingresso al parco solo per gli stranieri: 10 USD o 5.020 colones.
  • Turrialba — La seconda città della provincia. Si trova a circa 40 km a est del centro di Cartago. È la zona del miglior rafting della Costa Rica. Ci sono ottimi hotel (Casa Turire, Pochotel) specialmente intorno al lago che è stato creato per una grande diga. Il vulcano Turrialba è attivo e si può vedere da diversi luoghi. L'Hotel Turrialba Lodge è molto vicino al vulcano. Sempre a Turrialba si trova l'unico grande sito archeologico della Costa Rica, Guayabo.


Altri progetti

  • Collabora a Wikipedia Wikipedia contiene una voce riguardante Cartago (Costa Rica)
  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Cartago (Costa Rica)
1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il modello standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.