Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Cucina italiana

Cucina italiana

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Se la cucina italiana è conosciuta in tutto il mondo per i piatti come la pizza e la pasta, la cucina domestica dell'Italia si differenzia molto dalla cucina italiana internazionale.

Capire[modifica]

Spaghetti al pomodoro e basilico

Alcune tradizioni culinarie italiane risalgono all'epoca romana.

Poiché l'Italia non è stata unificata fino al XIX secolo e il patriottismo provinciale è forte, ingredienti, metodi di cottura e modi variano tra le province. In un certo senso, si può dire che in Italia non esiste una semplice "cucina italiana", ma piuttosto, più stili di cucina locale, che a volte differiscono tra un paese e l'altro, e ancora di più, tra una regione tradizionale e la successiva. In generale, la cucina dell'Italia settentrionale ha delle somiglianze con quella dell'Europa centrale. Dominano i grassi animali come il burro e lo strutto. Nel Sud Italia domina la tipica cucina mediterranea, a base di olio d'oliva, pomodori, aglio e frutti subtropicali.

La cucina italiana si è diffusa in luoghi come gli Stati Uniti attraverso la migrazione. Si tratta per lo più della pizza napoletana e della cucina italiana-americana, che sono diventate popolari in tutto il mondo. Nel 2017, l'Arte dei Pizzaiuoli napoletani, di cui la pizza napoletana è prodotto tangibile, è dichiarata dall'UNESCO come Patrimonio immateriale dell'umanità.

Ingredienti[modifica]

  • Frutti di mare: mentre il Mediterraneo è sovrasfruttato, pesce e frutti di mare sono serviti in piatti tradizionali (cucina tipica) dalle comunità costiere italiane.
  • Carne: l'Italia è particolarmente famosa per salumi, tra cui il prosciutto, la mortadella e il salame, e il manzo essiccato chiamato bresaola. La bistecca è notoriamente consumata in Toscana (bistecca alla fiorentina), la carne di maiale - in particolare quella di cinghiale - è considerata una prelibatezza, e molti tipi di uccelli sono preparati in vari modi.
  • Formaggio: l'Italia ha una varietà di formaggi duri e molli. La parola generica è formaggio. Il pecorino (molte varietà) è il formaggio di pecora. Molti formaggi italiani sono realizzati con latte di mucca, e la mozzarella è prodotta dal latte della bufala europea (mozzarella di bufala).
  • Frutta e verdura: nel Sud Italia gli agrumi sono onnipresenti. Mentre i pomodori erano sconosciuti prima delle esplorazioni geografiche, essi sono estremamente comuni nella cucina italiana di oggi, soprattutto nel Mezzogiorno. L' aglio e anche le cipolle sono basi importanti di molti cibi italiani. Verdure a foglia verde sono tipicamente utilizzati in insalata mista e nelle zuppe, come la zuppa di verdure e ribollita in Toscana .
  • Vino: l'Italia è famosa per il suo vino. Questo è usato molto spesso in cucina come pure da bere durante il pasto.

Oltre al cibo salato, ci sono meravigliosi dolci italiani, soprattutto a Napoli (sfoglietelle) e in altra zone del Sud, ma anche in posti come Siena, che oltre alle prelibatezze pan-toscane, ha anche alcune specialità locali, in particolare il panforte, una sorta di torta molto densa.

In generale, aspettatevi che ogni luogo che si visita in Italia abbia le proprie specialità locali. Cercate i ristoranti che servono la cucina tipica e le panetterie locali.

I pasti principali[modifica]

La colazione[modifica]

La colazione, il primo pasto della giornata, è molto simile ormai agli altri paesi europei ed è solitamente dolce con del latte caldo o freddo o del succo di frutta accompagnati da prodotti da forno come biscotti o pane con marmellata o crema di nocciole. Il caffè predomina con le varianti del cappuccino, del caffellatte, o del famoso caffè espresso. In alcune occasioni speciali, come la domenica o le festività, possono essere presenti anche prodotti di pasticceria.

Il pranzo[modifica]

L'Arte del pizzaiuolo napoletano è Patrimonio dell'UNESCO

Tradizionalmente il pranzo è il pasto più importante della giornata ed è, se completo, composto da tre o quattro portate;

  • Un antipasto, in genere composto da crostini, salumi, formaggi, verdure.
  • Un primo piatto in genere un piatto di pasta o risotto o una minestra.
  • Un secondo piatto di carne o pesce o formaggio o prosciutto, accompagnato da un contorno di verdure.
  • Del dolce o della frutta per chiudere.

Oggi questo pranzo completo è utilizzato prevalentemente nei giorni festivi, mentre per gli altri giorni si ricorre in genere a una sola portata o a un piatto unico.

La cena[modifica]

Lo schema della cena ricalca quello del pranzo, con più o meno le stesse portate. Al giorno d'oggi, a differenza del pranzo, la cena rimane ancora, assieme alla colazione, un pasto consumato solitamente in compagnia, perciò può presentare più pietanze del pranzo. Tutto ciò può variare a seconda delle tradizioni e dello sviluppo da regione a regione.

Gli spuntini[modifica]

Detti anche merenda, non sono pasti principali ma sono importanti per placare la fame di metà mattina e pomeriggio, lontano dal pranzo e dalla cena. Sono solitamente leggeri e composti da frutta, pane e marmellata e d'estate anche del gelato.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.