Scarica il file GPX di questo articolo

Tematiche turistiche > Destinazioni a tema > Patrimoni mondiali dell'umanità > Patrimoni mondiali dell'umanità in Austria

Patrimoni mondiali dell'umanità in Austria

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Questa è la lista dei Patrimoni mondiali dell'umanità presenti in Austria al 2018.

Introduzione[modifica]

Logo UNESCO
Bandiera nazionale

L'Austria ha accettato la Convenzione UNESCO per i Beni dell'Umanità il 18 dicembre 1992.

Lista dei patrimoni dell'umanità[modifica]

Sito Anno Tipo Criteri Descrizione Immagine
1 Centro storico della città di Salisburgo 1996 Culturale (ii)(iv)(vi) Salisburgo è riuscita a mantenere un tessuto urbano straordinariamente ricco, sviluppato nel corso del periodo che va dal Medioevo al XIX secolo, quando era una città-stato governata da un principe-arcivescovo. La sua arte gotica fiammeggiante attrasse molti artigiani e artisti prima che la città divenisse ancora meglio conosciuta attraverso il lavoro degli architetti italiani Vincenzo Scamozzi e Santini Solari, ai quali il centro di Salisburgo deve molto del suo aspetto barocco. Questo punto di incontro tra Europa settentrionale e meridionale, ha forse scatenato il genio del figlio più famoso di Salisburgo, Wolfgang Amadeus Mozart, il cui nome da allora è stato associato alla città. SalzburgerAltstadt02.JPG
2 Palazzo e giardini di Schönbrunn a Vienna 1996 Culturale (i)(iv) Dal XVIII secolo al 1918, Schönbrunn fu la residenza degli imperatori asburgici. È stato progettato dagli architetti Johann Bernhard Fischer von Erlach e Nicolaus Pacassi ed è pieno di esempi eccezionali di arte decorativa. Insieme con i suoi giardini, il sito del primo zoo del mondo nel 1752, è un complesso barocco notevole e un perfetto esempio di Gesamtkunstwerk. Wien Schoenbrunn Rueckseite.jpg
Panorama culturale di 3 Hallstatt-4 Dachstein, 5 Salzkammergut 1997 Culturale (iii)(iv) L'attività umana nel magnifico paesaggio naturale del Salzkammergut ebbe inizio in epoca preistorica, con i depositi di sale sfruttati già nel II millennio a.C. Questa risorsa ha costituito la base della prosperità della zona fino alla metà del XX secolo, un benessere che si riflette nella raffinata architettura della città di Hallstatt. Hallstatt - Gesamtansicht.jpg
6 Ferrovia del Semmering 1998 Culturale (ii)(iv) La ferrovia del Semmering, costruita per più di 41 km in alta montagna tra il 1848 e il 1854, è una delle più grandi opere di ingegneria civile di questa fase pionieristica della costruzione ferroviaria. L'elevato standard delle gallerie, viadotti e altre opere ha assicurato l'uso continuo della linea fino ai giorni nostri. Passa attraverso uno spettacolare paesaggio montano e ci sono numerosi edifici progettati per il tempo libero lungo la strada, costruiti quando la zona era aperta in concomitanza all'avvento della ferrovia. Austria 1044 semmering.jpg
7 Centro storico della città di Graz e Castello Eggenberg 1999, 2010 Culturale (ii)(iv) Questo sito testimonia un modello esemplare del patrimonio vivente di un complesso urbano dell'Europa centrale influenzato dalla presenza secolare degli Asburgo e il ruolo culturale e artistico svolto dalle principali famiglie aristocratiche. Si tratta di una miscela armoniosa di stili architettonici e movimenti artistici che si sono succeduti l'un l'altro dal Medioevo fino al XVIII secolo, dalle molte regioni confinanti dell'Europa mediterranea centrale. Essi incarnano un insieme diversificato e altamente completo di esempi architettonici, decorativi e paesaggistici di questi scambi di influenza. GrazerRathaus-edit.jpg
8 Panorama culturale della Wachau 2000 Culturale La Wachau è un tratto della valle del Danubio tra Melk e Krems, un paesaggio di alta qualità visiva. Conserva molte tracce intatte ed evidenti della sua evoluzione fin dalla preistoria in termini di: architettura (monasteri, castelli, rovine), progettazione urbana (città e villaggi) e uso agricolo (principalmente per la coltivazione della vite). Stift melk 001.jpg
9 Panorama culturale del lago Fertö / Neusiedlersee 2001 Culturale (v) L'area del lago di Neusiedl è stata il luogo di incontro di culture diverse per otto millenni. Questo è graficamente dimostrato dal suo variegato paesaggio, frutto di una simbiosi evolutiva tra attività umane e l'ambiente fisico. La straordinaria architettura rurale dei villaggi che circondano il lago e diversi palazzi del XVIII e XIX secolo aggiungono notevole interesse culturale alla zona. Neusiedler See im Winter.jpg
10 Centro storico di Vienna 2001 Culturale (ii)(iv)(vi) Vienna si è sviluppata dai primi insediamenti celti e romani in una città medievale e barocca, la capitale dell'Impero Austro-Ungarico. Ha giocato un ruolo essenziale come un importante centro di musica europea, dalla grande stagione del classicismo viennese attraverso la prima parte del XX secolo. Il centro storico di Vienna è ricco di complessi architettonici, tra cui castelli barocchi e giardini, così come alla fine del XIX secolo la Ringstrasse fiancheggiata da grandi edifici, monumenti e parchi. Wien - Stephansdom (1).JPG
11 Siti palafitticoli preistorici attorno alle Alpi 2011 Culturale (iv)(v) Questa serie di 111 piccoli siti individuali comprende i resti di preistorici insediamenti a palafitte, dentro e intorno le Alpi, costruite circa dal 5000 al 500 a.C. sui bordi dei laghi, fiumi o paludi. Gli scavi, condotti solo in alcuni dei siti, hanno fornito testimonianze che permettono di comprendere la vita in epoca preistorica durante il Neolitico e nell'Età del Bronzo, nell'Europa alpina e il modo con cui le comunità interagivano col loro ambiente. 56 di questi siti si trovano in Svizzera. Gli insediamenti sono un gruppo unico di siti archeologici eccezionalmente ben conservati e culturalmente ricchi, che costituiscono una delle fonti più importanti per lo studio delle prime società agrarie della regione. D-BW-Uhldingen-Mühlhofen - Pfahlbaumuseum - Haus Schussenried.jpg
Foreste primordiali dei faggi dei Carpazi e di altre regioni d'Europa: 2007, 2011, 2017 Naturale (ix) Questa proprietà transfrontaliera si estende su 12 Paesi. Dalla fine dell'ultima era glaciale, il faggio europeo si è diffuso da poche aree di rifugio isolate nelle Alpi, nei Carpazi, nei Dinaridi, nel Mediterraneo e nei Pirenei in un breve periodo di qualche migliaio di anni in un processo ancora in corso. L'espansione riuscita in un intero continente è legata all'alterabilità e alla tolleranza dell'albero in diverse condizioni climatiche, geografiche e fisiche. Tysa Rakhiv.jpg
Legenda Unesco
(i) Rappresentare un capolavoro del genio creativo dell'uomo.
(ii) Mostrare un importante interscambio di valori umani in un lungo arco temporale o all’interno di un'area culturale del mondo, sugli sviluppi dell'architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione urbana e nel disegno del paesaggio.
(iii) Essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa.
(iv) Costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico o di un paesaggio che illustri uno o più importanti fasi nella storia umana.
(v) Essere un esempio eccezionale di un insediamento umano tradizionale, dell’utilizzo di risorse territoriali o marine, rappresentativo di una cultura (o più culture) o dell’interazione dell’uomo con l’ambiente, soprattutto quando lo stesso è divenuto per effetto delle trasformazioni irreversibili.
(vi) Essere direttamente o materialmente associati con avvenimenti o tradizioni viventi, idee o credenze, opere artistiche o letterarie dotate di un significato universale eccezionale.
(vii) Presentare fenomeni naturali eccezionali o aree di eccezionale bellezza naturale o importanza estetica.
(viii) Costituire una testimonianza straordinaria dei principali periodi dell’evoluzione della terra, comprese testimonianze di vita, di processi geologici in atto nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della superficie terrestre o di caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.
(ix) Costituire esempi significativi di importanti processi ecologici e biologici in atto nell’evoluzione e nello sviluppo di ecosistemi e di ambienti vegetali e animali terrestri, di acqua dolce, costieri e marini.
(x) Presentare gli habitat naturali più importanti e significativi, adatti per la conservazione in situ della diversità biologica, compresi quelli in cui sopravvivono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza o della conservazione.

Altri progetti