Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Grecia > Grecia settentrionale > Tracia occidentale > Evros

Evros

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search

Evros
Samothraki - Kamariotissa - 2007.JPG
Localizzazione
Evros - Localizzazione
Stato
Regione
Capoluogo
Superficie
Abitanti

Evros è il più orientale dei tre territori che formano la Tracia greca. Prende il nome dall'omonimo fiume che per un lunghissimo tratto segna il confine con la Turchia.

Da sapere[modifica]


Territori e mete turistiche[modifica]

Centri urbani[modifica]

  • Alessandropoli (Alexandroupoli) — Il capoluogo della prefettura. La sua caratteristica principale è la massiccia presenza di militari come del resto avviene in tutti i centri urbani disposti sul lungo confine con la Turchia. Si tratta per lo più di giovani che vi svolgono il servizio di leva.
  • Didymoteicho (Διδυμότειχο)
  • Feres (Φέρες)
  • Kyprinos (Κυπρίνος)
  • Metaxades (Μεταξάδες)
  • Orestiada (Ορεστιάδα)
  • Orfeas (Ορφέας) — Suddiviso nelle seguenti comunità di Lavara, Amorio, Kyriaki, Mandra, Mavrokklisi, Mikro Dereio e Protokklisi.
  • Soufli (Σουφλί)
  • Traianoupoli (Τραϊανούπολη) — Divisa nelle comunità di: Antheia, Doriko, Loutros (o Loutra Traianopouleos) e Nipsa.
  • Tychero (Τυχερό)
  • Vyssa (Βύσσα)

Altre destinazioni[modifica]

  • Bosco di Dadia — A 75 km dal capoluogo è una riserva forestale dotata di un albergo e un piccolo bar/ristorante. I sentieri sono segnalati con tabelle e le piantine con i percorsi sono distribuite al centro ricezione all'ingresso del parco che ospita anche una mostra permanente.Il parco è gestito dal corpo delle guardie forestali di Soufli. La fauna è costituita soprattutto da uccelli rapaci. È stata segnalata la presenza di orsi e altri mammiferi minacciati di estinzione come la Lontra europea. Al di fuori dei limiti del parco propriamente detto stanno le gole di Avanta, le rovine del castello di Pythio e quelle delle mura bizantine di Didimoteicho.
  • Delta dell'Evros — A est del capoluogo, il delta ospita d'inverno una fauna costituita da varie specie di uccelli migratori provenienti da zone della Russia e della Siberia. Cigni, pellicani, oche e papere popolano i rami e le lagune del delta. Esiste un centro informazioni che dispone di mini autobus e di alloggi sul delta mettendoli a disposizione di quanti desiderano visitare la riserva. Pertanto più che turisti sono le scolaresche a visitare la zona. Da aprile a ottobre si possono percorrere in barca i vari canali fino al loro sbocco sul mare. Centro informazioni sul Delta dell'Evros Tel/Fax: +30 25510 61000, www.evros-delta.gr.
  • Samotracia — l'isola di Samotracia costituisce un municipio della prefettura di Evros ed è facilmente raggiungibile in traghetto da Alessandropoli.


Come arrivare[modifica]

In auto[modifica]

I valichi di frontiera con la Turchia sono due:

  • Kipi - Al capolinea della via Egnazia.
  • Kastanies - Molto più a nord vicinissimo alla città turca di Edirne

Il posto di frontiera con la Bulgaria è a Ormenio poco più a nord di Kastanies. La città bulgara oltre confine è Svilengrad

In treno[modifica]

È possibile raggiungere Alessandropoli in treno da Atene o Salonicco ma i treni sono più lenti degli autobus.

L'Espresso dell'Amicizia (Filias express in greco), il treno internazionale che collega Salonicco a Istanbul dovrebbe effettuare una sosta ad Alessandropoli, prima di raggiungere il valico di frontiera Pythion-Uzunköprü

In autobus[modifica]

Da Salonicco o direttamente da Atene con gli autobus extraurbani del consorzio "KTEL della regione Evros" i cui numeri per informazioni sono riportati di seguito.


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Feres - Monastero della Madonna Kosmosotira
  • Monastero della Madonna, Salvatrice del Mondo (Panagia Kosmosotira) (Feres).


Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti