Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Penisola iberica > Spagna > Spagna centrale > Castiglia e León > Provincia di Ávila

Provincia di Ávila

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Provincia di Ávila
Il fiume Tietar e il picco di Almanzor
Localizzazione
Provincia di Ávila - Localizzazione
Stemma e Bandiera
Provincia di Ávila - Stemma
Provincia di Ávila - Bandiera
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie
Abitanti
Sito del turismo
Sito istituzionale

Provincia di Ávila è una divisione amministrativa della regione Castiglia e León

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

Confina con le province di Salamanca a ovest, di Valladolid a nord, di Segovia a nord-est, con la comunità autonoma di Madrid a est, con la Castiglia-La Mancia (provincia di Toledo) a sud e l'Estremadura (provincia di Cáceres) a sud-ovest.

La caratteristica di questa provincia è una grande diversità orografica. Per questo si divide in tre grandi regioni:

  • La zona nord, continuazione della Meseta Norte, caratterizzata da un paesaggio piano e i suoi materiali sedimentari. È una zona dal clima continentale con lunghi e freddi inverni ed estati corte ma calde. Tra le località importanti di questa zona: Piedrahíta, Barco de Ávila, La Horcajada e La Aldehuela.
  • La zona centrale, dove si localizzano le zone montagnose (Sierra de Gredos, Sierra de Béjar, Sierra de Villafranca, La Serrota, Sierra de la Paramera, Sierra de Ávila, Sierra de Malagón, etc.) con ingenti formazioni granítiche. Il suo clima di montagna è caratterizzato da temperature molto basse nel periodo invernale ed estati brevi e non molto calde.
  • Infine, la zona sud che comprende la Valle del Tiétar e la bassa valle dell'Alberche, caratterizzata dalla bassa altitudine e un clima più mite. In questa zona sono diffusi aranceti, uliveti e palmeti.


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • 1 Arenas de San Pedro — Situata nella valle del Tietar, Arenas de San Pedro è una cittadina medievale e costituisce un buon punto per escursioni ai laghi e ai boschi della Sierra de Gredos.
  • 2 Arévalo — Situato nel nord della provincia, Arévalo è un tradizionale borgo castigliano con interessanti architetture militari e religiose. Si trova al centro di La Moraña, un territorio di pascoli e estesi campi di cerali così chiamato perché i mori costituivano la maggioranza ancora dopo la riconquista cristiana del XII secolo. Ad Arévalo trascorse la sua adolescenza Ignazio di Loyola, il fondatore della compagnia di Gesù.
  • 3 Avila (Ávila) — Famosa per aver dato i natali a Santa Teresa di Gesù, Avila è una delle maggiori destinazioni turistiche della Castiglia e Leon, grazie alle sue possenti mura di cinta che racchiudono un centro storico iscritto nella lista UNESCO dei Patrimoni Mondiali.
  • 4 El Barco de Ávila — Grazioso villaggio sulle rive del Tormes, il fiume che bagna anche Salamanca, con un ponte di epoca romana e un possente castello, il castillo de Valdecorneja, ricostruito nel XIV secolo.
  • 5 La Aldehuela — Villaggio rurale alle falde settentrionali dei monti di Villafranca (sierra de Villafranca).
  • 6 Madrigal de las Altas Torres — Villaggio di 1.400 abitanti nel territorio di La Moraña, famoso per le sue fortificazioni, reminescenze del tempo in cui era una zona cuscinetto tra i mori a sud e i cristiani a nord. Il 22 aprile 1451 vi nacque Isabella la Cattolica e la sua casa natale è oggi un convento aperto al pubblico (Monasterio de Nuestra Señora de Gracia).
  • 7 Mombeltrán — A 635 m. di altitudine, Mombeltrán è un villaggio di circa 1.000 abitanti, situato nella ridente valle di las Cinco Villas, definita paradisiaca dallo scrittore Miguel de Unamuno. Tra i suoi monumenti spicca il castello merlato dei duchi di Alburquerque, del XV secolo.
  • 8 Piedrahíta — Villaggio di meno di 2.000 abitanti, Piedrahíta è situata in una valle dei monti di Villafranca, a un'altitudine di oltre 1.000 m. Vanta un centro storico con interessanti palazzi nobiliari tra i quali spicca quello del XVIII secolo, appartenuto ai duchi di Alba.

Altre destinazioni[modifica]

  • 1 Lago El Burguillo (Embalse de El Burguillo) — Un lago artificiale formatosi con lo sbarramento del fiume Alberche nel 1813. Oggi costituisce un'area ricreativa, adatta per pratiche sportive come il canottaggio e la vela.
  • 2 Parco regionale della Sierra de Gredos (Parque regional de la Sierra de Gredos) — Il parco si estende sulle cime granitiche dell'omonima sierra ai confini con la provincia di Salamanca e costituisce una destinazione turistica frequentata, negli afosi fine settimana estivi, soprattutto dai madrileni. Il parco presenta infatti molteplici possibilità di escursioni ai boschi di pini e castagni, alle praterie e ai laghi di alta montagna. Vi si può accedere anche in auto, con alcuni limitazioni stagionali, percorrendo il tracciato di 11 km della carrozzabile AV-931 (Carretera de la Plataforma de Gredos) che inizia dal villaggio Hoyos del Espino.
  • 3 Riserva naturale della valle dell'Iruelas (Reserva natural del Valle de Iruelas) — Istituita a protezione di colonie di uccelli rapaci, tra cui l'avvoltoio monaco, la riserva si estende lungo le valli del fiume Iruelas e dei suoi affluenti, ricoperte di boschi di olmi e castagni.


Come arrivare[modifica]


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

  • Grotte dell'Aquila (Cuevas del Águila). (Q5794336) su Wikidata


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e presenta informazioni utili a un turista. Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.