Quebec City

Da Wikivoyage.
link=//tools.wmflabs.org/wikivoyage/w/poimap2.php?lat=46.81611&lon=-71.22417&zoom=auto&layer=M&lang=it&name=Quebec City 46°48′58″N 71°13′27″W 
Quebec City
Ville de Québec
La città di Quebec nella giornata del 2 marzo del 2008. Si distingue il castello Frontenac e in primo piano il corso del fiume San Lorenzo in parte ghiacciato
Stemma e Bandiera
Quebec City - Stemma
Quebec City - Bandiera
Stato: Canada
Abitanti: 715.515 (2006)
Prefisso tel: +1 418 & +1 581
Posizione
Mappa del Canada
Quebec City
Quebec City
Sito del turismo di Quebec City
Sito istituzionale di Quebec City

Quebec City è la capitale della provincia canadese di Québec.

Introduzione[modifica]

Quebec City è, tra le città canadesi, quella con maggior fascino. Il suo centro storico occupa la cima di una collina rocciosa, il Cap Diamant che domina il corso del fiume San Lorenzo. Su Cap Diamant si erge anche il castello Frontenac, un grande albergo che da quando fu inaugurato (fine del XIX secolo) contribuisce a delineare con le sue guglie e i suoi molti pinnacoli il paesaggio urbano.

Québec City fu fondata nel 1608 da Samuel de Champlain, un esploratore francese considerato il padre della Nuova Francia. Alla fine della guerra dei 7 anni fu ceduta ai Britannici insieme a tutta la Nuova Francia. Nonostante il passaggio di consegne, la città ha conservato la sua anima francese e a tutt'oggi i suoi abitanti sono al 95% di madrelingua francese.

Molto denaro fu speso per l'abbellimento della città in vista dei festeggiamenti per il suo 400° anniversario fissato in data 3 luglio 2008. Per l'occasione fu inaugurato un padiglione sul Quai Saint-André che dall'aprile del 2009 ospita un'esposizione permanente dedicata all'esplorazione francese del Nuovo Mondo (Canada discovery center).

Nel 1985 Quebec fu inserita nella lista dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità. Non solo la città ma anche la regione circostante è considerata un sito UNESCO. Le escursioni nei dintorni come ad "Île d'Orléans" e a Sainte-Anne-de-Beaupré sono di grande interesse.

Distretti[modifica]

Case d'epoca affacciate sulla Place Royale nella parte bassa della città vecchia di Quebec
La rue Saint Jean nel quartiere di Saint Jean Baptiste

La vecchia Quebec (Old Quebec o Vieux-Québec) è distribuita in una parte bassa e una alta:

  • Città bassa (Lower Town in inglese. Basse-Ville in francese) - La città bassa si raccoglie intorno al vecchio porto fluviale. Essa era in origine una zona di magazzini e tale rimase fino a tempi relativamente recenti. Oggi molti dei vecchi edifici della "Basse Ville" appaiono ristrutturati ed adibiti a piccoli alberghi e boutiques. Poiché l'intervento di restauro non ha alterato le caratteristiche originarie, risulta molto piacevole passeggiare per le strette strade lastricate della città bassa tra i bistrot d'epoca e le accattivanti vetrine dei negozi. È qui che è situata la Place Royale, forse il luogo più turistico di Quebec. Sempre qui sta il maestoso palazzo che ospita il Museo della Civilizzazione la cui visita è un dovere per chiunque si rechi a Quebec City. Il più noto dei rioni della città bassa è quello di Petit-Champlain raccolto intorno l'omonima via trasformata in isola pedonale. Il passaggio per il rione è d'obbligo in quanto vi è situato l'ingresso alla funicolare che conduce alla città alta.
  • Città alta ("Upper Town" in inglese. "Haute-Ville" in francese) - La città alta si estende sui fianchi del Cap Diamant che domina il fiume San Lorenzo. È qui che sono situate le maggiori attrazioni turistiche cittadine come la Place d'Armes, la Basilica di Notre-Dame e il castello Frontenac. Più in alto ancora sta la cittadella, cinta da possenti mura innalzate dai Francesi e rinforzate a più riprese durante il successivo periodo britannico.

Al di fuori delle mura che circondano la città vecchia si estende quella che è comunemente riferita come "Downtown Quebec" in inglese e "La Cité" in francese. La zona centrale della città ha almeno due zone di interesse turistico descritte di seguito:

  • Parliament Hill - L'area intorno al palazzo dell'Assemblea Nazionale si raggiunge dalla città bassa valicando la porta di San Luigi che si apre sul tratto occidentale delle mura e percorrendo quindi la Grande Allée Est, l'ampio viale che rasenta il vasto parco della Francofonia e sul quale si affacciano alberghi di lusso, bar e ristoranti che richiamano miriadi di turisti e locali a qualsiasi ora del giorno e della notte. Un po' più a nord sta il quartiere di Saint Jean Baptiste attraversato dalla strada omonima votata ai commerci. Tra le molte attrazioni della zona il Museo delle Belle Arti, il Battlefields Park e "Plains of Abraham" il luogo della storica battaglia che segnò la fine delle fortunata avventura dei Francesi in questa parte del Nuovo Mondo e il concomitante inizio dell'incontrastato predominio britannico. Parliament Hill è anche la zona dove hanno luogo parate e festival estivi. D'inverno invece il quartiere di Saint Jean Baptiste è teatro del vivace carnevale di Quebec.
  • Saint Roch - Più a nord del quartiere di Saint Jean Baptiste, sta quello di Saint Roch che, dopo il completamento di opere di restauro dei suoi edifici effettuati dai proprietari che hanno benificiato di finanziamenti pubblici e la sua trasformazione in isola pedonale, ha cominciato ad attrarre torme di turisti, soprattutto giovani. La sua strada più frequentata è quella di St-Joseph dove sono sorti locali e negozi di tendenza alcuni di grande firme della moda come Hugo Boss.

Come arrivare[modifica]

Come spostarsi[modifica]

Cosa vedere[modifica]

Quebec City - Chiesa di Santa Maria delle Vittorie sulla Place Royale nella città bassa.
Quebec City - Château Frontenac
Quebec City - Hôtel du Parlement

I. Città bassa

  • Notre Dame des VictoiresPlace Royale. Piccola chiesa costruita tra il 1687 e il 1723 per commemorare la vittoria dei Francesi sull'esercito britannico che, sotto il comando di William Phips, governatore del Massachusetts, aveva tentato di espugnare la città nel 1690. La chiesa originaria andò distrutta durante i bombardamenti che accompagnarono l'assedio britannico del 1759. La ricostruzione fu avviata nel 1762 per iniziativa di un mastro carpentiere di nome Jean Baillargé che vi lavorò per quattro anni. Un restauro più accurato ebbe inizio nel 1816. Nel 1929 la chiesa fu dichiarata monumento storico.
  • Museo della Civilizzazione85, rue Dalhousie, +1 418 643 2158. Un museo enorme e senza un preciso orientamento come le sue mostre temporanee che fino ad oggi hanno riguardato i settori più disparati come la scienza, il cinema, la fiction. Tra le esibizioni permanenti le più interessanti per il turista di passaggio sono forse quelle incentrate sulla storia del Quebec e sulle popolazioni che vi vivevano in epoca precolombiana.

II. Città alta

  • Castello Frontenac (Château Frontenac), +1 418 691 2166. Inaugurato nel 1893 il Castello di Frontenac è il simbolo della città di Quebec. Fu realizzato su progetto dell'architetto americano Bruce Price per conto della compagnia ferroviaria Canadien Pacifique che intendeva promuovere il turismo. Prende il nome dal 1° governatore della Nuova Francia, Louis de Buade, conte di Frontenac. Il palazzo ricalca lo stile dei castelli della Loira. È un vastissimo edificio al quale fu aggiunta nel 1926 l'alta e mastodontica torre centrale. Nel 1943 vi ebbe luogo la conferenza di Quebec alla quale parteciparono Winston Churchill e Franklin D. Roosevelt con l'intento di pianificare le strategie militari nel corso della II guerra mondiale. Le visite guidate durano poco meno di un'ora ma è necessario prenotarle.

II. La Citè

  • Palazzo del Parlamento (Hôtel du Parlement), Place d'Armes, Haute-Ville (Ingresso dal viale Honoré-Mercier, angolo Grande-Allée Est), +1 418 643 7239. Ecb copyright.svg Ingresso gratuito. Simple icon time.svg Orario estivo 09:00-16:30. Ospitato in un grandioso edificio stile II impero, il palazzo del Parlamento fu ultimato nel 1886. Ventidue statue di eminenti personaggi politici ornano la sua facciata. Le guide che accompagnano i visitatori parlano anche in italiano
  • Museo delle Belle Arti (Musée national des beaux-arts du Québec). Le collezioni del più noto dei musei di Quebec sono dislocate in due edifici collegati tra loro da un passaggio con volta a vetro cui è stato dato il pomposo nome di "Grand Hall". Le mostre permanenti sono ospitate nel palazzo noto come "Gérard Morisset Pavilion" e sono costituite da opere di artisti del Quebec alle quali si sono aggiunte nel 2005 opere di indigeni Inuit. Il secondo edificio detto Charles-Baillairgé Pavilion era una ex prigione nota come "Petite Bastille e siccome il restauro ne ha rispettato la funzione originale risulta piuttosto angosciante"

Eventi e feste[modifica]

Cosa fare[modifica]

Acquisti[modifica]

Come divertirsi[modifica]

Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Sicurezza[modifica]

Come restare in contatto[modifica]

Nei dintorni[modifica]


Altri progetti