Scarica il file GPX di questo articolo

Europa > Italia > Italia nordorientale > Emilia-Romagna > Emilia > Appennino emiliano > Appennino parmense > Bedonia

Bedonia

Da Wikivoyage.
Jump to navigation Jump to search
Bedonia
Panorama
Stato
Regione
Territorio
Altitudine
Superficie
Abitanti
Nome abitanti
Prefisso tel
CAP
Fuso orario
Patrono
Posizione
Mappa dell'Italia
Bedonia
Bedonia
Sito istituzionale

Bedonia è una città dell'Emilia-Romagna.

Da sapere[modifica]

Cenni geografici[modifica]

È centro di villeggiatura dell'appennino parmense nell'alta Val di Taro. Dista 80 km. da Parma e 60 da Sestri Levante.

Cenni storici[modifica]

Il territorio ha dato reperti preistorici. Alcuni studiosi identificano il paese con la romana Bitunia. Fu feudo dei vescovi di Piacenza nell'Undicesimo secolo per passare poi ai Malaspina, nel 1257 ai Landi ai quali rimase fino al 1682 quando entrò nel pieno dominio del Ducato di Parma.

Si distinse nel Risorgimento per una insurrezione a favore dell'annessione al Piemonte, e nella seconda guerra mondiale per il contributo alla lotta partigiana.

Come orientarsi[modifica]

Quartieri[modifica]

Il suo territorio, molto esteso, comprende anche i centri abitati di Alpe, Borio, Bruschi di Sopra, Bruschi di Sotto, Calice, Campore, Caneso, Carniglia, Casaleto, Casalporino, Casamurata, Case Gelana, Castagna, Castagnola, Castellaro, Cavadasca, Cavignaga, Ceio, Chiesiola, Cognole, Cornolo, Costa Alta, Costa Belvedere, Costa della Romana, Costa di Borio, Custi, Drusco, Follo, Fontanabonardi, Fontanachiosa, Fontanino, Foppiano, Forana, Fornolo, Illica, Le Coste, Libbia, Liveglia, Marazzano, Masanti di Sopra, Masanti di Sotto, Molino Anzola, Momarola, Montarsiccio, Montevacà, Monti, Moronera, Nociveglia, Piane di Carniglia, Pilati, Ponteceno, Porcile, Prato, Revoleto, Rio Grande, Rio Merlino, Rio Pansamora, Romezzano, Roncole, Salarolo, San Marco, Scopolo, Segalino, Selvola, Serra, Setterone, Spora, Strepeto, Tasola, Tomba, Travaglini, Volpara.

Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Italian traffic signs - direzione bianco.svg

In auto[modifica]

In treno[modifica]

In autobus[modifica]

  • Italian traffic sign - fermata autobus.svg Autolinea da Parma - Linee TEP (orari)


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Il paese nel suo insieme presenta caratteristiche differenti dagli altri centri appenninici del parmense; infatti gli edifici sono intonacati e tinteggiati con colori chiari e luminosi, influenza della vicinissima Liguria.

  • Chiesa parrocchiale di Sant'Antonino. Eretta nel 1613 ha subito ampliamenti e restauri soprattutto all'interno.

A San Marco[modifica]

  • 1 Santuario della Madonna di San Marco. Conserva una statua lignea del 1531 raffigurante una Madonna con il Bambino in trono.


Eventi e feste[modifica]

  • Carnevale bedoniese. Simple icon time.svg il martedì grasso. Sfilano i carri allegorici e i gruppi mascherati. La sfilata si conclude attorno al grande falò acceso al centro della piazza comunale per bruciare il Carnevale.
  • Cantamaggio. Simple icon time.svg il primo maggio.
  • Sagra della Madonna di San Marco (a San Marco). Simple icon time.svg la seconda domenica di luglio.
  • Veglia del villeggiante. Simple icon time.svg il 15 agosto.
  • Sagra della trota e polenta. Simple icon time.svg la terza domenica di agosto.
  • Festa della castagna. Simple icon time.svg il 17 ottobre.


Cosa fare[modifica]

  • Laghi per la pesca sportiva. canoa; caccia; deltaplano. Il fiume è balneabile, ed un tratto è dedicato alla pesca sportiva.
  • Monte Penna (1735 metri di altitudine). è raggiungibile con strada asfaltata dalla frazione Alpe; ha una caratteristica e bellissima foresta di faggio nella quale nascono i favolosi funghi porcini.
  • Monte Pelpi ((1550 metri)). è raggiungibile in auto o a piedi attraverso i sentieri del CAI; è base di partenza per gli appassionati di volo a deltaplano.
  • Oasi WWF dei Ghirardi. A pochi chilometri; si può raggiungere da Bertorella sulla strada che collega Bedonia a Borgotaro.


Acquisti[modifica]

Bedonia è uno dei membri dell'associazione di promozione turistica gastronomica Strada del fungo porcino assieme a Albareto, Berceto, Borgo Val di Taro, Compiano e Tornolo. Il fungo di Borgotaro è un prodotto I.G.P (Indicazione Geografica Protetta) che ha ricevuto nel 1993. Nel 1995 è stato costituito il Consorzio per la Tutela dell'I.G.P. "Fungo di Borgotaro" per garantire e promuovere il porcino.



Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]

Piatti semplici e genuini caratterizzano la cucina bedoniese; torte salate di patate, erbette, verze, riso e zucca, castagnaccio, funghi in mille modi quando è stagione. In aprile e maggio è periodo dei funghi prugnoli e spinaroli che insaporiscono tagliatelle fatte in casa e frittate. Si sta diffondendo anche la raccolta del tartufo nero; sono diffuse le trote del Taro e la selvaggina.

I Crocetti con la lepre sono il piatto tipico di Bedonia di più antica origine.

Prezzi modici[modifica]

  • 1 Snack Bar Bedonia, Piazza Alcide De Gasperi, 8, +39 338 2360161.

Prezzi medi[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]

Camping[modifica]


Sicurezza[modifica]

Italian traffic signs - icona farmacia.svg Farmacie

  • 3 Bocchialini, Via Giuseppe Garibaldi, 4, +39 0525 824417.
  • 4 Raggi, Piazza Senatore Micheli, 28, +39 0525 824431.


Come restare in contatto[modifica]

Poste[modifica]

  • Poste italiane, via Trento 1, +39 0525 824278, fax: +39 0525 826073.


Nei dintorni[modifica]

  • Berceto — Il suo imponente Duomo di antica fondazione romanica fu una delle tappe più importanti sulla via Francigena; del castello dei Rossi rimangono dei ruderi. La cittadina conserva un centro storico con antichi palazzetti di prestigio; è un importante centro di servizi, commerci e villeggiatura sulla strada del Passo della Cisa.
  • Fornovo di Taro — La sua antica Pieve fu un'importante tappa lungo il percorso della Via Francigena
  • Compiano — La sua struttura urbana ottimamente conservata attorno al suo massiccio castello ha valso al paese l'inserimento nel novero dei Borghi più belli d'Italia.
  • Bardone — La sua Pieve era una delle tappe della via Francigena; vi si conservano sculture di scuola antelamica.
  • Passo della Cisa — Uno dei più conosciuti e praticati valichi appenninici fin dall'antichità (da queste parti passava la Via Francigena), è frequentatissimo soprattutto per le scampagnate fuori porta. Il piccolo Santuario che vi sorge è dedicato a Nostra Signora della Guardia, nominata Patrona degli sportivi di tutto il mondo nel 1965.
  • Passo di Cento Croci
  • Varese Ligure
  • Chiavari

Itinerari[modifica]

  • Castelli del Ducato di Parma e Piacenza — Disseminati sull’appennino parmense e piacentino, ma presenti anche nella pianura a sorvegliare il confine naturale del Po, i numerosi castelli dell’antico Ducato di Parma e Piacenza caratterizzano tutta l’area. Baluardi militari in origine, molti di essi hanno mantenuto l’aspetto di rocca inaccessibile, molti hanno via via trasformato la loro natura bellica in raffinata dimora nobiliare; tutti perpetuano nel tempo l’atmosfera di avventura, di favola e di leggenda che da sempre è legata ai castelli, in molti dei quali si narra della presenza di spiriti e fantasmi.


Altri progetti

2-4 star.svg Usabile: l'articolo rispetta le caratteristiche di una bozza ma in più contiene abbastanza informazioni per consentire una breve visita alla città. Utilizza correttamente i listing (la giusta tipologia nelle giuste sezioni).