Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Canada

Patrimoni mondiali dell'umanità in Canada

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Canada al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

Il Canada ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 23 luglio 1976.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Sito storico nazionale di L'Anse aux Meadows 1978 Culturale (vi) Sull'estremità della penisola settentrionale dell'isola di Terranova si trovano i resti di un villaggio vichingo dell'XI secolo, che rappresentano la prova della prima presenza europea in Nord America: gli scavi archeologici hanno riportato alla luce reperti molto simili a quelli rinvenuti in Groenlandia e in Islanda. L'Anse aux Meadows, recreated long house.jpg
2 Parco nazionale Nahanni 1978 Naturale (vii)(viii) Situato lungo il corso del fiume Nahanni, uno dei più spettacolari dell'America del Nord, il parco racchiude profondi canyon e altissime cascate, nonché un sistema di grotte calcaree unico al mondo. Il parco ospita anche specie animali della foresta boreale, come lupi, orsi grizzly e caribù, mentre negli ambienti montagnosi si possono incontrare bighorn bianchi e capre di montagna. Nahanni - VirginiaFalls.jpg
3 Parco provinciale dei dinosauri nella provincia di Alberta 1979 Naturale (vii)(viii) Oltre a scenari particolarmente belli, il Dinosaur Provincial Park, situato nel cuore dei calanchi dell'Alberta, racchiude alcune delle più importanti scoperte fossili risalenti all'"Età dei Rettili" mai fatte: circa 35 specie di dinosauri, che risalgono a 75 milioni di anni fa. Dinosaur Provincial Park.JPG
4 Parchi nazionali di Kluane, Wrangell-St. Elias, Glacier Bay e Tatshenshini-Alsek 1979, 1992, 1994 Naturale (vii)(viii)(ix)(x) Questi parcchi comprendono un impressionante complesso di ghiacciai e alti picchi su entrambi i lati del confine tra Canada (Yukon e Colombia Britannica) e Stati Uniti (Alaska). Questi spettacolari paesaggi naturali ospitano molti orsi grizzly, caribù e bighorn bianchi. Il sito comprende anche il più grande campo di ghiaccio non polare del mondo. Wrangell St. Elias National Park.jpg
5 Parco nazionale Gwaii Haanas sulle Isole Regina Carlotta 1981 Culturale (iii) Il villaggio di Ninstints (Nans Dins) si trova su una piccola isola che si affaccia sulla costa occidentale delle isole Haida Gwaii. I resti delle case, le sepolture e i totem testimoniano l'arte e lo stile di vita degli Haida. Il sito celebra la cultura viva degli Haida e il loro rapporto con la terra e il mare e offre una chiave di lettura visuale delle loro tradizioni orali. Haida villagesite.jpg
6 Salto del Bufalo schiantato nello stato di Alberta 1981 Culturale (vi) Nell'Alberta sud-orientale i resti di sentieri e campi aborigeni, nonché diversi tumuli, nei quali ancora oggi si possono trovare numerosi scheletri di bisonti testimoniano un'usanza praticata dagli aborigeni delle pianure nordamericane per circa 6.000 anni. Grazie alla loro eccellente conoscenza della topografia e del comportamento dei bisonti, riuscivano ad uccidere le loro prede spingendoli verso un precipizio; le carcasse venivano poi fatte a pezzi e portate nel campo. Head-Smashed-In Buffalo Jump-27527-2.jpg
7 Parco nazionale Wood Buffalo 1983 Naturale (vii)(ix)(x) Situato nelle pianure del Canada centro-settentrionale, il parco (che copre una superficie di 44,807 km2) è abitato dalla più grande popolazione di bisonti del Nord America e luogo di nidificazione della gru americana. Un'altra attrazione del parco è il più grande delta interno del mondo, situato nel punto di unione tra i fiumi Peace e Athabasca. Fort Smith Nashornpelikane 1 98-07-01.jpg
8 Parco delle montagne rocciose canadesi 1984, 1990 Naturale (vii)(viii) I parchi di Banff, Jasper, Kootenay e Yoho, situati uno in prossimità dell'altro, insieme al Monte Assiniboine e al parco provinciale di Hamber, punteggiato di picchi montagnosi, laghi, cascate, canyon e grotte calcaree, formano uno straordinario paesaggio montagnoso. Anche il sito fossile dell'Argillite di Burgess, famoso per i suoi resti fossili di animali invertebrati marini, si trova qui. Moraine lake in Banff national park.jpg
9 Distretto storico della città di Québec 1985 Culturale (iv)(vi) Québec fu fondata dall'esploratore francese Champlain all'inizio del XVII secolo. È l'unica città del Nord America ad aver conservato le proprie fortificazioni e i numerosi bastioni, porte e costruzioni difensive che ancora la circondano. La città alta, costruita sulle rocce, è rimasta il centro religioso e amministrativo, con le sue chiese, i conventi e altri monumenti, come il Dauphine Redoubt, la Citadelle e lo Château Frontenac. Insieme alla città bassa e ai suoi quartieri, essa forma un agglomerato urbano che rappresenta uno dei migliori esempi di città coloniale fortificata. Arrondissement historique de Québec 02.jpg
10 Parco nazionale Gros Morne 1987 Naturale (vii)(viii) Il parco, situato sulla costa occidentale dell'isola di Terranova, offre un raro esempio di processo di deriva dei continenti, laddove la crosta oceanica e le rocce del mantello terrestre sono esposte. Un'azione glaciale recente ha dato alla luce scenari spettacolari, con depressioni costiere, altopiani alpini, fiordi, valli glaciali, pareti rocciose, cascate e laghi. NLW GrosMorne4 tango7174.jpg
11 Centro storico della città di Lunenburg 1995 Culturale (iv)(v) Lunenburg è il migliore esempio di sopravvivenza di un insediamento coloniale britannico pianificato nel Nord America. Fondato nel 1753, ha mantenuto il suo layout originale e l'aspetto generale, basato su una griglia rettangolare disegnata nel Paese d'origine. Gli abitanti sono riusciti a salvaguardare l'identità della città nel corso dei secoli preservando l'architettura in legno delle case, alcune delle quali risalgono al XVIII secolo. Lunenburg - NS - Lunenburg Hafen2.jpg
12 Parco nazionale Miguasha 1999 Naturale (viii) Il sito paleontologico del parco nazionale Miguasha, nel Quebec sud-orientale, sulla costa meridionale della penisola di Gaspé, è ocnsiderato il miglior esempio al mondo del periodo Devoniano, detto anche "Età dei Pesci". La formazione di Escuminac del Devoniano superiore, databile a 370 milioni di anni fa contiene cinque o sei gruppi di pesci fossili associati a quel periodo. La sua importanza deriva dalla scoperta avvenuta in quel luogo del più numeroso e meglio conservato campione di Sarcopterigi che diedero origine ai primi tetrapodi. Miguasha panorama 1.jpg
13 Canale Rideau sul Lago Ontario 2007 Culturale (i)(iv) Il Canale Rideau, una costruzione monumentale dell'inizio del XIX secolo che copre 202 km della lunghezza dei fiumi Rideau e Cataraqui, da Ottawa sud fino al porto di Kingston sul lago Ontario, all'inizio per fini miliari e strategici, in un tempo, nel quale la Gran Bretagna e gli Stati Uniti ambivano al controllo della regione. Il sito, uno dei primi canali ad essere costruito appositamete per il transito di navi a vapore, presenta anche un insieme di fortificazioni. Si tratta anche dell'esempio di canale di marea meglio conservato in tutta l'America Settentrionale, che dimostra l'uso di questa tecnologia europea su larga scala. È l'unico canale dell'età d'oro della costruzione di canali in Nord America a rimanere ancora attivo lungo il tracciato originario e conservando ancora la maggior parte delle strutture intatte. Rideau Canal.jpg
14 Falesie fossilifere di Joggins 2008 Naturale (viii) Le Falesie Fossilifere di Joggins, un sito paleontologico di 689 ha situato lungo la costa della Nuova Scozia, sono state soprannominate "Galàpagos del Carbonifero" per il gran numero di fossili risalenti a questo periodo (tra i 345 e i 290 milioni di anni fa). Le rocce di questo sito sono considerate emblematiche di questo periodo della storia della Terra e sono la testimonianza più consistente e completa dello strato della Pennsylvania (dai 318 ai 303 milioni di anni fa), con l'inventario fossile della vita sulla Terra di quel periodo più ricco in assoluto. Sono presenti resti e impronte di animali molto primitivi e della foresta pluviale nella quale vivevano, lasciati sul luogo, intatti e indisturbati. Con i suoi 14.7 km di scogli marini, piattaforme rocciose e spiagge, il sito raggruppa resti di ben tre ecosistemi: estuario, foresta pluviale e piane alluvionali con foreste con stagni di acqua dolce. Questo sito offre la più ricca raccolta di forme di vita fossili in questi tipi di ecosistemi, con 96 generi e 148 specie di fossili e 20 gruppi di impronte. Il sito è classificato come contenente eccellenti esempi dei più importanti stadi della storia del pianeta. Lycopsid joggins mcr1.JPG
15 Il paesaggio di Grand-Pré 2012 Culturale (v)(vi) Situati nella parte meridionale del bacino delle Mine in Nuova Scozia, i campi e i siti archeologici di Grand Pré costituiscono un paesaggio culturale portatore di testimonianze dello sviluppo di una zona rurale attraverso l'uso di dighe e di un sistema di paratoie di legno, avviato nel XVII secolo dagli Acadiani e portato avanti e conservato da Planters e dagli abitanti attuali del luogo. Con la sua estensione di oltre 13000 ha, il paesaggio culturale comprende una grossa fetta dei terreni coltivati e degli elementi archeologici dei paesi di Grand Pré e Hortonville, entrambe costruite dagli Acadiani e dai loro discendenti. Questo paesaggio è un eccellente esempio della capacità di adattamento dei primi coloni europei alle condizioni della costa atlantica nordamericana. Il sito, caratterizzato da una delle oscillazioni di marea più estreme al mondo, con una media di 11.6 m, è importante anche perché costituisce un monumento allo stile di vita degli Acadiani e alla loro deportazione, cominciata nel 1755, conosciuta con il nome di Grand Dérangement. Grand Pré.JPG
16 Parco internazionale della pace Waterton-Glacier 1995 Naturale (vii)(ix) Nel 1932 il Parco nazionale del Lago Waterton (Alberta, Canada) e il Glacier Nation Park (Montana, USA) furono accorpati per formare il primo Parco internazionale della Pace al mondo. Il parco, che si trova sul confine tra USA e Canada, offre paesaggi eccezionali ed è inoltre particolarmente ricco di piante e mammiferi, nonché di praterie, foreste e di paesaggi alpini e glaciali. Usacanadaborder.jpg
17 Stazione baleniera basca di Red Bay 2013 Culturale (iii)(iv) Red Bay, fondata da marinai baschi nel XVI secolo sull'estremità nord-orientale del Canada sulla sponda dello Stretto di Belle Isle, è un sito archeologico che offre la più antica, completa e meglio conservata testimonianza della tradizione europea della caccia alla balena. Gran Baya, come fu chiamata da coloro che fondarono il sito negli anni Trenta del XVI secolo, fu usata come base costiera per la caccia, la macellazione e la raffinazione del grasso di balena per la produzione di olio e per la conservazione. Presto divenne un'centro di produzione di olio di balena, il quale veniva spedito in Europa, dove veniva usato per l'illuminazione. Il sito, che veniva utilizzao nei mesi estivi, include resti dei forni usati per la lavorazione del grasso di balena, le officine dei bottai, i pontili, quartieri di residenza stagionale e un cimitero, insieme a relitti di navi e depositi di ossa di balena. La stazione fu usata per circa 70 anni, prima che la popolazione locale di balene scomparisse. Saddle Island.jpg
18 Mistaken Point 2016 Naturale (viii) Questo sito fossile si trova nella punta sud-orientale dell'isola di Terranova, nel Canada orientale. Consiste in una stretta striscia di 17 km di aspre scogliere costiere. Di profonda origine marina, queste scogliere risalgono al periodo Ediacaran (580-560 milioni di anni fa), rappresentando i più antichi raggruppamenti conosciuti di grandi fossili ovunque. Questi fossili illustrano uno spartiacque nella storia della vita sulla terra: l'apparizione di organismi grandi e biologicamente complessi, dopo quasi tre miliardi di anni di evoluzione micro-dominata. Ediacaran fossils Mistaken Point Newfoundland.jpg
19 Pimachiowin Aki 2018 Misto (iii)(vi)(ix) Pimachiowin Aki ('La terra che dà vita') è un paesaggio che comprende fiumi, laghi, zone umide e foreste boreali. Fa parte della dimora ancestrale dei Anishinaabeg, un popolo indigeno che vive di pesca, caccia e raccolta. Il sito comprende le terre tradizionali di quattro comunità Anishinaabeg (fiume Bloodvein, Little Grand Rapids, fiume Poplar e Pauingassi). È un esempio eccezionale della tradizione culturale di Ji-ganawendamang Gidakiiminaan ("mantenere la terra"), che consiste nell'onorare i doni del Creatore, nel rispetto di tutte le forme di vita e nel mantenere relazioni armoniose con gli altri. Una complessa rete di siti di sostentamento, siti di abitazione, percorsi di viaggio e siti cerimoniali, spesso collegati da vie navigabili, testimoniano questa antica e continua tradizione. Woodland Caribou Provincial Park.jpg
20 Writing-on-Stone/Áísínai'pi 2019 Culturale (iii) La proprietà si trova sul bordo settentrionale delle semi-aride Grandi Pianure del Nord America, al confine tra [Canada] e Stati Uniti d'America. La Milk River Valley domina la topografia di questo paesaggio culturale, che è caratterizzato da una concentrazione di pilastri o hoodoos, colonne di roccia scolpite dall'erosione in forme spettacolari. La Confederazione dei Piedi Neri (Siksikáíítsitapi) ha lasciato incisioni e dipinti sulle pareti di arenaria della Valle del fiume Milk, a testimonianza dei messaggi degli Esseri Sacri. Datato in situ resti archeologici coprono un periodo tra ca. 2.550 e 1.550 anni a.C. e il periodo di contatto. Questo paesaggio è considerato sacro per il popolo dei Piedi Neri e le loro tradizioni secolari si perpetuano attraverso cerimonie e nel rispetto duraturo dei luoghi. Writing on stone990.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti