Scarica il file GPX di questo articolo

All'aeroporto

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Nell'immaginario collettivo, il giorno della partenza in aereo è sempre vissuto come caotico e stressante. Riportiamo di seguito alcuni consigli utili in aeroporto prima di prendere un volo.

Andare in aeroporto[modifica]

Un vecchio adagio raccomanda di pianificare i tempi in modo da essere in aeroporto circa un'ora prima dell'imbarco per i viaggi nazionali o europei e due ore prima dell'imbarco per i viaggi a medio e lungo raggio (negli aeroporti americani più grandi è meglio aumentare questi margini a due e tre ore, rispettivamente). Si tratta di una valutazione che dipende molto da quanto grande è il gruppo, se si hanno bagagli da imbarcare, se è necessario passare controlli doganali e di immigrazione e infine da quanto grande è l'aeroporto. L'orario di imbarco per un volo intra-europeo è di solito mezz'ora prima della partenza, mentre per un volo a medio o lungo raggio l'imbarco può iniziare tra mezz'ora e un'ora prima della partenza, a seconda dell'aeromobile utilizzato. È consigliabile essere in aeroporto ben prima dell'orario di imbarco, per avere il tempo di passare i controlli di sicurezza e di raggiungere il gate. Sarebbe bene calcolare ancora più tempo nei seguenti casi:

  • non avete ancora effettuato il check-in
  • avete bagagli da imbarcare
  • state volando in alta stagione
  • dovete passare i controlli di immigrazione o doganali (voli da o per un Paese al di fuori dello spazio Schenghen o dell'Unione Europea)
  • siete in viaggio con la famiglia o un grande gruppo di amici
  • l'aeroporto di partenza è grande o noto per essere caotico
  • dovete restituire una macchina presa a noleggio
  • pianificate di andare in aeroporto in macchina (sia per via del traffico sia nel caso in cui il parcheggio dell'aeroporto sia distante dal terminal)

Per recarvi in aeroporto, avrete tipicamente a disposizione servizi taxi, pullman privati, linee della metropolitana, del treno o del trasporto pubblico dedicate e anche i collegamenti autostradali saranno ben segnalati. Informatevi su internet o presso un ufficio turistico sulle opzioni a vostra disposizione. Se sceglieste di raggiungere l'aeroporto con un mezzo sensibile al traffico, può essere prudente mettere in conto del tempo in più.

Studiando la mappa dell'aeroporto in anticipo potrete scoprire se dovrete prendere una navetta o un treno per spostarvi (per esempio) dall'area dei check-in e dei controlli di sicurezza all'area dei gate di imbarco, il che potrebbe allungare i tempi giusto di quel poco che basta a farvi perdere l'aereo.

Check-in e consegna dei bagagli[modifica]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Tematica:Pianificare un volo#Check-in.

Il check-in oggigiorno si può effettuare già con un paio di giorni in anticipo rispetto al giorno di partenza. Inoltre, ottenere la carta d'imbarco prima di recarvi in aeroporto vi permette di pianificare meglio i tempi.

Se avete bagagli da imbarcare, dovrete consegnarli al banco perché vengano etichettati e inviati al sistema di smistamento.

  • Nella maggior parte degli aeroporti, il banco di consegna bagagli è gestito da un agente che vi assisterà nella procedura: dovrete consegnargli la carta d'imbarco e un documento d'identità (se siete membri del programma frequent flyer potrete anche consegnare la tessera del programma al posto della carta d'imbarco). L'agente potrebbe chiedervi di confermare che nel bagaglio non trasportate oggetti o sostanze proibite, poi apporrà un'etichetta sulla maniglia del bagaglio e vi consegnerà (di solito incollandola alla carta d'imbarco o al passaporto) la ricevuta che vi permetterà, nel caso qualcosa andasse storto, di velocizzare le procedure di segnalazione all'ufficio bagagli smarriti.
  • In alcuni aeroporti (come Parigi - Charles De Gaulle se volate con Air France o Stoccolma - Arlanda se volate con una compagnia di Star Alliance) è possibile consegnare il bagaglio a un chiosco automatico: stamperete l'etichetta voi stessi, la apporrete su una maniglia del bagaglio (ricordandovi di rimuovere il talloncino che funge da ricevuta), poi depositerete il bagaglio sul nastro e scansionerete con un apparecchio apposito l'etichetta in modo che ne venga registrata la destinazione. Se il bagaglio non supera la franchigia bagaglio consentita, vi basterà dare la conferma tramite l'interfaccia e la valigia verrà inviata al sistema di smistamento.

Potete ora recarvi ai controlli di sicurezza.

Controlli di sicurezza[modifica]

I controlli di sicurezza di molti Paesi tendono ormai a essere uniformati, ma è possibile che in seguito a specifiche minacce terroristiche alcuni Paesi adottino procedure specifiche senza molto preavviso. Vi invitiamo a informarvi in particolare su cosa è vietato imbarcare in stiva o in cabina e cosa non può proprio essere portato a bordo degli aeromobili nel Paese in cui vi recate o in cui fate transito

Ai controlli di sicurezza dovrete passare attraverso un metal detector o un body scanner e il vostro bagaglio a mano verrà ispezionato ai raggi X. Nel caso in cui questi apparecchi rilevassero qualcosa di sospetto verrete sottoposti a ulteriori controlli.

Controllo della carta d'imbarco[modifica]

Verso l'inizio della coda verrà verificato che siate in possesso di una carta d'imbarco valida. In alcuni Paesi dovrete presentare anche un documento d'identità. Negli aeroporti europei sempre più di frequente vengono utilizzati tornelli elettronici: presentate la carta d'imbarco al lettore ottico e attendete conferma dal sistema, il tornello dovrebbe aprirsi subito dopo.

Macchina a raggi X[modifica]

Una volta arrivati in cima alla fila, è il momento di preparare i propri bagagli a mano per la scansione a raggi X. Avrete a disposizione dei vassoi per riporre i vostri bagagli a mano e il contenuto delle vostre tasche. Tipicamente, in questa fase vi sarà richiesto di rimuovere dalla vostra persona

  • tutti gli oggetti contenuti nelle tasche (metallici o meno), inclusi
    • portafoglio
    • cellulare
    • chiavi
    • passaporto e carta d'imbarco
    • auricolari per ascoltare la musica
  • cintura, orologio e grossi gioielli, specialmente se metallici
  • cappelli
  • giacche e giacconi invernali
  • zaini, borse e marsupi

Tutto questo va riposto o direttamente sul nastro della macchina a raggi X o in un vassoio.

Molto spesso vi verrà ulteriormente chiesto di

  • rimuovere i liquidi dal bagaglio a mano (ricordate che dovranno già essere stati chiusi in un sacchetto di plastica trasparente richiudibile con volume massimo di mezzo litro - i contenitori stessi non possono avere volume nominale superiore a 100ml) e farli passare ai raggi X separatamente
  • rimuovere cibo e altri prodotti organici dal bagaglio a mano e farli passare ai raggi X separatamente
  • rimuovere gli apparecchi elettronici con batteria e riporli in un vassoio separato
    • gli Stati Uniti hanno recentemente prescritto che gli elettronici siano riposti nel vassoio senza sovrapporli
    • per prevenire il rischio che venga nascosta una bomba in un computer portatile sostituendola alla batteria originale, potrebbe esservi chiesto di accendere i vostri dispositivi elettronici per mostrare che effettivamente hanno una batteria
  • rimuovere le scarpe

Una strategia che può farvi risparmiare tempo è riporre il contenuto delle vostre tasche nelle tasche della giacca di un completo o una giacca da esterno, per poi toglierla e riporla nel vassoio con le tasche piene: in questo modo una volta superati i controlli di sicurezza potrete semplicemente raccogliere la giacca, mettervela addosso e rimettervi gli averi in tasca mentre vi incamminate verso il gate.

In alcuni aeroporti è stata recentemente introdotta una nuova generazione di macchine per l'ispezione dei bagagli che è in grado di esaminare apparecchi elettronici e liquidi anche all'interno del bagaglio, senza bisogno che voi li presentiate separatamente per l'ispezione. Prestate attenzione alle istruzioni degli addetti, che vi spiegheranno i dettagli specifici della procedura in vigore nello specifico aeroporto.

Metal detector o body scanner[modifica]

Un body scanner a onde millimetriche (onde a frequenza EHF): il soggetto si posiziona in piedi all'interno della cabina con le braccia alzate e la macchina nel giro di pochi secondi esegue una scansione, il cui risultato verrà visualizzato dall'operatore su uno schermo apposito.

Una volta inseriti tutti i propri averi nella macchina a raggi X, verrete fatti passare attraverso un metal detector o un body scanner. Il primo rileva oggetti metallici tramite un campo magnetico, il secondo confronta una scansione tridimensionale del vostro corpo con un modello e rileva qualunque oggetto anche non metallico che non sia una normale parte del corpo. Per quanto di solito vi sia richiesto di rimuovere indumenti pesanti e di svuotare completamente le tasche, è particolarmente importante farlo quando si viene sottoposti a un body scanner, poiché si tratta di sistemi piuttosto sensibili che talvolta evidenziano come potenziali pericoli anche oggetti innocui come cappucci delle felpe e fazzoletti da naso dimenticati in una tasca posteriore.

La procedura è piuttosto semplice: mettetevi in fila e aspettate che uno degli addetti ai controlli vi faccia cenno di entrare. Per il metal detector è sufficiente camminare lentamente sotto l'arco; per il body scanner, entrate nella macchina e posizionate i piedi in corrispondenza dei segni sul pavimento, poi alzate le braccia sopra la testa e guardate dritto, mantenendo la posa per circa 5 secondi o finché l'agente non vi chiede di uscire. Attendete il via libera prima di andare a recuperare i bagagli dalla macchina a raggi X.

Altre procedure[modifica]

In caso di allarmi dal metal detector o dal body scanner, gli operatori di sicurezza eseguiranno di solito una perquisizione personale senza farvi rimuovere i vestiti (entrambi gli strumenti danno almeno indicazioni di massima sulla zona "sospetta"), o tastando al di sopra dei vestiti per individuare eventuali oggetti vietati celati o anche con l'aiuto di un metal detector manuale che possa dare maggiori indicazioni sulla posizione dell'oggetto vietato.

In caso di risultati sospetti dalla macchina a raggi X un agente di sicurezza potrebbe ispezionare il bagaglio a mano (o gli altri oggetti) in vostra presenza ed eventualmente sottoporre oggetti singoli a un ulteriore esame a raggi X.

Sia in caso di allarmi dal metal detector o dal body scanner sia in caso di risultati sospetti dalla macchina a raggi X potrebbe venire usata una "macchina annusatrice": l'agente di sicurezza passerà un tampone asciutto sulle vostre mani, sui vestiti o in alcune parti del bagaglio a mano e poi sottoporrà il tampone a una macchina in grado di rilevare tracce di polvere da sparo ed esplosivi.

Controlli di immigrazione in uscita[modifica]

I due pittogrammi usati più spesso, rispettivamente, per i controlli di immigrazione e doganali
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi: Tematica:Documenti.

Se siete diretti verso una destinazione al di fuori dello spazio Schenghen (o se state prendendo un volo internazionale da un Paese al di fuori dell'Europa) dovrete passare i controlli di immigrazione in uscita: negli aeroporti Schenghen questo controllo è limitato alla verifica del vostro passaporto (o altro documento idoneo all'espatrio), principalmente per verificare che non siate ricercati o soggetti a misure cautelari che vi impediscano di espatriare; all'estero gli agenti di frontiera potrebbero, oltre a visionare il vostro passaporto, anche richiedere il modulo di immigrazione in uscita (di solito una copia-carbone del modulo di entrata che avete consegnato arrivando nel Paese estero, magari da completare con i dettagli del volo che usate per lasciare il Paese, o un talloncino staccato da questo stesso modulo). Alcuni Paesi prendono le vostre impronte digitali anche durante i controlli di immigrazione in uscita, per confermare che siete la stessa persona che è entrata nel Paese con quel passaporto.

Tornelli automatici per i controlli di immigrazione a Londra Gatwick, utilizzabili da cittadini europei, svizzeri, del Regno Unito e di altri Paesi

Negli aeroporti dell'area Schenghen, i viaggiatori maggiorenni che viaggiano con un passaporto europeo possono usare i tornelli automatici per passare i controlli di immigrazione sia in entrata sia in uscita, dove siano previsti e funzionanti. Alcuni Paesi, come per esempio Singapore, permettono anche ai turisti di uscire dal Paese tramite tornelli automatici senza bisogno di registrazione preventiva.

Controlli doganali in uscita[modifica]

Anche se a volte meno evidenti dei controlli di immigrazione, i passeggeri che lasciano uno Stato sono soggetti a controlli doganali, per lo più con lo scopo di limitare l'esportazione di specie animali e vegetali protette, di valuta o al fine di contrastare il traffico di droga.

In linea generale, è bene non portare a casa oggetti di origine animale o vegetale se non siete assolutamente certi che non siano protetti (anche se così vi vengono descritti da chi ve li vende). Ricordate anche che moltissimi Paesi hanno limiti o obblighi di dichiarazione sulla quantità di valuta (contanti ed equivalenti dei contanti) che trasportate: anche quando non c'è un divieto di importare o esportare valuta, spessissimo dovete dichiarare la quantità di valuta trasportata attraverso la frontiera quando supera una soglia che è comunemente fissata a circa 10.000 euro (negli Stati Uniti e in Canada, per esempio, è USD 10.000 e CAD 10.000, rispettivamente).

Le autorità doganali hanno a disposizione cani in grado di fiutare droga, denaro e prodotti animali o vegetali all'interno dei bagagli e spesso passano i bagagli imbarcati ai raggi X.

Passare il tempo[modifica]

I viaggiatori hanno svariate opzioni a propria disposizione per passare il tempo in aeroporto.

Innanzi tutto attenzione a ristoranti e bar: poiché operano in condizioni di oligopolio (pochi venditori, tutti in grado di influenzare il mercato), i prezzi tendono a essere irragionevolmente alti. Se decidete di portarvi da mangiare per evitare il salasso, ricordate che per passare i controlli di sicurezza i liquidi non devono superare 100ml di volume (ma potete portare una bottiglietta vuota e riempirla alle fontanelle o nei bagni).

I negozi duty free offrono prodotti di consumo (sigarette, alcolici, cibo, talvolta elettronica e prodotti dell'industria della moda) esentati da IVA e da altre imposte indirette (in alcuni casi anche le accise sugli alcolici), ma spesso con prezzi gonfiati rispetto ai negozi al di fuori dell'aeroporto. Inoltre, ultimamente i prodotti venduti nei negozi duty free sono diventati sempre meno locali e tipici. Restano un'utile risorsa se vi siete dimenticati di comprare una bottiglia di vino da regalare!

Alcuni aeroporti hanno delle terrazze di osservazione, dalle quali si può guardare con una prospettiva ottimale lo spettacolo dell'aeroporto in azione, incluse le piste di decollo e atterraggio e le operazioni di carico e scarico.

All'interno dei terminal esistono talvolta aree attrezzate per i bambini, sale fumatori, aree di riposo con piccoli cubicoli insonorizzati e divanetti su cui appisolarsi, cubicoli attrezzati per chi viaggia per affari e ha bisogno di una presa elettrica e una connessione internet (e magari mettono anche a disposizione un computer o una stampante).

Se siete membri di un programma frequent flyer potreste avere accesso alle lounge della compagnia aerea o a lounge convenzionate, che offrono tipicamente delle poltrone più comode rispetto al resto del terminal, cibo e bevande (al di fuori degli Stati Uniti sono spesso gratuiti), connessione internet, docce e giornali. In alcune lounge di maggiore qualità potrete usufruire (non sempre gratis) di un massaggio o di un trattamento di bellezza.

Esistono anche alcune lounge accessibili a pagamento (e anche alcune lounge di compagnie aeree offrono di acquistare l'ingresso): i prezzi si aggirano spesso sui 40 euro.

Nel calcolare con che tempi recarvi al gate, tenete presente che in alcuni aeroporti i controlli di sicurezza sono eseguiti (talvolta anche ripetuti) al gate.

Imbarcarsi[modifica]

Monitor dell'aeroporto di Singapore - Changi che mostra i voli in partenza. Vengono indicati gli orari, la compagnia aerea che opera il volo, la destinazione, il numero di volo, il gate di imbarco e le note. In particolare, la nota "Gate open" del volo SQ380 per Sidney indica che il volo sta già imbarcando i passeggeri. Nelle note verrà anche indicato se il volo è in ritardo.

Oltre ad avere in mente l'orario di imbarco indicato sulla carta d'imbarco, bisognerebbe tenere d'occhio i monitor di informazione e tendere un orecchio verso gli altoparlanti per rimanere al corrente su cambi di gate, ritardi e cancellazioni. Anche durante l'imbarco è opportuno continuare ad ascoltare gli annunci e a guardare lo schermo del gate, dato che vengono usati per comunicare informazioni importanti, come aggiornamenti sui ritardi e dettagli sulla procedura di imbarco.

Riguardo quest'ultima, è inutile assieparsi attorno al gate: la maggior parte delle compagnie aeree oggigiorno imbarca per "zone" o "gruppi", e a ogni passeggero viene assegnata una zona sulla base della classe di viaggio (economy, business...), del prezzo pagato per il biglietto, dello status nel programma frequent flyer... A titolo di esempio, per mostrare quanti fattori influenzino l'ordine di imbarco, questa è la sequenza usata da Delta Airlines:

  1. Passeggeri che necessitino di assistenza o di maggior tempo per imbarcarsi (questo include anziani con difficoltà deambulatorie e persone con invalidità); membri delle forze armate statunitensi in servizio attivo e in uniforme o con un documento d'identità militare.
  2. Passeggeri di DeltaOne (business class a lungo raggio) e membri di livello Diamond (il più alto) del programma SkyMiles.
  3. Passeggeri di Delta Premium Select (premium economy a lungo raggio) o di First Class (la prima classe/business class a corto raggio); se l'aeromobile non ha una cabina Delta One, i membri Diamond si imbarcano assieme alla First Class.
  4. Famiglie con bambini piccoli.
  5. Passeggeri di Comfort+ (econony class con spazio per le gambe aggiuntivo)
  6. Sky Priority, cioè i membri Platinum e Gold del programma SkyMiles e membri di livelli equivalenti in altri programmi frequent flyer convenzonati (inclusi i programmi delle compagnie appartenenti all'alleanza SkyTeam)
  7. Passeggeri di Main Cabin, zona 1, cioè chi ha un biglietto di economy class rimborsabile o riprenotabile (più costoso); in questo gruppo sono anche inclusi i membri di livello Silver di SkyMiles e di livelli equivalenti nei programmi frequent flyer convenzonati, oltre a chi ha pagato extra per l'imbarco prioritario e chi ha una carta di credito convenzionata con Delta che includa come vantaggio il diritto all'imbarco prioritario.
  8. Passeggeri di Main Cabin, zona 2.
  9. Passeggeri di Main Cabin, zona 3.
  10. Passeggeri di Basic Economy (tariffa non rimborsabile e che non include il bagaglio imbarcato).

In altri casi, i passeggeri della classe economica saranno divisi in zone soprattutto in base al posto loro assegnato: è infatti più efficiente imbarcare prima chi è seduto a poppa dell'aereo, dato che così si evita di creare ingorghi. La zona è chiaramente indicata sulla carta d'imbarco.

Tenete a portata di mano un documento di identità e la carta d'imbarco.

Come principio generale, ci si può sempre imbarcare in gruppi o zone successivi al proprio (in particolare, tutti i gruppi compresi nell'imbarco prioritario di solito hanno una corsia riservata che rimane libera durante tutto l'imbarco e permette di imbarcarsi senza dover fare la fila). A questo punto si pone un dilemma: imbarcarsi per primi (cioè assieme al gruppo di imbarco a voi assegnato) o per ultimi?

  • Imbarcarsi per primi ha il vantaggio di darvi più tempo per mettervi comodi a bordo, trovando abbondante spazio nelle cappelliere per il vostro bagaglio a mano. Tenete presente che se avete un posto centrale o sul corridoio dovrete alzarvi per far sedere chi ha il posto sul finestrino. Inoltre, dovrete fare a gara con gli altri passeggeri per chi si mette in fila per primo (ma in un sistema segmentato in molte zone come quello descritto sopra la procedura resta ordinata).
  • Imbarcarsi per ultimi ha il vantaggio di farvi stare in coda il meno possibile, ma vi espone al rischio di non trovare posto nelle cappelliere per il vostro bagaglio a mano. Pratico per chi ha un posto sul corridoio e viaggia con poco bagaglio a mano (e quindi può facilmente farlo entrare nei pochi spazi rimasti nelle cappelliere o sotto il sedile davanti): arriverete a bordo senza lo stress di essere stati in fila tutto il tempo, vi siederete e sarete pronti a partire.

Tematiche correlate[modifica]