Scarica il file GPX di questo articolo

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Itinerari Basagliani è un itinerario che si sviluppa attraverso l'ex Ospedale Psichiatrico del Parco di San Giovanni di Trieste e l'ex manicomio di Gorizia, in Friuli-Venezia Giulia.

Introduzione[modifica]

Itinerari Basagliani è un progetto sviluppato da La Collina Cooperativa Sociale Impresa Onlus, in convenzione con il WHO Collaborating Centre di Trieste e finalizzato all'accoglienza e l'organizzazione di visite studio ed esperienze formative per i visitatori interessati alle tematiche della de-istituzionalizzazione e del processo di trasformazione della psichiatria iniziato da Franco Basaglia.

In particolare, La Collina è una cooperativa Sociale di inserimento lavorativo, che dal 1988 ha come missione la creazione di opportunità lavorative per persone provenienti dall'area dello svantaggio (ovvero persone con un trascorso di problemi di salute mentale, dipendenza da sostanze, ex detenuti, etc. Questo trascorso deve essere certificato da enti pubblici quali un centro di salute mentale, il carcere, Il dipartimento delle dipendenze, che, insieme alle cooperative sociali di tipo B, immaginano dei percorsi costruiti su misura della persona.

Dunque il progetto Itinerari Basagliani si muove su una duplice direttrice: la creazione di percorsi di inclusione sociale, e la valorizzazione di quelli che una volta erano dei luoghi di reclusione.

Oggi l'ex manicomio di San Giovanni è stato restituito alla cittadinanza ed è sede di cooperative, associazioni, cittadini, università, enti di formazione, una radio comunitaria (Radio Fragola), un centro estivo per bambini (L'asino Blu), mentre il processo di rigenerazione urbana dell'area 174 di Gorizia è ancora in una fase iniziale.

Dal 2014, anno di creazione del progetto, Itineari Basagliani ha organizzato visite per oltre 2.000 persone, tra studenti di scuole provenienti da tutta Italia, visitatori stranieri (delegazioni da Ministeri esteri come Palestina, Giordania o Danimarca, ONG straniere, professionisti della salute mentale, università, ecc.) e delegazioni del terzo settore italiano.

Preparativi[modifica]

Nessuno in particolare.

Dove iniziarlo[modifica]

  • 1 Parco di San Giovanni, Via Edoardo Weiss (Trieste).
  • 2 Parco Basaglia, Via Fabio Filzi, 174 (Gorizia).


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Aeroporto di Ronchi di Trieste.

In treno[modifica]

Itinerari[modifica]

Itinerario 1 - Trieste Parco di San Giovanni[modifica]

Visite guidate ai luoghi del Parco di San Giovanni, negli ex reparti, nei laboratori, nei giardini, accompagnati dai tutor, in cui respirare il cambiamento, sperimentare nel concreto la trasformazione, l’attraversamento da parte della comunità, la fine della separazione, l’entrata nella cittadinanza delle persone a cui i diritti erano stati negati. All'arrivo di Franco Basaglia, il Frenocomio internava 1261 persone. Oggi all'interno del Parco non dorme più nessuno, l'accentramento assurdo di corpi senza diritti del manicomio ha lasciato il posto ad una rete di servizi centrati sulla persone, a pratiche di salute innovative.

Itinerario 2 - Gorizia - Parco Basaglia[modifica]

Durante la visita sarà possibile conoscere la storia del manicomio dalla sua inaugurazione, nel 1933, alla chiusura con la legge 180/78, anche attraverso le “voci” di alcuni ricoverati riproposte dal team di Radio Fragola Gorizia.

Sicurezza[modifica]

Entrambi gli itinerari rispettano le norme di sicurezza, e sono attrezzati per l'accesso di persone con disabilità

1-4 star.svg Bozza: l'articolo rispetta il template standard e ha almeno una sezione con informazioni utili (anche se di poche righe). Intestazione e piè pagina sono correttamente compilati.