Scarica il file GPX di questo articolo

Ísafjörður

Da Wikivoyage.
Ísafjörður
Veduta aerea di Ísafjörður
Stemma
Ísafjörður - Stemma
Stato
Regione
Abitanti
Posizione
Mappa dell'Islanda
Ísafjörður
Ísafjörður
Sito istituzionale

Ísafjörður è un centro nell'angolo nord-occidentale dell'Islanda.

Da sapere[modifica]

Ísafjörður è il maggior centro della regione detta Fiordi occidentali, nel nord-ovest dell'Islanda.

Nonostante la sua posizione remota e le sue ridotte dimensioni, la cittadina è in grado di accogliere degnamente i visitatori stranieri grazie ai suoi alberghi confortevoli e alle numerose opportunità di svago che offre.

Cenni geografici[modifica]

Ísafjörður giace su una smilza penisoletta che si protende nel fiordo omonimo contornato da alti monti i cui ripidi pendii scendono direttamente in mare.

Quando andare[modifica]

Ísafjörður è frequentata anche d'inverno grazie alla possibilità di praticare sci in discesa nella valle di Tungudalur, distante meno di 4 km. Tenete presente che in pieno inverno le ore di illuminazione sono meno di un paio e comunque il sole non appare mai sull'orizzonte, occultato alla vista dagli alti monti che circondano il fiordo. Quando a febbraio il sole fa capolino per la prima volta, è festa grande a Ísafjörður.


Come orientarsi[modifica]

Hafnarstraeti è la maggiore arteria del centro dove troverete banche, supermercati e quant'altro avrete bisogno.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Air Iceland effettua più voli giornalieri dalla capitale. I voli sono ridotti nel numero durante la stagione invernale.

In auto[modifica]

La via più breve per raggiungere Ísafjörður da Reykjavik consiste nel dirigersi a Stykkisholmur e imbarcarsi sul traghetto per Baldur, sull'altra riva del fiordo. Da qui si seguono i cartelli per Brjanslaekur, distante 122 km. In tutto sono 300 km

In autobus[modifica]

Nei soli mesi estivi un servizio di autobus collega Ísafjörður a Reykjavík e Akureyri

Come spostarsi[modifica]

In auto[modifica]

Avis, Hertz e altre compagnie locali hanno un'agenzia a Ísafjörður.

Cosa vedere[modifica]

  • Museo del Mare, Neðstakaupstaður, +354 456 3293, +354 456 3299. Ospitato all'interno di un magazzino in legno del 1734 detto "Turnhus" (Casa della Torre), il museo del Mare illustra metodi passati di pesca ed espone collezioni di foto in bianco e nero.
  • Casa della Cultura, @ bokasafn@isafjordur.is. Simple icon time.svg Aperta dalle 13:00 alle 19:00 (Sabato fino alle 14:00) Chiusa le domeniche. Sistemata nell'ex Ospedale, la casa della Cultura comprende la biblioteca comunale e una modesta mostra di dipinti e fotografie. Come altrove in Islanda, la sala di lettura della biblioteca è un hot spot e permette di collegarsi alla rete tramite wi-fi a un prezzo minimo.


Eventi e feste[modifica]

  • Við Djúpið. Festival musicale che ricorre ogni anno in corrispondenza del solstizio d'estate.


Cosa fare[modifica]

Sci[modifica]

La stagione sciistica è molto lunga. Lo sci in discesa si pratica in località Tungudalur dotata di impianti di risalita, illuminati data la brevità del giorno durante l'inverno.

Nel mese di maggio si svolge a Ísafjörður una gara che richiama gli amanti dello sci di fondo da ogni angolo d'Islanda. Maggiori informazioni sul sito www.fossavatn.com.

Mountain Bike[modifica]

Se vi piace questo genere di attività, potete noleggiare una bicicletta presso l'agenzia West Tours. Il sito della West Tours contiene anche brevi descrizioni dei percorsi possibili

Gite in barca[modifica]

L'esplorazione dei fiordi occidentali si compie con gli scafi della sjoferdir e di altre compagnie più piccole. I biglietti si acquistano presso la West Tours

Golf[modifica]

Un campo da golf è situato nella valle di Tunguladur

Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]

Presso l'ufficio turistico locale si può acquistare un opuscolo che illustra tutte le escursioni possibili con partenza da Ísafjörður. Se volete conoscerle prima della partenza consultate il sito della West Tours (in inglese). Di seguito ci limitiamo ad elencarne alcune tra le più rinomate:

  • Naustahvilft — Un sentiero che dalla pista aeroportuale risale il fianco del monte permettendo splendide viste sul fiordo.
  • Riserva Naturale Hornstrandir — Accessibile solo via mare, la riserva si estende sui fianchi dei monti che si gettano direttamente in mare all'estremità settentrionale della regione dei Fiordi Occidentali. Reclamizzata come la più entusiasmante delle escursioni da Ísafjörður, la riserva accoglie una piccola colonia di foche artiche ma lo spettacolo maggiore è offerto dai numerosi stormi di uccelli migratori che ogni anno vi effettuano una sosta. La compagnia Sjoferdir opera sulla rotta Ísafjörður - Hornstrandir con piccoli scafi. Potete pernottare in una delle pensioncine aperte da giugno ad agosto ma dovrete portarvi appresso il sacco a pelo poiché nessuna dispone di letti. In compenso hanno uno spazio cucina quindi dovrete acquistare generi alimentari al supermercato di Ísafjörður. Comunque informatevi bene presso la West Tours, anche perché gli alloggi sono di difficile individuazione.
Cascate di Dynjandi
  • Dynjandi — Con questo nome si indica una serie di cascate che si gettano sui declivi delle colline di Arnarfjordur. Vicino alle cascate c'è un campeggio ove pernottare.
  • Bolungarvík (15 km) — Villaggio di pescatori di antica tradizione, Bolungarvík è oggi una località turistica abbastanza frequentata nonostante la mancanza di servizi. La località ha fatto da sfondo ad alcune scene del film Nói Albínói del 2002 premiato al festival di Rotterdam, il che contribuì ad accrescerne le fortune turistiche in maniera rilevante, nonostante i toni tragici dell'opera cinematografica.

Itinerari[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard contiene informazioni utili a un turista e dà un'informazione sommaria sulla meta turistica. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.