Scarica il file GPX di questo articolo
Europa > Italia > Italia nordoccidentale > Lombardia > Prealpi e grandi laghi lombardi > Lecchese > Valsassina

Valsassina

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Valsassina
Panorama
Localizzazione
Valsassina - Localizzazione
Stato
Regione
Capoluogo

Valsassina è una valle delle prealpi lecchesi appartenente all'Italia.

Da sapere[modifica]

Valle di origine glaciale, è terra di antichi villaggi, di chiese e conventi, di turismo estivo ed invernale.

Cenni geografici[modifica]

Da Ballabio, alle spalle di Lecco, si incunea nei monti lecchesi fino alle stazioni sciistiche di Piani di Bobbio; è delimitata a Occidente dal rilievo delle maestose Grigne, a oriente dalle Prealpi bergamasche. Attraversata dal Pioverna che raccoglie numerosi altri torrenti, è una valle verdeggiante circondata da maestose cime. Il ritiro dei ghiacciai ha lasciato detriti morenici, zone che l'hanno contraddistinta come valle dei sassi, da cui Valsassina.

Quando andare[modifica]

Attrezzata per turismo climatico estivo e per attività sciistiche invernali, la valle è frequentabile tutto l'anno.

Cenni storici[modifica]

Gli Orobi furono i suoi primi abitanti, poi gli Insubri, i Galli, i Romani, i Longobardi. Successivamente la valle segue la storia di Lecco, poi all'Arcivescovado di Milano fino alla sua infeudazione ai Torriani di Milano. Si creano castelli e fortificazioni un po' in tutta la valle, opere a tutt'oggi scomparse. Subentrati i Visconti, fu interessata alle lotte fra Milano e le mire espensionistiche di Venezia, diventando luogo di scontri. Giunti al potere gli Sforza ed allontanati i Veneziani, fioriscono i commerci soprattutto dei prodotti ferrosi della valle. Con la dominazione spagnola inizia un periodo di crisi ed anche di guerre ed invasioni - i Lanzichenecchi e la peste del 1629-30. Il Settecento porta il dominio austriaco, con riforme amministrative da un lato e decadimento dell'industria dell'estrazione del ferro. L'Unità trova una valle impoverita e dedita quasi esclusivamente all'agricoltuta caratterizzata da fondi molto frazionati e poco produttivi. Dal mondo agricolo nascerà come risorsa economica la produzione casearia che raggiungerà livelli di eccellenza: nascono nella seconda metà dell'Ottocento, a Ballabio la "Locatelli" (1860) e la "Galbani" (1880).

Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Ballabio — Fra Lecco e le montagne, Ballabio è posto all'imbocco della Valsassina e vive sospeso fra l'attrazione verso le montagne ed il richiamo del Lario che qui si chiama Lago di Lecco. Sulle vicine Grigne si pratica l'alpinismo; sui prati si allevano le mandrie per produrre i famosi formaggi della zona: taleggio, caprini, quartirolo, gorgonzola.
  • Barzio — Conserva il palazzetto seicentesco della famiglia di Alessandro Manzoni, originaria del paese. Fu meta privilegiata del turismo ottocentesco.
  • Cremeno
  • Introbio — Conserva resti di fortificazioni dell'XI secolo; in passato fu il centro amministrativo della valle. È assurto a fama letterario dopo che il Manzoni lo ha menzionato nei Promessi Sposi come paese d'origine di Agnese.
  • Moggio — A 900 metri di altitudine, il paese è meta di turismo soprattutto familiare, quello che cerca passeggiate tranquille ed escursioni fra i boschi, con anche un occhio di riguardo al mangiar sano con i prodotti locali (soprattutto formaggi), e all'ambiente incontaminato.
  • Pasturo — Indica nel nome la ricchezza dei suoi pascoli. che favorì in passato l'allevamento del bestiame. Il paese conserva un centro storico ricco di numerose abitazioni rustiche, con logge in legno e portali decorati da stemmi gentilizi. Sulle montagne che lo circondano i rifugi alpini sono punto di arrivo o di partenza per escursioni fra le cime, anche per rocciatori.

Altre destinazioni[modifica]

  • Piani di Bobbio — Località sciistica che con Valtorta ed Artavaggio costituisce il comprensorio per sport invernali più vicino a Milano. Collegato con Barzio da una funivia a cabine multiple, la località costituisce d'estate meta di passeggiate ed escursioni. Esistono vie ferrate sul Gruppo dei Campelli. D'inverno il comprensorio sciistico offre piste di discesa di vari gradi di difficoltà, un tracciato per sci di fondo ed un centro attrezzato per sciatori. Numerosi sono pure i rifugi alpini in quota, oltre ad offerte di ristoro di bar e ristoranti.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg Sono aeroporti lombardi:


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.