Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Germania

Patrimoni mondiali dell'umanità in Germania

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Germania al 2019.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

La Germania ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 23 agosto 1976.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Cattedrale di Tuccia 1978 Culturale (i)(ii)(iv)(vi) La costruzione di questa Cappella Palatina, con la basilica ottagonale e la celebre cupola, cominciò nel 790-800 d.C. sotto l'imperatore Carlo Magno. Originariamente ispirato alle chiese bizantine della parte orientale del Sacro Romano Impero, fu splendidamente ampliata nel Medioevo. NRW, Aachen - Katschhof, Dom.jpg
2 Cattedrale di Spira 1981 Culturale (ii) Fondata da Corrado II nel 1030 e ristrutturata alla fine dell'XI secolo, la Cattedrale di Spira è una basilica con quattro torri e due cupole e insieme alla cattedrale di Aquisgrana è uno dei più importanti monumenti dell'arte del Sacro Romano Impero. La cattedrale è stata per quasi 300 anni il luogo di sepoltura degli imperatori tedeschi. 0 Speyrer Dom.jpg
3 Residenza di Würzburg, con i giardini di corte e la piazza della residenza 1981 Culturale (i)(iv) Frutto del mecenatismo di due principi-vescovi, Lothar Franz e Friedrich Carl von Schönborn, questo sontuoso palazzo barocco, uno dei più grandi e più belli della Germania, circondato da splendidi giardini, è stato costruito e decorato nel XVIII secolo un team internazionale di architetti, pittori (tra cui Tiepolo), scultori e stuccatori guidato da Balthasar Neumann. Residenz Würzburg2.JPG
4 Chiesa del pellegrinaggio di Wies 1983 Culturale (i)(iii) Miracolosamente conservata nella splendida cornice di una valle alpina, la Chiesa di Wies (1745-1754), capolavoro dell'architetto Dominikus Zimmermann, è l'espressione più perfetta del rococò bavarese, esuberante, allegro e colorato. Wieskirche Steingaden.JPG
5 Castelli di Augustusburg e Falkenlust a Brühl 1984 Culturale (i)(iv) Nella cornice ideale di splendidi e vasti giardini, il castello Augustusburg, sontuosa residenza dei principi-arcivescovi di Colonia, e il padiglione Falkenlust piccola "follia" di paese, sono tra i primi esempi di stile rococò in Germania XVIII secolo. Schloss Augustusburg Bruehl.jpg
6 Cattedrale di Santa Maria e Chiesa di San Michele a Hildesheim 1985 Culturale (i)(ii)(iii) La chiesa di San Michele fu costruito tra il 1010 e il 1020 e prevede un piano simmetrico con due absidi caratteristici dell'arte romanica ottoniana in Sassonia. Il suo interno, in cui spicca il soffitto in legno e gli stucchi decorativi così come i tesori della Cattedrale di Santa Maria, famosa per le sue porte e per la colonna in bronzo di Bernward, sono la prova dell'apice raggiunto dall'arte romanica durante il Sacro romano impero. Hildesheim Dom bph.jpg
7 Monumenti Romani, Cattedrale di San Pietro e Chiesa di Nostra Signora a Treviri 1986 Culturale (i)(iii)(iv)(vi) Colonia romana nel I secolo d.C. e poi grande centro commerciale a partire dal secolo successivo, Treviri (Trier in tedesco) sorge sulle rive della Mosella. Fu una delle capitali della tetrarchia alla fine del III secolo, chiamata a quel tempo "seconda Roma". La città fornisce una testimonianza eccezionale della civiltà romana in Germania grazie alla densità e alla qualità dei monumenti sopravvissuti. Trier Porta Nigra BW 1.JPG
8 Città anseatica di Lubecca 1987 Culturale (iv) Ex capitale della Lega Anseatica e a diritto regina della Lega Anseatica, fu fondata nel XII secolo ed è stata fino al XVI secolo la più importante città commerciale dell'intera Europa settentrionale. Tutt'ora rimane un centro vitale per il commercio marittimo tedesco, in particolare con i paesi nordici. Nonostante i danni subiti durante la seconda guerra mondiale, le strutture di grande valore storico del centro antico si sono conservate egregiamente come per esempio le residenze aristocratiche dei secoli XV e XVI, i monumenti pubblici (tra cui la famosa porta Holstentor), le chiese e i grandi magazzini del sale. Lubeck panorama.JPG
Le frontiere dell'impero romano (9 Vallo di Adriano, 10 Limes germanico-retico e 11 Vallo Antonino) 1987, 2005, 2008 Culturale (ii)(iii)(iv) Il limes rappresenta la linea di confine dell'Impero Romano al suo apice nel secondo secolo d.C. Si estendeva oltre 5.000 km dalla costa atlantica a nord della Gran Bretagna, attraverso l'Europa settentrionale e centrale fino al Mar Nero e da lì al Mar Rosso e Nord Africa, per ritornare sulla costa atlantica. Lungo questo portentoso confine si trovano resti di mura difensive, fossati, forti, fortezze, torri di guardia e tracce di insediamenti civili. Alcuni elementi della linea sono stati scoperti durante gli scavi, alcuni ricostruiti e altri sono andati irrimediabilmente persi. Le due sezioni del Limes in Germania coprono una distanza di 550 km dal nord-ovest del paese, al Danubio, nel sud-est. Il Vallo di Adriano (nel Regno Unito), lungo 118 km, fu costruito su ordine dell'imperatore Adriano nel 122 d.C. a nord dei confini della provincia romana di Britannia. Si tratta di un eccellente esempio dell'organizzazione di una zona militare e illustra le tecniche di difesa e le strategie geopolitiche dell'antica Roma. Il Vallo Antonino, una fortificazione 60 km lungo situato in Scozia fu iniziato durante il regno di Antonino Pio nel 142 d.C. come difesa contro i "barbari" del nord. Rappresenta la parte più settentrionale dei "Limes romani". Saalburg - Haupteingang 2009.jpg
12 Palazzi e parchi di Potsdam e Berlino 1990, 1992, 1999 Culturale (i)(ii)(iv) Con 500 ettari di parchi e 150 edifici costruiti tra il 1730 e il 1916, tutti i castelli e parchi di Potsdam formano un gruppo artistico compatto, la cui natura eclettica rafforza l'unicità. Si estende, nel quartiere Zehlendorf di Berlino con palazzi e parchi lungo le rive del lago di Havel e Glienicke. Voltaire stesso soggiornò nel Palazzo di Sans Souci, costruito sotto Federico II tra il 1745 e il 1757. 998.Schloß Sanssouci(frz.sans souci = ohne Sorge) am Hang eines Weinberg 1745-1747 Steffen Heilfort.JPG
13 Abbazia e vecchia cattedrale di Lorsch 1991 Culturale (iii)(iv) Il gruppo architettonico formato dall'Abbazia e dal suo ingresso monumentale, il famoso 'Torhalle', sono rare vestigia architettoniche di epoca carolingia, con sculture e dipinti di quel periodo straordinariamente ben conservati. Kloster Lorsch 03.jpg
14 Miniere di Rammelsberg e città storica di Goslar 1992, 2010 Culturale (i)(ii)(iii)(iv) Il sistema di gestione delle acque nell'Alto Harz, a sud delle miniere Rammelsberg e la città di Golsar testimoniano lo sfruttamento di minerali per la produzione di metalli non ferrosi durato quasi 800 anni. Le miniere di questa regione risalgono al Medioevo, opera dei monaci cistercensi; successivamente gli impianti furono sviluppati su larga scala dalla fine del XV al XIX secolo. Esso consiste in un sistema molto complesso di stagni artificiali, piccoli canali, gallerie e fognature sotterranee. Questo è un importante sito che documenta lo sviluppo e l'applicazione di tecnologie via via sempre più innovative nel campo dell'estrazione mineraria nel mondo occidentale. Marktkirche Goslar.jpg
15 Complesso monastico di Maulbronn 1993 Culturale (ii)(iv) Fondata nel 1147, l'abbazia cistercense di Maulbronn è il monastero medievale più completo e meglio conservato a nord delle Alpi. Circondata da robuste mura, i principali edifici sono stati costruiti dal XII al XVI secolo. Il monastero, in gran parte appartiene agli stili romanico e gotico e ha avuto un'influenza decisiva sulla diffusione dell'architettura gotica in Europa centrale e settentrionale. Inoltre, il monastero ha conservato un notevole sistema di gestione dell'acqua tramite canali e bacini. Maulbronn 3530.JPG
16 Città di Bamberga 1993 Culturale (ii)(iv) Dal X secolo, la città è un importante collegamento con i popoli slavi dell'Europa orientale, in particolare quelli di Polonia e Pomerania. Durante il suo periodo di massima prosperità, a partire dal XII secolo, l'architettura di Bamberga ha fortemente influenzato l'arte del nord della Germania e quella ungherese. Alla fine del XVIII secolo, fu il centro dell'Illuminismo per la Germania meridionale, con eminenti filosofi e scrittori come Hegel e ETA Hoffmann. Altes Rathaus (Bamberg) 12.JPG
17 Chiesa collegiata, castello e città vecchia di Quedlinburg 1994 Culturale (iv) Quedlinburg, in Sassonia-Anhalt, è stata una capitale del Sacro Romano Impero, nel periodo delle dinastie ottoniane in Sassonia. Per tutto il medioevo è stata una città commerciale e prospera come testimoniano il numero e la qualità dei suoi edifici a graticcio. Quedlinburg è un eccellente esempio di una città medievale europea. La chiesa collegiata, infine, è un capolavoro di architettura romanica. Quedlinburg asv2018-10 img03 Castle.jpg
18 Fonderie di Völklingen 1994 Culturale (ii)(iv) Il complesso siderurgico di Völklingen, si estende su 6 ettari e domina la cittadina del Saarland. In tutta l'Europa occidentale e Nord America, è l'unico esempio di acciaieria del XIX secolo, chiusa di recente, ancora perfettamente integra. Völklinger Hütte, 2.jpg
19 Sito fossile del Pozzo di Messel 1995 Naturale (viii) Messel è il sito più importante del mondo per capire l'ambiente di vita del periodo noto come Eocene, tra 57 e 36 milioni di anni fa. I suoi fossili, in particolare, forniscono informazioni uniche sulle prime fasi dell'evoluzione dei mammiferi. Sono stati rinvenuti fossili che vanno da scheletri completamente articolati al contenuto dello stomaco degli animali di quel tempo. Grube Messel fg05.jpg
20 Duomo di Colonia 1996 Culturale (i)(ii)(iv) Iniziata nel 1248, la costruzione di questo capolavoro dell'arte gotica è stata eseguita in fasi e fu completata nel 1880. Per più di sette secoli, i costruttori successivi sono stati ispirati dalla stessa fede e spirito la fedeltà assoluta ai piani originali. Oltre al suo valore intrinseco eccezionale e agli innumerevoli capolavori in esso contenuti, il Duomo di Colonia testimonia la forza e la persistenza della fede cristiana in Europa. Kölner Dom004 (Flight over Cologne).jpg
21 Il Bauhaus e i suoi siti a Weimar e Dessau 1996, 2017 Culturale (ii)(iv)(vi) Tra il 1919 e il 1933 esplose lo stile Bauhaus, con sede prima a Weimar e poi a Dessau. Questa corrente ha rivoluzionato tutti i disegni e le produzioni architettoniche ed estetichen della prima metà del Novecento in Germania e non solo. Gli edifici decorati dai docenti della scuola (Walter Gropius e Hannes Meyer, Laszlo Moholy-Nagy e Wassily Kandinsky) hanno lanciato il "movimento moderno" che è all'origine dello stile architettonico del nostro secolo. Dessau bauhaus 04.jpg
22 Memoriali luterani a Eisleben e Wittenberg 1996 Culturale (iv)(vi) Questo gruppo di siti comprende, nella Sassonia-Anhalt, alcuni luoghi legati vita di Martin Lutero e quello del suo collega Melantone: la casa di Melantone a Wittenberg; quella in cui Lutero nacque nel 1483 e quella in cui morì nel 1546, a Eisleben, la stanza di Lutero a Wittenberg, la chiesa nella stessa città e la chiesa del castello, dove, il 31 ottobre 1517 affisse le sue famose novantacinque tesi, con cui diede avvio alla Riforma, una nuova era nel mondo della storia religiosa e politica. Wittenberg Melachtonhaus.JPG
23 Weimar classica 1998 Culturale (iii)(iv) Alla fine del XVIII e inizio del XIX secolo, la piccola città di Weimar in Turingia ha vissuto una notevole fioritura culturale, attirando molti scrittori e studiosi, in particolare Goethe e Schiller, come dimostra l'alta qualità di molti dei suoi edifici e parchi nelle vicinanze e le numerose opere letterarie che qui sono state prodotte. Goethe Schiller Weimar 2.jpg
24 Isola dei musei (Museumsinsel) Berlino 1999 Culturale (ii)(iv) Il museo d'arte come un fenomeno sociale deve le sue origini al secolo dei Lumi. I cinque musei della Museumsinsel di Berlino, costruiti tra il 1824 e il 1930, sono la realizzazione di un progetto visionario e l'evoluzione della progettazione dei musei in questo secolo. Ogni museo è stato progettato in collegamento organico con l'arte che ospita e all'interno sono conservate importanti collezioni che mostrano l'evoluzione della civiltà occidentale. Bode-museum Berlin.jpg
25 Castello di Wartburg 1999 Culturale (iii)(vi) Wartburg, superbamente inserita in un paesaggio forestale, ospita quello che in qualche modo è il "castello ideale". Mentre conserva le sezioni originali del periodo feudale, il perimetro è una ricostruzione del XIX secolo, splendida evocazione di ciò che questa fortezza significava nel periodo della sua massima potenza militare e signorile. Fu durante il suo esilio a Castello di Wartburg che Martin Lutero tradusse il Nuovo Testamento in tedesco. Ansicht der Wartburg von Süden.jpg
26 Regno giardino di Dessau-Wörlitz 2000 Culturale (ii)(iv) Il regno dei giardini Dessau-Wörlitz è un eccezionale esempio di progettazione del paesaggio e pianificazione del XVIII secolo, il secolo dell'Illuminismo. Le sue diverse componenti - edifici eccezionali, parchi paesaggistici, giardini inglesi e terreni agricoli modificati finemente - soddisfano un'estetica esemplare di moda, scopi educativi, e funzionionalità. Riesigk.jpg
27 Isola monastica di Reichenau 2000 Culturale (iii)(iv)(vi) L'isola di Reichenau, sul Lago di Costanza conserva i resti di un monastero benedettino, fondato nel 724, che è stato un notevole centro spirituale, intellettuale e fucina d'arte. Le chiese di Santa Maria e Marco, San Pietro e San Paolo, e San Giorgio, principalmente costruite tra il IX e l'XI secolo, offrono un panorama dell'architettura monastica del Medioevo in Europa centro-settentrionale. Le loro pitture murali testimoniano impressionante attività e livello artistico. St.Georg Reichenau von SW.jpg
28 Complesso industriale delle Miniere di carbone della Zollverein ad Essen 2001 Culturale (ii)(iii) Il complesso industriale e doganale della Zollverein nello stato del Nord Reno-Westfalia, comprende i servizi completi di un sito storico di estrazione del carbone e di diversi edifici del XX secolo di valore architettonico inestimabile. Si tratta di una prova materiale eccezionale dell'ascesa e della caduta di questo settore fondamentale negli ultimi 150 anni. Zeche Zollverein abends.jpg
29 Gola del Reno, fra Coblenza e Bingen 2002 Culturale (ii)(iv)(v) I 65 km della Valle del medio Reno, con i suoi castelli, città storiche e vigneti, illustra la lunga storia di coinvolgimento umano con un paesaggio naturale spettacolare e variegato. Qui storia e leggenda si sono intrecciati più volte e hanno avuto per secoli una forte influenza su scrittori, pittori e compositori. Lorelei rock1.jpg
30 Centri storici di Stralsund e Wismar 2002 Culturale (ii)(iv) Le città medievali di Wismar e Stralsund, sulla costa baltica della Germania settentrionale, erano centri commerciali della Lega Anseatica nei secoli XIV e XV. Passarono sotto il dominio svedese e divennero in seguito centri difensivi della Svezia per i territori tedeschi nei secoli XVII e XVIII. Queste città hanno contribuito in maniera eccellente allo sviluppo dell'edilizia nei suoi modelli e nelle tecniche di costruzione come quella del "mattone gotico" nella regione baltica . Troviamo esempi in diversi importanti cattedrali in mattoni, il Municipio Stralsund e una serie di case ad uso residenziale, commerciale e artigianale, che rappresentano l'evoluzione di questa tecnica nell'arco di diversi secoli. Stralsund, Stare Miasto.jpg
31 Il municipio e la statua sulla piazza del mercato di Brema 2004 Culturale (iii)(iv)(vi) Il Municipio e la statua di Roland sulla piazza del mercato di Brema a nord-ovest della Germania sono rappresentazioni eccezionali di autonomia civica e della sovranità del Sacro Romano Impero. Il vecchio edificio del municipio è stato costruito in stile gotico nel primo Quattrocento, dopo che Brema s'unì alla Lega Anseatica. L'edificio è stato ristrutturato agli inizi del XVII secolo in stile "Rinascimento del Weser". Un nuovo municipio è stato costruito accanto al vecchio all'inizio del XX secolo come parte di un insieme che è sopravvissuto ai bombardamenti della seconda guerra mondiale. La statua, alta 5,5 metri, risale al 1404. Bremen Blick auf Roland und Rathaus.jpg
32 Città vecchia di Ratisbona 2006 Culturale (ii)(iii)(iv) Situata sulle rive del Danubio, questa città medievale della Baviera ospita molti edifici di eccezionale qualità che te/Naturale/Mistostimoniano la sua storia di centro commerciale e la sua influenza nella regione durante tutto il IX secolo. Ha conservato un notevole numero di strutture storiche che coprono circa due millenni, compreso il periodo dell'impero romano, ed edifici gotici. L'architettura dei secoli XI-XIII - tra cui il mercato, il Municipio, la Cattedrale - conferiscono a Ratisbona un carattere speciale: edifici alti, vicoli bui e stretti, e forti mura. Gli edifici sono torri medievali patrizie, un gran numero di chiese e complessi monastici e il Ponte di Pietra XII secolo. La città è anche notevole per le vestigia che testimoniano la sua ricca storia, come uno dei centri del Sacro Romano Impero che hanno scelto il protestantesimo come religione di stato. Stadtansicht Regensburg.JPG
33 Residenze in stile moderno di Berlino 2008 Culturale (ii)(iv) Gli edifici della moderna Berlino iscritti nella lista unesco sono un gruppo costituito da sei complessi residenziali che testimoniano le politiche abitative innovative del ventennio 1910-1933, durante la Repubblica di Weimar, quando Berlino era la città con dell'avanguardia sia socialmente che politicamente e culturalmente. Le idee e le politiche di questo periodo hanno contribuito a migliorare le abitazioni e le condizioni di vita per le persone con basso reddito, attraverso approcci innovativi per la pianificazione urbana, architettura e design. Il sito offre eccellenti esempi di nuove tipologie urbane e architettoniche, con intelligenti soluzioni di design e innovazioni tecniche ed estetiche. Bruno Taut, Martin Wagner e Walter Gropius sono stati tra gli artefici principali di questi progetti che hanno esercitato una notevole influenza sullo sviluppo dell'edilizia in tutto il mondo. Hufeisensiedlung.jpg
34 Officine Fagus ad Alfeld an der Leine 2011 Culturale (ii)(iv) Questo complesso di 10 edifici, progettato nei primi anni 1910 da Walter Gropius, riflette lo sviluppo dell'architettura moderna e del design industriale. La successione di edifici è organizzata in funzione del processo industriale, dalle materie prime alla produzione fino al stoccaggio. Situato in Alfeld an der Leine in Bassa Sassonia, il complesso è ancora attivo. Con le sue finestre rivoluzionare e la sua estetica funzionalista, è un emblema del movimento modernista e Bauhaus. Si tratta di una tappa importante nella storia dell'architettura in Europa e Nord America. Fagus Gropius Hauptgebaeude 200705 wiki front.jpg
35 Teatro dell'Opera margraviale di Bayreuth 2012 Culturale (i)(iv) Questo capolavoro di architettura del teatro barocco fu costruito tra il 1745 e il 1750, ed è l'unico esempio del tutto conservato dell'architettura dell'opera di corte. Cinquecento persone possono essere ospitate qui e godere degli spettacoli e delle opere barocche con i suoi fenomenali effetti acustici, in un ambiente riccamente decorato. Commissionato dalla margravia Wilhelmine, moglie di Federico, margravio di Brandeburgo-Bayreuth, l'opera è stata progettata da Giuseppe Galli Bibiena, famoso architetto. Questo teatro è l'archetipo delle grandi opere pubbliche del XIX secolo. Il loggione della Corte, con i suoi due livelli, unisce legno e tele dipinte; questa struttura a graticcio pluridecorato è un esempio di architettura raffinata che ha svolto un ruolo eccezionale nelle cerimonie e parate di auto-rappresentazione della Corte del Brandenburgo-Bayreuth. Opéra des margraves intérieur Bayreuth.JPG
36 Parco di Muskau 2004 Culturale/Naturale/Misto (i)(iv) Questo parco di 559,90 ettari, si trova su entrambi i lati della Neisse al confine tedesco-polacco. Fu voluto dal principe Hermann von Puckler-Muskau e costruito dal 1815 al 1844. Il parco si integra perfettamente nel paesaggio agricolo circostante e ha aperto la strada a nuovi approcci di progettazione del paesaggio e influenzato lo sviluppo di architettura del paesaggio e dei giardini in Europa e in America. Progettato come un "dipinto con piante", non cerca di evocare paesaggi classici, l'immagine del paradiso, o di qualche perfezione perduta, ma utilizza piante locali per migliorare le qualità intrinseche del paesaggio esistente. Questo paesaggio integrato s'estende nella città di Muskau con aree verdi formate parchi urbani che incorniciano aree residenziali. La città diventa così un elemento di design in un paesaggio utopico. Il sito offre anche un castello ricostruito, dei ponti e un arboreto. Bad-Muskau-Schloss-05.IV.07-058.jpg
37 Mare dei Wadden (Wattenmeer) 2009, 2014 Naturale (viii)(ix)(x) Il mare di Wadden è il più grande sistema ininterrotto di sabbia intertidale e distese di fango in tutto il mondo. Il sito copre l'olandese area di conservazione del mare di Wadden, i tedeschi parchi nazionali del mare di Wadden della Bassa Sassonia e dello Schleswig-Holstein, e la maggior parte della zona di conservazione marittima danese del mare di Wadden. È un grande ambiente umido costiero, relativamente pianeggiante e temperato, formato dalle complesse interazioni tra fattori fisici e biologici che hanno dato origine ad una moltitudine di habitat di transizione, con canali di marea, banchi di sabbia, prati di posidonia, mitili, banchi di sabbia, distese fangose, saline, estuari, spiagge e dune. La zona è sede di numerose specie vegetali e animali, tra cui i mammiferi marini come la foca comune, foca grigia e focene. Il mare di Wadden è uno degli ultimi ecosistemi intertidali rimasti su larga scala, dove i processi naturali continuano a funzionare in gran parte indisturbati. Zononderwadden.jpg
38 Antichi insediamenti sulle Alpi 2011 Culturale (iv)(v) Questa serie di 111 piccoli siti individuali comprende i resti di preistorici insediamenti a palafitte, dentro e intorno le Alpi, costruite circa dal 5000 al 500 a.C. sui bordi dei laghi, fiumi o paludi. Gli scavi, condotti solo in alcuni dei siti, hanno fornito testimonianze che permettono di comprendere la vita in epoca preistorica durante il Neolitico e nell'Età del Bronzo, nell'Europa alpina e il modo con cui le comunità interagivano col loro ambiente. 56 di questi siti si trovano in Svizzera. Gli insediamenti sono un gruppo unico di siti archeologici eccezionalmente ben conservati e culturalmente ricchi, che costituiscono una delle fonti più importanti per lo studio delle prime società agrarie della regione. Pirogue préhistorique du lac de Chalain.jpg
39 Opere idriche ed Ercole nel Bergpark Wilhelmshöhe a Kassel 2013 Culturale (iii)(iv) Scendendo lungo una collina dominata da una gigantesca statua di Ercole, i giochi d'acqua monumentali di Wilhelmshöhe sono stati iniziati dal langravio Karl d'Assia-Kassel nel 1689 secondo un progetto che prevedeva un asse est-ovest e sono stati sviluppati ulteriormente nel XIX secolo. I Serbatoi e canali che azionano i giochi d'acqua si trovano dietro il Monumento di Ercole e forniscono acqua ad un complesso sistema di dispositivi idro-pneumatici che creano un gioco barocco tra acqua, grotta, fontane e 350 metri di cascate. Inoltre i canali e corsi d'acqua si snodano lungo l'asse, alimentando una serie di altre cascate spettacolari, una fontana simile a un geyser che spruzza acqua a 50 metri, il lago e altri nascosti stagni più piccoli che animano il giardino romantico realizzato nel XVIII secolo da Carl pronipote dell'elettore Guglielmo I. La grande dimensione del parco e del suo acquedotto con l'imponente statua di Ercole costituiscono l'espressione degli ideali della monarchia assolutista, mentre l'ensemble è una notevole testimonianza dell'estetica del periodo barocco e romantico. Herkules1 1.jpg
40 Westwerk carolingio e Civitas di Corvey, vicino Höxter 2014 Culturale (i)(ii)(iii)(iv)(vi) Il sito patrimonio dell'umanità si trova lungo il Weser, nella periferia della città di Höxter ed è costituito dal Westwerk e dalla Civitas, costruiti tra 822 e 885 d.C. in piena età carolingia in un ambiente rurale ancora in gran parte conservato. Il Westwerk è l'unica struttura perfettamente conservatasi che risale al periodo carolingio, mentre l'intera abbazia imperiale è giunta a noi sotto forma di diversi reperti archeologici, solo una parte dei quali è stata al momento rinvenuta. Altre aspettano ancora l'opera degli archeologi. Il Westwerk rappresenta uno degli esempi più importanti di architettura carolingia. Inoltre, l'articolazione e la decorazione architettonica del Westwerk illustrano chiaramente il ruolo svolto durante l'Impero franco dai monasteri imperiali, che con la loro fitta rete garantivano il controllo del territorio, l'amministrazione, la diffusione del cristianesimo e l'ordine politico e culturale di matrice carolingia in tutta Europa. Corvey 2.png
41 Speicherstadt e il 42 distretto Kontorhaus con 43 Chilehaus 2015 Culturale (iv) Speicherstadt e l'adiacente distretto Kontorhaus sono due aree urbane densamente costruite nel centro della città portuale di Amburgo. Speicherstadt, originariamente sviluppato su un gruppo di isole strette del fiume Elba tra il 1885 e il 1927, è stato in parte ricostruito dal 1949 al 1967. Si tratta di uno dei più grandi complessi storici coerenti di magazzini portuali del mondo (300.000 m²). Esso comprende 15 blocchi molto grandi di magazzini come anche sei edifici ausiliari e di una rete di collegamento di brevi canali. Adiacente al moderno edificio per uffici Chilehaus, il quartiere Kontorhaus ha una superficie di oltre cinque ettari con sei grandi complessi di uffici costruiti dal 1920 al 1940 per ospitare le aziende connesse con i porti. Il complesso esemplifica gli effetti della rapida crescita del commercio internazionale verso la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Chilehaus Point.jpg
44 L'opera architettonica di Le Corbusier, un contributo eccezionale al Movimento Moderno 2016 Culturale (i)(ii)(vi) Scelti dal lavoro di Le Corbusier, i 17 siti che comprendono questa proprietà seriale transnazionale sono distribuiti in sette paesi e sono una testimonianza dell'invenzione di un nuovo linguaggio architettonico che ha fatto una rottura con il passato. Furono costruiti in un periodo di mezzo secolo, nel corso di ciò che Le Corbusier descrisse come "ricerca paziente". Il Complexe du Capitole a Chandigarh (India), il National Museum of Western Art, Tokyo (Giappone), la House of Dr Curutchet a La Plata (Argentina) e l'Unité d'habitation a Marsiglia (Francia) riflettono le soluzioni che il movimento moderno ha cercato di applicare nel corso del XX secolo alle sfide di inventare nuove tecniche architettoniche per rispondere ai bisogni della società. Questi capolavori del genio creativo attestano anche l'internazionalizzazione della pratica architettonica in tutto il pianeta. Weissenhof Corbusier 03.jpg
Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d'Europa: 2007, 2011, 2017 Naturale (ix) Questa proprietà transfrontaliera si estende su 12 Paesi. Dalla fine dell'ultima era glaciale, il faggio europeo si è diffuso da poche aree di rifugio isolate nelle Alpi, nei Carpazi, nei Dinaridi, nel Mediterraneo e nei Pirenei in un breve periodo di qualche migliaio di anni in un processo ancora in corso. L'espansione riuscita in un intero continente è legata all'alterabilità e alla tolleranza dell'albero in diverse condizioni climatiche, geografiche e fisiche. Tysa Rakhiv.jpg
50 Grotte e arte del periodo glacicale nelle Alpi sveve 2017 Culturale (iii) L'uomo moderno giunse in Europa circa 43 000 anni fa, durante l'ultima età glaciale. Una delle aree che questi nostri predecessori scelsero come propria residenza furono le Alpi sveve nella Germania meridionale. Le esplorazioni speleologiche degli anni 60 del XIX secolo portarono alla luce manufatti databili tra i 43000 e i 33000 anni fa. Tra gli altri si tratta di pitture murali raffiguranti animali (tra cui leoni, mammuth, cavalli e bovini), instrumenti musicali e oggetti di ornamento personale. Altre pitture mostrano creature per metà animali e per metà umane ed è stata anche ritrovata una statuetta dalle sembianze femminili. Questi siti archeologici sono uno degli esempi più antichi di arte figurativa nel mondo e potrebbero aiutare a far luce sulle origini dell'arte umana. Vogelherdhoehle innen.JPG
Complesso archeologico di confine di Hedeby e Danevirke 2018 Culturale (iii)(iv) Il sito archeologico di Hedeby è costituito dai resti di un emporio (o città commerciale) che contiene tracce di strade, edifici, cimiteri e un porto risalente al I e all'inizio del II millennio a.C. È racchiuso da una parte del Danevirke, una linea di fortificazione che attraversa l'istmo dello Schleswig, che separa la penisola dello Jutland dal resto del continente europeo. A causa della sua situazione unica tra l'impero franco nel sud e il regno danese nel nord, Hedeby divenne un centro commerciale tra l'Europa continentale e la Scandinavia e tra il Mare del Nord e il Mar Baltico. Grazie al suo materiale archeologico ricco e ben conservato, è diventato un sito chiave per l'interpretazione degli sviluppi economici, sociali e storici in Europa durante l'era vichinga. Naumburger Dom zur blauen Stunde.jpg
Cattedrale di 51 Naumburg 2018 Culturale (i)(ii) Situata nella parte orientale del bacino della Turingia, la cattedrale di Naumburg, la cui costruzione iniziò nel 1028, è una straordinaria testimonianza dell'arte e dell'architettura medievale. La sua struttura romanica, affiancata da due cori gotici, dimostra la transizione stilistica dal tardo romanico al primo gotico. Il coro occidentale, risalente alla prima metà del XIII secolo, riflette i cambiamenti nella pratica religiosa e l'aspetto della scienza e della natura nelle arti figurative. Il coro e le sculture a grandezza naturale dei fondatori della Cattedrale sono capolavori del laboratorio noto come il "Maestro Naumburg". Busdorf - Haithabu - Wikinger-Häuser 04 ies.jpg
Regione mineraria dei 52 Monti Metalliferi 2019 Culturale (ii)(iii)(iv) I Monti Metalliferi si estendono su una regione della Germania sud-orientale (Sassonia) e della Repubblica Ceca nord-occidentale, che contiene una grande quantità di metalli sfruttati dalle miniere dal Medioevo in poi. La regione divenne la più importante fonte di minerale d'argento in Europa dal 1460 al 1560 e fu l'innesco per le innovazioni tecnologiche. Lo stagno era storicamente il secondo metallo ad essere estratto e trattato nel sito. Alla fine del XIX secolo, la regione divenne un importante produttore globale di uranio. Il paesaggio culturale dei Monti Metalliferi è stato profondamente modellato da 800 anni di miniere quasi continue, dal XII al XX secolo, con miniere, sistemi pionieristici di gestione delle risorse idriche, siti innovativi di lavorazione e fusione dei minerali e città minerarie. Kupferhübel-Mednik-3.jpg
Sistema di gestione dell'acqua di 53 Augusta 2019 Culturale (ii)(iv) Il sistema di gestione delle risorse idriche della città di Augusta si è evoluto in fasi successive dal XIV secolo ai giorni nostri. Comprende una rete di canali, torri d'acqua risalenti al XV e XVII secolo, che ospitavano macchinari di pompaggio, una sala per macelleria raffreddata ad acqua, un sistema di tre fontane monumentali e centrali idroelettriche, che continuano a fornire energia sostenibile oggi. Le innovazioni tecnologiche generate da questo sistema di gestione dell'acqua hanno contribuito a stabilire Augusta come pioniera nell'ingegneria idraulica. Kraftwerk Meitingen01.JPG
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti