Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questo capitolo della guida sui viaggi in aereo fornisce alcuni consigli per avere un'esperienza piacevole a bordo dell'aereo (e per rendere piacevole anche l'esperienza degli altri passeggeri). Inoltre, nonostante l'aviazione commerciale sia il metodo di trasporto più sicuro al mondo, è sempre bene ricordare alcuni consigli sulla sicurezza.

Imbarcarsi[modifica]

Mappa dei posti di un Airbus A330-203: si noti che per convenzione su tutti gli aeromobili i posti designati da una A sono sul finestrino sinistro e le lettere aumentano da sinistra verso destra.

Verrete accolti a bordo dagli assistenti di volo e talvolta da uno dei piloti. Su aerei a fusoliera larga, seguite le indicazioni degli assistenti di volo per raggiungere il vostro posto: se avete un posto sul lato destro dell'aereo (tipicamente sarà designato da una lettera H, J o K) e imboccate il corridoio sbagliato intaserete le operazioni di imbarco e causerete notevole fastidio.

Mentre aspettate di sedervi, tirate fuori dal bagaglio a mano quello che volete avere a portata di mano (un libro, il cuscino da viaggio, le cuffie per la musica) in modo che una volta arrivati al vostro posto possiate semplicemente infilare il bagaglio a mano nella cappelliera (o sotto il sedile) e sedervi, senza creare un ingorgo.

Nel riporre i bagagli a mano, cercate di avere riguardo per gli altri passeggeri. Per riporre un trolley nella cappelliera, prestate attenzione a non colpire (o sfiorare) nessuno in testa: se fate fatica a sollevare il bagaglio, chiedete aiuto (ma attenzione: le regole di sicurezza in alcuni Paesi vietano ai passeggeri di portare in cabina un bagaglio che non sono in grado di sollevare loro stessi). Quando riponete i bagagli nella cappelliera, infilate prima i trolley rigidi e - se le dimensioni dello scompartimento lo permettono - posizionateli in modo da ottimizzare lo spazio; in seguito, posizionate zaini, borsette e porta-computer negli spazi lasciati vuoti attorno al trolley, possibilmente senza occupare ulteriore spazio lungo l'asse longitudinale (quello che va da prua a poppa) perché rischiate di rubare posto alle file davanti o dietro. Per motivi di sicurezza e di praticità (vostra e altrui) è meglio tenere al sedile borsette, porta-computer e altri piccoli bagagli che contengano oggetti preziosi: lo spazio sotto il sedile è più che sufficiente per riporveli senza limitare la vostra comodità.

Un gesto a cui pochi fanno attenzione ma che risulta molto fastidioso ad altri passeggeri è aggrapparsi allo schienale del sedile davanti per mantenere l'equilibrio mentre si raggiunge il proprio posto: per chi è seduto nel posto davanti questo gesto si traduce in un indesiderato scossone. Impiegate un secondo in più per trovare l'equilibrio autonomamente, o appoggiatevi al bracciolo del vostro sedile.

Sicurezza a bordo[modifica]

Come menzionato, il trasporto aereo di linea è in assoluto il mezzo di trasporto più sicuro in termini di vittime e feriti (viaggiare su lunga distanza in moto comporta una probabilità di morte 3000 volte più alta, in macchina 100 e in treno "solo" 2 volte più alta che viaggiare in aereo: è 26 volte più probabile morire soffocati che in un incidente aereo[1]), e questo deriva dal fatto che è fortemente regolamentato e soprattutto ogni operazione a bordo è altamente standardizzata ed è stata studiata da squadre di esperti per determinare se si possa ottenere lo stesso risultato con una procedura ancora più sicura. Inoltre, gli equipaggi (sia i piloti sia gli assistenti di volo) sono soggetti a rigorosi protocolli di certificazione che assicurano che tutti a bordo sappiano cosa fare in ogni situazione. In tutto questo, evidentemente, resta il nodo di dover trasportare passeggeri che non hanno seguito alcun tipo di addestramento e quindi ignorano le procedure di sicurezza. In linea generale, semplicemente seguendo le indicazioni che vi vengono date massimizzerete la vostra sicurezza a bordo. Vediamo nel dettaglio alcuni consigli.

  • Come anticipato, ubbidite a tutte le indicazioni dell'equipaggio e ai cartelli esposti: in alcuni Paesi è un reato violare una di queste prescrizioni, e potrebbe portare a una multa o al vostro arresto (nel corrente clima geopolitico, gli equipaggi hanno molta discrezionalità sul richiedere l'intervento della polizia per farvi rimuovere dall'aereo).
  • Seguite con attenzione la dimostrazione (o il video) di sicurezza all'inizio del volo e leggete il volantino con le istruzioni.
  • Anche quando la spia "allacciare le cinture" è spenta, è consigliabile tenere le cinture allacciate quando si è seduti, per evitare i danni che una turbolenza improvvisa può causare.
    • Anche se non viene sempre espressamente indicato, il segnale "allacciare le cinture" vieta anche di utilizzare le toilette.
    • Dopo l'atterraggio, non slacciate le cinture finché il segnale non si spegne: un aeromobile percorre le piste di rullaggio anche a 50 km/h, per cui una frenata improvvisa può essere pericolosa.
  • Se siete seduti lungo il corridoio, non allungateci del tutto le gambe. Oltre a essere maleducato perché rischiate di far inciampare chi ci cammina, rischiate di farvi investire da un carrello delle bibite (che può pesare alcune decine di chili).
    • Similmente, non lasciate nessun oggetto nel corridoio (oltre a tenere il bagaglio a mano negli scompartimenti appositi, occhio a non far cadere felpe, coperte, cuscini, ecc). In fase di rullaggio, decollo e atterraggio, i corridoi e tutte le vie di fuga devono restare sgomberi.
  • Se siete seduti nella fila dell'uscita di sicurezza, avete (per legge) la responsabilità di aiutare l'equipaggio ad aprirla in caso di evacuazione: quanto segue è ricavato in parte dalle norme di sicurezza più comuni, in parte dal buon senso (al quale, del resto, si ispirano molte delle norme di sicurezza).
    • Dovete essere in grado di capire l'inglese o la lingua usata dalla compagnia aerea.
    • Dato che potrebbe esservi chiesto di evacuare per primi e aiutare gli altri passeggeri a scendere dall'aereo, non potete avere responsabilità su altri passeggeri (minori, persone anziane che viaggiano con voi o persone che comunque richiedono il vostro aiuto in una situazione di emergenza).
      • Per lo stesso motivo, voi stessi dovete avere quel minimo di prestanza fisica che vi permetta - per esempio - di operare il meccanismo dell'uscita di sicurezza e di aiutare gli altri passeggeri.
    • Dovete saper mantenere il sangue freddo e volervi assumere questa responsabilità.
Se per qualunque motivo pensate di non rispettare questi criteri, chiedete all'equipaggio di trovarvi un altro posto: un simile gesto di responsabilità potrebbe venire premiato con un posto di maggior comfort. In alcune giurisdizioni, l'equipaggio e il personale di check-in è tenuto a verificare che rispettiate i criteri e in caso negativo deve trovare un sostituto idoneo. Inoltre, ricordate che se sedete nella fila dell'uscita di sicurezza non potete riporre alcun oggetto sotto il sedile di fronte, perché lo spazio tra i sedili deve essere libero in caso di evacuazione.
  • Se durante il volo un vostro dispositivo elettronico cade e rimane incastrato nel meccanismo del sedile, non muovete il sedile interessato (per esempio, cercando di reclinarlo per liberare l'oggetto incastrato), ma contattate un membro dell'equipaggio: se la batteria venisse schiacciata o rotta potrebbe innescare un incendio.
  • Nell'improbabile eventualità di un'evacuazione, lasciate tutti i bagagli a bordo: nel recuperarli rallenterete l'uscita vostra e degli altri passeggeri.
  • Al momento dell'imbarco, contate le file che vi separano dall'uscita di sicurezza più vicina e ricordate che potrebbe trovarsi verso poppa. Nel caso in cui l'aereo venisse evacuato con scarsa visibilità nella cabina (buio, fumo) sarà un'informazione fondamentale.
  • Durante rullaggio, decollo e atterraggio è opportuno (talvolta obbligatorio) aprire gli oscuranti dei finestrini per massimizzare la visibilità dall'esterno all'interno e viceversa: nell'improbabile eventualità di un'emergenza, l'equipaggio potrebbe aver bisogno di individuare danni, segni di incendio o altre cause che impediscano di usare una particolare uscita di sicurezza; anche i soccorritori all'esterno dell'aereo potrebbero aver bisogno di guardare all'interno della cabina per valutare la situazione. Inoltre, lasciar entrare in cabina la luce naturale permette di abituare i vostri occhi alle condizioni di visibilità esterne: in caso di evacuazione eviterete di rimanere abbacinati dal sole esterno (o viceversa, in un'evacuazione notturna, i vostri occhi saranno già abituati al buio e sarete in grado di allontanarvi dall'aereo in maggior sicurezza).
  • Nel caso (estremamente improbabile) di un ammaraggio d'emergenza, vi verrà ordinato di indossare il giubbotto salvagente, seguendo le istruzioni contenute nel briefing di sicurezza. Resistete la tentazione di gonfiarlo appena dopo averlo indossato: è più sicuro farlo al momento di salire sulla zattera (quindi pochi istanti prima di uscire dall'aereo).
  • Se ci fossero dei problemi al sistema di pressurizzazione della cabina, si apriranno automaticamente gli scomparti delle maschere per l'ossigeno. Oltre a seguire le istruzioni contenute nel briefing di sicurezza è importante ricordare che, a causa delle condizioni variabili della pressione in cabina, la sacca di raccolta dell'ossigeno posizionata lungo il tubo potrebbe non gonfiarsi, ma se avete seguito correttamente la procedura l'ossigeno sta scorrendo. Inoltre, è più sicuro indossare la propria maschera prima di aiutare altri ad indossare la loro.

Galateo a bordo[modifica]

Quello che segue è un breve vademecum di piccoli comportamenti che possono migliorare la vostra (e altrui) permanenza in un ambiente in cui possono trovarsi fino a 853 persone (il numero massimo di posti per cui è certificato l'Airbus A380, l'aereo passeggeri più capiente del mondo) a stretto contatto.

  • I consigli dati poc'anzi riguardo l'imbarco e la sistemazione dei bagagli mirano anche ad evitare di scomodare inutilmente gli altri passeggeri.
  • Un sedile in aereo è uno dei pochi luoghi in cui è perfettamente accettabile e per nulla maleducato non attaccare conversazione con i propri vicini di posto. Se avete l'abitudine di scambiare due chiacchiere con chi vi siede vicino, cercate di tenere un tono di voce controllato e sappiate cogliere i sottili segnali di chi è stato trascinato in una conversazione suo malgrado ma è troppo educato per dirvi che lo state disturbando.
    • Se c'è uno sconosciuto (o addirittura più d'uno, o un'intera fila di persone) seduto tra voi e qualcuno con cui vorreste parlare, proponete uno scambio di posti (e sappiate accettare il fatto che se lo scambio è rifiutato sarete "condannati" a rimandare la conversazione) ed evitate assolutamente di urlare da un lato all'altro dell'aereo (sì, è successo!).
  • C'è una vasta letteratura (rigorosamente aneddotica) su come comportarsi quando ci viene chiesto uno scambio di posti e su come, d'altra parte, chiederlo. Se siete voi a voler cambiare posto la cosa migliore è rivolgervi a un assistente di volo: l'equipaggio ha a disposizione una mappa aggiornata di tutti i posti disponibili e ha l'esperienza necessaria a trovare una soluzione alla vostra richiesta (senza contare che, se tutti si rivolgessero all'equipaggio, sarebbe facilissimo far incontrare domanda e offerta). Se vi viene chiesto od offerto uno scambio di posto, sta a voi decidere se accettare; per esempio, è sicuramente conveniente accettare quando vi viene offerto un posto del tutto equivalente al vostro (finestrino con finestrino o altri criteri che potreste aver seguito se avete scelto voi stessi il posto) e quando vi viene offerto un posto addirittura migliore del vostro (finestrino o corridoio quando avete un posto centrale o un posto con maggior spazio per le gambe se avete un posto normale). Tutto questo senza nulla togliere alla possibilità di cedere il proprio posto come gesto di cortesia.
  • Ci sono svariate teorie tra chi viaggia molto in aereo su come spartire i braccioli: una regola non scritta piuttosto diffusa è che chi ha il posto centrale (meno desiderabile) abbia priorità nell'uso dei braccioli. Un gesto di cortesia, in ogni caso, è non occuparlo tutto (per esempio, una posizione piuttosto comoda per riposare e per leggere è puntare i gomiti alla base del bracciolo, molto vicino allo schienale, in modo che l'altro passeggero possa ancora appoggiare il braccio un po' più avanti, pur senza che ci siano contatti).
  • Come accennato più in alto, evitate di aggrapparvi allo schienale dei sedili altrui per mantenere l'equilibrio. Similmente, nell'aprire il tavolino o nell'usare il sistema di intrattenimento, prestate attenzione a non dare colpi violenti al sedile di fronte.
  • Per quanto sia indubbiamente più confortevole togliersi le scarpe durante un volo intercontinentale, abbiate il buon gusto di portare un paio di calzini di spugna puliti per evitare di spargere fastidiosi odori in cabina. Per la vostra stessa igiene, indossate le scarpe quando camminate per l'aereo.
  • Non appoggiate assolutamente i piedi su nulla che non sia il pavimento. Viceversa, tenete conto che non tutti sono così educati ed evitate di appoggiare cibo e posate direttamente sul tavolino o su altre superfici.
  • Se avete l'abitudine di dormire in modo scomposto o di accasciarvi su un lato quando vi assopite, investite pochi Euro in un cuscino che sostenga la testa o in altri gadget da viaggio che vi evitino di crollare addosso al vostro vicino di posto. Anche avvolgervi nella coperta fornita dagli assistenti di volo può aiutarvi a non invadere lo spazio altrui.
    • Alcuni modelli di poggiatesta hanno delle "ali" (fisse o ripiegabili) che possono supportare lateralmente la testa mentre dormite.
  • Accettate il fatto che chi siede davanti a voi ha pagato anche per la possibilità di reclinare il sedile e che questo potrebbe ridurre leggermente il vostro comfort (ma del resto se può farlo lui potete farlo anche voi!). Se vi trovate in una situazione particolarmente scomoda (persone molto alte o con problemi alle gambe) potete chiedere educatamente alla persona davanti di reclinare il sedile un po' meno o potete chiedere all'assistente di volo di cambiare posto.
    • Di solito non è permesso reclinare il sedile durante i pasti.
  • Considerato che gli assistenti di volo passano per la cabina almeno una volta con lo scopo specifico di raccogliere i rifiuti, non ci sono molte scuse per lasciare pattume in giro.
  • Tenete a mente che il ruolo degli assistenti di volo è innanzi tutto di garantire la sicurezza dei passeggeri e solo in secondo luogo di "offrire loro dei salatini":
    • Specialmente durante le operazioni di imbarco, durante il rullaggio e mentre il segnale delle cinture di sicurezza è allacciato, l'equipaggio è piuttosto indaffarato e ha importanti operazioni di sicurezza da portare a termine.

Comfort[modifica]

Specialmente durante un volo intercontinentale, è importante mettersi comodi, sia per godersi il volo sia per non incorrere in alcuni tipi di patologie o disturbi tipici dei lunghi viaggi in aereo. Un buon livello di comfort vi permetterà di addormentarvi più profondamente, permettendovi di iniziare già durante il volo l'aggiustamento al fuso orario di destinazione e di ridurre l'effetto del jet lag.

Vestiario[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Tematica:Pianificare un volo.

È importante indossare indumenti comodi, morbidi e larghi. Un paio di scarpe da ginnastica vi permetteranno di attraversare agevolmente gli aeroporti e in generale vi permetteranno di stare comodi. Considerate di portare con voi un maglione o una felpa in più e dei calzini grossi puliti se voleste togliervi le scarpe durante il volo

Accessori da viaggio[modifica]

Oltre alla vostra forma di intrattenimento preferita (libro, tablet, quotidiano), può essere utile avere con sé:

  • Un cuscino da viaggio. Il modello più classico è a ferro di cavallo, per sostenere la testa durante il sonno. Ne esistono versioni pieghevoli o gonfiabili che si adattano meglio ai maltrattamenti dell'aereo. La maggioranza delle persone rivolge l'apertura del "ferro di cavallo" verso avanti, in modo che la parte più larga funga da supporto per la nuca, ma se la vostra testa ha la tendenza a cadere in avanti provate a rivolgere l'apertura verso la nuca, in modo che la parte più larga sostenga il mento.
  • Tappi per le orecchie, auricolari insonorizzati o cuffie con soppressione attiva del rumore per conciliare il sonno. Se optaste per le cuffie con soppressione attiva del rumore, ricordate che hanno una batteria che va messa in carica prima di mettersi in viaggio.
  • Mascherina oscurante. Nel caso ne foste sprovvisti, un paio di occhiali da sole vi aiuterà a ripararvi dalla luce.
  • Fazzolettini disinfettanti o gel disinfettante.
  • Una penna per compilare i moduli dell'immigrazione (è utile tenerla assieme al passaporto).

Cosa fare e cosa non fare[modifica]

  • È bene tenersi idratati: l'aria in un aereo passeggeri è rarefatta (anche i modelli più moderni riescono a tenere una pressione pari a quella che trovereste in montagna a 1500-1800 metri) e quindi molto secca. Tenete anche presente che le bibite che contengono caffeina (caffè, tè, Coca-Cola) hanno effetti diuretici: è bene non bere solo queste bevande, e variare.
  • Per quanto un bicchiere di vino durante il pasto non vi ucciderà, di solito è sconsigliato bere di più durante un volo perché la digestione dell'alcol richiama molta acqua al fegato e quindi disidrata l'organismo. Tra l'altro, gli alcolici sono tra le bevande il cui gusto viene più penalizzato dalla cabina dell'aereo, dato che la riduzione della pressione e dell'umidità riduce la sensibilità delle papille gustative. Viceversa, pare che il succo di pomodoro acquisti un sapore estremamente piacevole in alta quota (se proprio non riuscite a rinunciare a un goccetto, potreste provare un Bloody Mary!).
  • Durante un volo lungo, toglietevi le scarpe (ma occhio ai consigli nella sezione Galateo). Per via delle condizioni ambientali (pressione della cabina, temperatura, umidità) e del fatto che passate molto tempo immobili, è comune che piedi e caviglie si gonfino.
  • Rimanendo fermi per tutto il volo senza sgranchirvi le gambe rischiate di incorrere nella trombosi venosa profonda, una patologia con possibili complicanze piuttosto gravi. I fattori di rischio includono età avanzata, obesità, operazioni chirurgiche o traumi recenti, gravidanza, neoplasie attive, uso di estrogeni, trombofilia. In generale, a tutti i passeggeri è consigliato alzarsi per sgranchirsi le gambe (se non altro aiuta a ridurre l'entità del già citato gonfiore - non correlato con la trombosi venosa profonda), ma chi presenta uno o più fattori di rischio dovrebbe farlo più di frequente e a intervalli regolari. Pare che indossare calze compressive durante il volo riduca l'incidenza della trombosi venosa asintomatica.
    • Esiste una serie di esercizi di stretching che potete eseguire senza alzarvi dal vostro posto per favorire la circolazione e combattere fenomeni come gonfiore delle gambe e trombosi venosa profonda. Il più comune include, da seduti, alzare i talloni tenendo le punte dei piedi a contatto col pavimento fino alla massima estensione della caviglia, e poi passare gradualmente alla posizione inversa, in cui alzate le punte e mantenere i talloni a contatto col pavimento. Similmente, potete ruotare la caviglia prima in senso orario e poi antiorario. La rivista di bordo della compagnia aerea spesso comprende una lista esaustiva di esercizi, con guide dettagliate e altri consigli.
  • Per evitare che l'equipaggio debba svegliarvi per controllare che abbiate le cinture allacciate, avvolgetevi nella coperta e solo dopo allacciate le cinture. In questo modo gli assistenti di volo potranno vedere la fibbia al di sopra della coperta.

Intrattenimento[modifica]

La telecamera di coda di un Airbus A380, i cui filmati sono mostrati in diretta sullo schermo personale dei passeggeri.

Oggigiorno gli aerei (specialmente a lungo raggio) hanno estesi sistemi di intrattenimento estremamente intuitivi da utilizzare. Non tutti sanno quante opzioni esistono per passare il tempo a bordo di un aereo oltre a guardare un film.

  • Tutti i sistemi di intrattenimento includono un'interfaccia che permette di seguire il progresso del volo. I sistemi più sofisticati hanno svariate opzioni e funzioni: potreste vedere sulla mappa quali città state sorvolando, la rotta effettiva seguita dall'aereo, informazioni sull'aeroporto di destinazione (incluso il gate al quale arriverete e l'orario previsto di arrivo), dati sul volo come velocità e direzione del vento e sull'assetto dell'aeromobile.
  • Spesso, oltre a una vasta selezione di film, serie tv e album musicali, avrete accesso a videogiochi di vario tipo; talvolta potete sfidare dal vivo altri passeggeri sullo stesso volo.
  • Gli aeromobili più moderni sono dotati di telecamere esterne che permettono all'equipaggio di avere una migliore visuale su ciò che accade fuori dall'aereo, e i passeggeri spesso possono vedere i filmati in diretta.
  • Molto spesso è possibile guardare in diretta partite di calcio o altri sport.
  • Sempre più compagnie aeree stanno equipaggiando i propri aerei con connessioni Wi-Fi che vi permettono di accedere a Internet dal vostro smartphone. Poiché il servizio è rivolto per lo più a chi viaggia per affari e ha bisogno della connessione per lavorare, i prezzi restano alti. La maggior parte dei fornitori del servizio blocca ogni genere di chiamata (quindi niente Skype o chiamate su Whatsapp).
  • Specialmente nel caso in cui viaggiate con bambini, provate a chiedere a un assistente di volo di visitare la cabina di pilotaggio: la strategia migliore è chiedere verso l'inizio del volo (ma non in un momento difficile come l'imbarco o il pranzo), essere molto gentili e disponibili e chiarire da subito che comprendete che i piloti stanno lavorando e non volete disturbare. Potete anche proporre di visitare la cabina di pilotaggio alla fine del volo, quando gli altri passeggeri saranno sbarcati: per motivi di sicurezza, è estremamente improbabile che vi venga concesso di visitare la cabina di pilotaggio quando l'aereo non è al gate (se anche foste un malintenzionato, sarebbe praticamente impossibile impossessarsi di un aereo con le porte aperte e i motori spenti), e inoltre mostrarvi propositivi migliora le probabilità che la vostra richiesta venga accolta. La decisione spetta tipicamente al comandante e non è detto che accetti.
  • Se anche non siete dei fanatici dell'aviazione, buttate un occhio fuori dal finestrino ogni tanto: le formazioni nuvolose viste "da un'altra prospettiva" sono incredibilmente affascinanti e alla quota di crociera di un volo intercontinentale potreste riuscire a vedere la curvatura della Terra! Volando verso ovest all'ora giusta potreste assistere a un tramonto "prolungato" di indubbia bellezza. Infine, nella rara eventualità che il vostro aereo attraversi il cono d'ombra di un'eclissi, potreste assistervi da una tribuna d'eccezione (molte compagnie aeree distribuiscono gratuitamente gli occhiali per eclissi solari durante i voli interessati).

Note[modifica]

  1. (EN) J. Ball, How safe is air travel really? - TheGuardian.com, 24 luglio 2014 (link consultato l'8 agosto 2017)

Tematiche correlate[modifica]