Nuova Delhi

Da Wikivoyage.
Asia > Asia del Sud > India > Pianure indiane > Delhi > Nuova Delhi
(Reindirizzamento da New Delhi)
Nuova Delhi
(Delhi)
Parliament of India.JPG
Stato: India
CAP: 110xxx
Posizione
Mappa dell'India
Nuova Delhi
Delhi

link=//tools.wmflabs.org/wikivoyage/w/poimap2.php?lat=28.61278&lon=77.23083&zoom=auto&layer=M&lang=it&name=Nuova Delhi 28°36'46"N 77°13'51"E 

Nuova Delhi [1] è un distretto della capitale dell'India.

Introduzione[modifica]

Quando agli inizi del XX secolo fu approvato il trasferimento della capitale dell'impero britannico delle Indie (British Raj) da Calcutta a Delhi, i dominatori britannici decisero di creare a sud del vecchio centro una nuova città amministrativa che riflettesse il grado di potenza da essi raggiunto. Il progetto fu affidato all'architetto Edwin Lutyens che elaborò un piano urbanistico sull'esempio di Parigi con ampi viali e piazze su cui si affacciavano palazzi solenni.

Ancora oggi la differenza tra Nuova Delhi e la città vecchia appena più a nord appare profonda: si passa in poco tempo da un agglomerato urbano sciatto e caotico, tipicamente orientale, a una città ordinata di stampo europeo e con ampi spazi verdi.

Dopo la proclamazione dell'indipendenza dell'India, Nuova Delhi continuò a godere di un'amministrazione separata con a capo un commissario nominato direttamente dal governo finché non fu inglobata nel Territorio della Capitale Nazionale istituito nel 1991. Al censimento del 2003, Nuova Delhi contava 295,000 abitanti, la maggior parte dei quali occupati nella burocrazia governativa.


Come orientarsi[modifica]

Come mostrato dalla cartina a fianco, Nuova Delhi è strutturata su due viali principali: Janpath e Rajapath.

  • Rajapath - Rajapath, il cui nome significa "viale dei Re" va in senso est-ovest, dall'India Gate al palazzo presidenziale. È un viale immenso fra doppi filari di alberi e che fa da sfondo a imponenti parate militari in occasione della festa della Repubblica (26 gennaio).
  • Janpath - Janpath significa invece "Viale del Popolo" e muove in senso perpendicolare da Connaught Circus fino ad incrociare Rajapath all'altezza circa del museo nazionale
  • Connaught Place - Un'immensa piazza circolare racchiusa in una doppia fila di archi. Al di sotto della piazza si trova un enorme centro commerciale. Costituisce una linea di demarcazione tra Nuova Delhi e il Distretto di Delhi Centro che si estende a nord.

Quartieri[modifica]

Chanakyapuri - Il quartiere diplomatico di Nuova Delhi, situato ad ovest del Nehru Park. Vi hanno sede le ambasciate dei maggiori paesi occidentali, compresa la nostra. Numerosi anche gli alberghi di lusso come l'Hotel Ashok e il Samrat. Il palazzo dell'ambasciata e della Cancelleria Americana sono stati disegnati dall'architetto Edward Durell Stone (1902-1978).

Come arrivare[modifica]

In autobus[modifica]

  • La linea blu della metro (nº 3) proveniente da Noida effettua le seguenti fermate a Nuova Delhi (da est ad ovest): Indraprastha, Pragati Maidan (spazi fieristici), Mandi House, Barakhamba Road, Rajiv Chowk
  • La linea gialla (nº 2) proveniente dalla stazione ferroviaria di New Delhi effettua le seguenti fermate: Rajiv Chowk, Patel Chowk, Central Secretariat (Capolinea)


Come spostarsi[modifica]


Cosa vedere[modifica]

Nuova Delhi - Rashtrapati Bhavan, il palazzo presidenziale, un tempo sede dei viceré dell'India

Palazzo Presidenziale (Rashtrapati Bhavan) - Un palazzo eretto nel 1929 su disegno di Sir Edward Lutyens sulla cima di una bassa collina. Prima dell'indipendenza dell'India era la residenza dei vice re britannici. Il palazzo è circondato da vasti e ben curati giardini di stile moghul. Particolarmente attraenti sono i roseti aperti al pubblico nel mese di febbraio. Rashtrapati Bhavan è il più grande palazzo presidenziale al mondo; conta più di 350 stanze e non è stato usato acciaio per la sua costruzione.

New Delhi - Palazzo del Secretariato (ala sud)

Parco Jayanti - Esteso alle spalle del palazzo presidenziale, delimita Nuova Delhi ad ovest e a nord-ovest.

Segretariato - Con questo nome si indicano due enormi palazzi costruiti su disegno dell'architetto britannico Herbert Baker che si inspirò all'arte moghul come dimostrano le cupole e gli elementi decorativi delle facciate. I palazzi si trovano su Vijay Chowk, nome con cui si indica il tratto finale di Viale dei Re o Rajapath. Formano due ali che precedono la vasta piazza su cui si erge il palazzo presidenziale. Oggi gli edifici fungono da sede dell'ufficio del 1° ministro e di vari ministeri dell'Unione Indiana (Difesa, Finanze, Interni, Affari Esteri).


Nuova Delhi - Il palazzo del parlamento (Sansad Bhavan)

Parlamento - Il palazzo del Parlamento (Sanscrito: Sansad Bhavan) è un edificio a pianta circolare costruito nel 1912 dall'architetto Herbert Baker. Si trova sul retro dei palazzi del Segretariato ed è racchiuso entro un peristilio con ben 257 colonne. All'interno del porticato si trovano altri edifici destinati ad accogliere le sedute del "Lok Sabha" o camera bassa e del "Rajya Sabha" o camera alta corrispondente al nostro senato.


Facciata del Museo Nazionale

Museo Nazionale - [2]. Questo museo, il più grande dell'India, si trova all'angolo di Janpath con Maulana Azad Road. Presenta notevoli collezioni disposte in ordine cronologico, dalla preistoria fino ai nostri giorni. Molto interessanti le miniature di epoca moghul che mescolano influenze persiane a tradizioni locali.


La villa dove Gandhi trascorse gli ultimi giorni della sua vita
Il luogo esatto dove il Mahatma Gandhi venne ucciso la sera del 30 gennaio 1948

Casa Birla (Birla Bhavan) - La casa dove il Mahatma Gandhi trascorse gli ultimi giorni della sua vita prima di essere assassinato il 30 gennaio 1948. Il nome è dovuto al fatto che la casa era proprietà dei Birla, ricca e nota famiglia di affaristi. Nel 1971 il governo indiano ne acquisiva la proprietà trasformandola in un museo dedicato alla memoria del grande statista (Gandhi Smriti). Nel giardino intorno la villa una colonna detta del martirio segna il luogo esatto dove lo statista perì sotto i colpi d'arma da fuoco di un fanatico indù mentre compiva la sua abituale passeggiata serale. Gandhi Smriti si trova al nº 5 di Tees January Marg, grosso modo tra il museo nazionale e Khan market.


Nuova Delhi - Nehru Memorial Museum

Nehru Memorial Museum (Teen Murti Bhavan) - La residenza del Primo Ministro al tempo di Jawaharlal Nehru, oggi trasformata in un museo alla sua memoria. L'edificio che lo ospita è di epoca coloniale e fu realizzato su disegno di Robert Tor Russel, lo stesso architetto che progettò Connaught Place. Originariamente il palazzo era noto come "Flagstaff House" ed era adibito a residenza del comandante in capo delle forze armate britanniche in India. Il nome odierno "Teen Murti Bhavan", significa casa delle tre statue. Il museo comprende una vasta biblioteca. Chiuso al pubblico il lunedì e i giorni festivi.


Nuova Delhi: l'India Gate e il monumento al milite ignoto

India Gate - Situato all'estremo opposto di Rajpath, l'India Gate è un monumento eretto dall'architetto Edwin Lutyens per commemorare i soldati indiani caduti nel corso della I guerra mondiale. La pietra inaugurale fu posta il 10 febbraio 1921 dal duca di Connaught. Ha la forma di un arco di trionfo a un solo fornice ed è alto 42 m. Sotto l'arco si trova la tomba del milite ignoto in marmo nero sormontata da un fucile sulla cui canna è posto un elmetto. Su ogni lato della tomba sono riportate in lettere d'oro le parole "Amar Jawan" (Il guerriero immortale). Sulle pareti esterne dell'arco sono incisi i nomi dei caduti.


Sher Mandal all'interno dell'Old Fort (Purana Qila)

Khooni Darwaza (Letteralmente: La porta del sangue) - Chiamata anche Lal Darwaza (La porta rossa) è une delle 13 porte sopravvissute che si aprivano entro l'antica cinta muraria di Delhi. È alta 15 m. e tramite essa si accedeva all'Old Fort descritto di seguito

Old Fort - Chiamato anche Purana Qil'ah in Hindi, è una cittadella risalente al XVI secolo la cui costruzione fu iniziata da Humayun. Si estende oltre l'India Gate, in direzione del fiume Yamuna. Entro la sua cinta di mura si erge Kohna Mashid, una moschea del 1541 dall'aspetto sobrio ed elegante. Sher Mandal è una torre ottagonale un tempo adibita a biblioteca personale di Humayun. Fu in questa torre che il 2° esponente della dinastia moghul trovò la morte il 22 febbraio del 1556. Udendo il richiamo del Muezzin e per la fretta di partecipare alla preghiera, il sovrano inciampò nella sua vestaglia ruzzolando per le scale della torre e sbattendo fortemente la tempia su un gradino. Morì tre giorni dopo. In seguito a questa disgrazia i successori di Humayun, preferirono per scaramanzia iniziare la costruzione di una nuova cittadella più a nord, il Red Fort e abbandonarono per sempre Purana Qil'ah che reputavano un luogo maledetto. Scavi archeologici hanno dimostrato che l'Old Fort fu costruito sul luogo di una città molto più antica che alcuni hanno voluto identificare con la celebre Indraprastha menzionata nel poema epico di Mahabharata. Oggi l'Old Fort ospita il giardino zoologico di Delhi e un club nautico.


Mausoleo di Humayun

Mausoleo di Humayun - Il mausoleo di Humayun fa parte dei Patrimoni Mondiali dell'Umanità. La sua costruzione fu iniziata nel 1562 su commissione della vedova del defunto imperatore, la begum Hamida Banu Begum. Furono necessari 8 anni per il completamento dell'edificio. Ne risultò un monumento che richiama da vicino il più celebre Taj Mahal di Agra. I lavori di restauro furono intrapresi nel marzo del 2003, sotto l'egida dell'Aga Khan e della sua associazione AKTC (Aga Khan Trust for Culture). Nello stesso anno AKTC provvedeva alla restaurazione della tomba di Babur, padre di Humayun in Kabul.


Il padiglione nº 6 nello spazio fieristico di Pragati Maidan

Pragati Maidan - Un ampio spazio creato nel 1982 e riservato ad eventi fieristici di ogni genere. Tra gli edifici del complesso spicca il Padiglione Nehru e quello per l'Energia Atomica e la Difesa Nazionale che ospitano mostre permanenti. Molti degli eventi che hanno luogo a Pragati Maidan sono curati dall'India International Trade Fair e dal World Book Fair.


Craft Museum - Sul viale Bhairon all'angolo sud di Pragati Maidan, è un museo dedicato all'artigianato indiano di matrice popolare. Le collezioni comprendono circa 20,000 pezzi tra manufatti antichi in legno, avorio, argilla e stoffa. Molti anche gli oggetti rituali e gli utensili per la vita quotidiana. Il complesso che ospita il museo è stato progettato dall'architetto Charles Correa. Si tratta di edifici bassi con porte e finestre in legno tipiche del Rajasthan. Ingresso gratuito. Aperto al pubblico dalle 10:00 alle 17:00. Chiuso il lunedì


Mausoleo di Safdarjung

Mausoleo di Safdarjung - La tomba di Safdarjung fu uno degli ultimi solenni mausolei eretti in epoca Moghul. Fu completato nel 1754 su commissione del nababbo Shia ud Daulah per onorare suo padre che aveva ricoperto l'incarico di ministro al tempo dell'imperatore Mohammed Scia. L'attrazione principale del monumento sono i magnifici giardini che lo circondano e le vasche ornamentali.


La moschea di Bara Gumbad nei giardini di Lodhi
La tomba dello scià Mohammed nei giardini di Lodhi

I giardini di Lodhi - Un parco nel versante sud di Nuova Delhi, tra il Khan Market e il mausoleo di Safdarjung. I giardini furono creati nel 1936 sul sito di un povero villaggio i cui abitanti furono fatti trasferire altrove. Al loro interno si trovano monumenti dell'epoca dei Lodhi, una dinastia afgana di credo musulmano che governò su gran parte dell'India settentrionale durante il XVI secolo. La tomba di Mohammed Shah è un edificio ottagonale con cupole in pietra. Bara Gumbad (letteralmente la grande cupola) è invece una moschea del 1494.


Tempio di Laxminarayan (Birla Mandir)

Tempio di Laxminarayan (sul viale Mandir Marg) - Questo tempio, noto anche come Birla Mandir, è consacrato alla dea indù di Laxmi e a Visnù, suo consorte. Il tempio fu costruito nel 1622 ma completamente restaurato nel 1938 grazie alle elargizioni dei Birla, una delle più ricche famiglie del paese e di più antica data, originaria del Rajasthan e i cui discendenti si dedicano ancora oggi con successo ai più svariati tipi di business, dal tessile alle telecomunicazioni. Birla Mandir ricalca nello stile i templi di Bhubaneswar nello stato di Orissa e, come quelli, ha un aspetto imponente. Ogni anno, in occasione della festa di Janmashtami che commemora la nascita di Krishna, vi accorrono migliaia di pellegrini. Il tempio è situato su Mandir marg nel settore nord ovest di Nuova Delhi e non distante da Connaught Circle


Uno degli strumenti astronomici nel parco di Jantar Mantar

Yantra Mandir (Jantar Mantar) - Il nome significa Tempio degli strumenti, derivando dalle parole "yantra" = strumento e "mandir" = tempio. Si tratta di un osservatorio astronomico costruito nel 1719 su commissione dell'imperatore moghul Mohammed Scia. Esso serviva a scrutare il cielo onde ravvisarsi segni divinatori o periodi propizi per la fissazione di feste religiose importanti o per regolare la vita privata degli individui. L'astrologia era tenuta in gran conto nell'India del XVIII secolo e lo è tuttora. Il tempio era gestito dai "pandit", sapienti indù della casta dei brahmani. Tra gli strumenti degno di nota è il Samrat Yantra, un gigantesco gnomone (Lo gnomone è la parte della meridiana che proietta la propria ombra sul quadrante) di forma triangolare e collocato in posizione verticale. Il complesso si trova tra i viali Sansad e Tolstoy, poco più a sud di Connaught Circle.

Eventi e feste[modifica]


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

  • Khan Market - Un tempio dello shopping fra i più cari non solo dell'India ma del mondo intero, essendo stato classificato al 24° posto su scala internazionale. È immerso nel verde e si trova a breve distanza dai giardini di Lodhi. I negozi di abbigliamento espongono capi di Benetton, Nike, Reebok, Goodearth ecc. Non mancano le librerie, i negozi di elettronica e i ristoranti.
  • Sarojini Nagar -


Come divertirsi[modifica]


Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]

Prezzi medi[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]


Altri progetti