Isola Lunga

Da Wikivoyage.
Europa > Balcani > Croazia > Dalmazia > Dalmazia settentrionale > Isola Lunga
(Reindirizzamento da Isola lunga)
43° 58' N 15° 5' E
Isola Lunga
La Scogliera di Telascica
In breve
Stato: Croazia
Regione: Dalmazia settentrionale
Superficie: 113,30 km²
Abitanti: 1.772 (2001)
Sito istituzionale

Isola Lunga (Dugi Otok) è un'isola della Dalmazia settentrionale.

Introduzione[modifica]

Isola Lunga si trova all'altezza di Zara e fa parte della regione zaratina. L'isola è lunga 45 km e larga fino a 5 km ed è attraversata da un'unica strada asfaltata che la percorre in tutta la sua lunghezza da nord a sud. Tutti i villaggi sono posti sulla parte che si affaccia verso l'entroterra.

Isola Lunga è una delle isole meno turistiche della Croazia e proprio per questo offre paesaggi incantevoli e natura incontaminata. Vela Straža con i suoi 338 m è la cima più alta dell'isola.

Tranne che nella parte che dà sull'Adriatico, Isola Lunga è circondata da isole: a nord dall'isola di Melada, scendendo sul versante che si affaccia sulla terraferma abbiamo le isole di Sferenzi (Zverinac), Sestrunj, Ugliano, Eso, Rava e Lavdara, mentre a sud ci sono le Isole Incoronate (Kornati).


Territori e mete turistiche[modifica]

Isola Lunga e isole vicine

Centri urbani[modifica]

  • Sali — Maggiore villaggio dell'isola coi suoi mille abitanti, Sali trae il suo nome dalla presenza nei suoi paraggi di antiche saline.
  • Božava — Circondata da pinete, Božava dispone di varie possibilità di alloggio. Si affaccia su un golfo riparato dove sono all'ancora pescherecci e imbarcazioni da diporto.
  • Brbinj — Immersa tra folti uliveti, Brbinj sta tra le baie Jaz e Lučina. Sul versante opposto sta la baia di Brbišćica circondata da alte scogliere sulle quali si aprono numerose grotte.
  • Dragove — Nella sezione nord-orientale, Dragove vanta una spiaggia di sabbia, Veli žal di fronte l'isolotto di Mežanj.
  • Luka — Stretta tra il monte 'Vela Straža' che con i suoi 338 m. è la cima più alta dell'isola e la la baia di Boka, Luka è nota per i fanghi naturali dagli effetti terapeutici
  • Savar — Villaggio nei cui pressi sta la grotta di Strašna peć e le cave di pietra
  • Veli Rat — Situata nella baia di Ćuna che si apre nell'estremità settentrionale dell'isola, Veli Rat
  • Verunic — Nei suoi paraggi si trova Saharun, una spiaggia di sabbia bianca circondata da pinete e considerata la più bella di Isola Lunga. Le acque della vicina baia Pantera si prestano alla pratica dello snorkeling grazie alla presenza di relitti sommersi.
  • Zaglav
  • Žman


Come arrivare[modifica]

In nave[modifica]

I catamarani (solo trasporto passeggeri) della Jadrolinija partono da Zara e raggiungono Sali e Zaglav, mentre il traghetto (anche trasporto automobili) collega Zadar con Brbinj. Il catamarano della Miatours collega Zadar con Božava.


Come spostarsi[modifica]

Sull'isola è possibile affittare biciclette e piccole imbarcazioni a motore.

In auto[modifica]

Se vi spostate in macchina tenete conto che l'unico distributore di benzina si trova a Zaglav.

Cosa vedere[modifica]

  • Parco naturale di Telašćica la baia si trova nella parte sud-orientale dell'isola ed è stata dichiarata parco naturale nel 1988. Qui si estendono 25 piccole spiagge su quasi 70 km di costa e il lago salato di Mir, conosciuto per le sue qualità terapeutiche. Tel. +385 (0) 23 377096.
  • Rovine romane
  • Veli Rat con i suoi 42m di altezza è il più alto faro dell'Adriatico. Si trova sulla Punta Bianca della baia di Ćuna ed è in servizio da più di 150 anni. Al suo interno ospita due appartamenti nei quali è possibile soggiornare sia nei mesi estivi che in quelli invernali (conviene prenotare in anticipo).
  • Strašna peć grotta a Savar che nel 1904 fu visitata dall'imperatore austroungarico Francesco Giuseppe.
  • Chiesa Sv. Pelegrina chiesa preromanica sull'isolotto collegato con Savar.
  • Santuario della Natività di Maria Vergine meta di pellegrinaggio sul monte Dumbovica, nei pressi di Dragove.
  • Saljsko polje uliveti che vantano oltre 700 anni di vita. La tradizione popolare vuole che siano stati piantati dai Greci più di 2000 anni fa.
  • Porti abbandonati dove venivano custoditi i sottomarini durante la guerra.


Eventi e feste[modifica]

Ogni anno nel primo fine settimana di agosto Sali si anima con la festa "Usanze di Sali".

È una manifestazione di carattere culturale giunta nel 2012 alla 53° edizione, che è molto nota nella regione e richiama visitatori anche dalla terraferma. Il programma della manifestazione è indicativamente il seguente.

  • Venerdì – "La notte dei pescatori" – viene issata la bandiera durante l'esibizione della Tovareća mužika (Musica degli asini), esibizione molto caratteristica sia per la musica, sia per la particolarità dello spettacolo. Lungo il porto su dei fuochi improvvisati alcuni abitanti del luogo preparano piatti tipici tra cui vengono poi eletti il miglior brodetto, miglior piatto di tonno, delle sardine e di altri frutti di mare. Come ogni festa che si rispetti la sera musica nella zona del porto.
  • Sabato – "Notte di Sali" - durante il giorno si organizzano le manifestazioni sportive e competizioni (le gare dei monopattini, dei sacchi, dei mastelli e tiro alla fune). La sera è la cosiddetta Notte di Sali con Illuminazione del Porto, delle navi e delle barche. Sempre nella zona del porto ci sono concerti di musica moderna e possibilità di gustare i piatti tradizionali cucinati dagli abitanti del paese.
  • Domenica – la mattina comincia con la musica della Tovareća mužika (Musica degli asini) che marcia per Sali. In riva al mare si svolgono le tradizionali Gare degli asini, evento spettacolare per tutti gli ospiti dell'isola. Al termine della gara si assegnano i premi all'asino più veloce e all'asino più pigro, l'ultimo classificato. A lui e al suo padrone viene assegnato il meritato riconoscimento: il diploma. Dopo la gara si svolge l'ultima esibizione della Tovareća mužika (Musica degli asini), che culmina con i musicisti che si immergono fino al collo nell'acqua del porto di Sali, continuando a suonare i loro corni. La sera ancora musica dal vivo con artisti di fama nazionale.


Cosa fare[modifica]


Acquisti[modifica]

Sull'isola non esistono banche o bancomat, ma è comunque possibile prelevare denaro con le principali carte di credito negli uffici postali.

Come divertirsi[modifica]

Locali notturni[modifica]

Sull'isola non aspettatevi di trovare né una vivace vita notturna né centri per lo shopping, ma in compenso potrete godere di uno stretto contatto con la natura.

Ad ogni modo potrete trovare qualche bar o pub, in particolare nei posti più turistici ma anche a Sali.

Dove mangiare[modifica]


Dove alloggiare[modifica]

Sull'isola non esistono campeggi ma solo alcuni alberghi e diverse abitazioni private.

L'acqua dolce scarseggia e viene trasportata sull'isola con le navi cisterna dalla costa pertanto in alcuni alloggi potreste dover pagare un piccolo extra in caso di consumo eccessivo.

Prezzi medi[modifica]

Fari[modifica]

  • Faro di Veli Rat dispone di 2 appartamenti: uno per 4 persone e uno per 3 persone. Veli Rat,

Alloggi privati[modifica]


Sicurezza[modifica]


Come restare in contatto[modifica]


Nei dintorni[modifica]



Altri progetti