Grenoble

Da Wikivoyage.
45° 11' 25" N 5° 43' 38" E
Grenoble
Panorama di Grenoble dal forte della Bastiglia
Stemma e Bandiera
Grenoble - Stemma
Grenoble - Bandiera
Stato: Francia
Regione: Rodano-Alpi
Abitanti: 532.746 (2007)
Prefisso tel: +33 0476
CAP: 38000, 38100
Posizione
Mappa della Francia
Grenoble
Grenoble
Sito del turismo di Grenoble
Sito istituzionale di Grenoble

Grenoble è il capoluogo del dipartimento d'Isère nella regione Rodano-Alpi.

Introduzione[modifica]

Antica capitale del Delfinato, Grenoble è oggi un centro turistico, oltre che una prospera città all'incrocio di autostrade provenienti dall'Italia (Traforo del Frejus) e da Ginevra a Marsiglia.

Grenoble giace alla confluenza dei fiumi Isère e Drac, al centro delle Alpi francesi

La città vanta numerosi istituti di educazione superiore che richiamano un gran numero di studenti anche di nazionalità non francese.

Il più antico di questi istituti è l'università di Grenoble, fondata nel XIV secolo.

La popolazione studentesca vale a conferire alla città un'aria vivace e internazionale.

Nel 1968 Grenoble ospitò la X edizione dei giochi olimpici invernali e di quel tempo conserva numerose installazioni sportive tutte concentrate nel parco Paul Mistral.


Come orientarsi[modifica]

Il vecchio centro di Grenoble si estende sulla riva meridionale del fiume Isère. Esso fa perno sulla piazza di Sant'Andrea (Place Saint-André) dominata dalla chiesa omonima e dall'ex palazzo di Giustizia, un tempo sede del parlamento del Delfinato.

Gran parte delle strade e delle piazze del vecchio centro costituiscono un'isola pedonale. Place Grenette è frequentata da turisti grazie al richiamo di caffè e ristoranti con terrazze aperte nel periodo estivo. Place aux Herbes è un'altra graziosa piazzetta del centro storico. Tra le stradine del vecchio centro è da menzionare Rue Felix Poulat che collega Place Grenette con Place Victor Hugo. È una strada di negozi tra i quali Galeries Lafayette.

A sud del vecchio centro sta quello moderno espansosi dalla fine del XIX secolo. Vi si trova la Torre Perret, una torre realizzata in cemento armato nel 1925 in occasione dell'Esposizione Internazionale della Houille Blanche. La sua funzione era allora di illuminare i monti circostanti. È alta una ottantina di metri e porta il nome dei suoi realizzatori, i fratelli Perret. A fianco della torre sta l'ingresso del parco Paul Mistral con gli stadi e gli impianti sportivi realizzati in occasione dei Giochi Olimpici Invernali svoltisi a Grenoble nel 1968.

Sulla riva settentrionale dell'Isère sta il Fort de la Bastille raggiungibile con la teleferica che parte dal lungofiume Stéphane Jay, nei pressi della Place Saint-André.


Come arrivare[modifica]

In aereo[modifica]

Grenoble dispone di aeroporto internazionale che porta il nome di "Aéroport International de Grenoble-Isère" [1], ove operano le low cost EasyJet e Ryanair con molti voli da località delle isole britanniche ma nessuno da città italiane.

In treno[modifica]

Da Torino, Milano con i treni EuroCity Artesia fino alla stazione di Challes Les Eaux (Chambéry) con cambio di treno per Grenoble. Maggiori informazioni sul sito di Trenitalia.

In auto[modifica]

Grenoble dista 236 km da Torino passando per Bardonecchia (148 km)

Come spostarsi[modifica]

Cosa vedere[modifica]

  • Collégiale Saint-André.
  • .

Eventi e feste[modifica]

Cosa fare[modifica]

Acquisti[modifica]

Come divertirsi[modifica]

Spettacoli[modifica]

  • Palais des sports - Numerose stelle della musica pop e rock si sono esibite al Palasport di Grenoble da Elton John a Bob Dylan e agli Snoop Dogg.
  • Summum - Sala di spettacoli nel quartiere Alpexpo dove spesso si tengono concerti.

Locali notturni[modifica]

Le vie del vecchio centro e le sue piazze fervono di vita anche dopo il calar del sole. Il ritrovo preferito dagli studenti di Grenoble è la discoteca "Le Couche Tard", al nº 1 di Rue du Palais (tel 04 76 44 18 79).

Dove mangiare[modifica]

Dove alloggiare[modifica]

Prezzi modici[modifica]


Sicurezza[modifica]

Come restare in contatto[modifica]

Nei dintorni[modifica]


Altri progetti